close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#articoli

75 anniversari dei film che ti faranno sentire vecchissimo

Il 2020 porta con sé un gruppo nutritissimo di film cult che compiono cifra tonda: è strano scorrere la lista e far caso a quanto tempo sia passato per alcuni film che sono rimasti impressi nella nostra memoria e che, spesso, sembrano usciti molto più recentemente rispetto a quando invece sono stati distribuiti. 

 

 

La lista che vedrete qui sotto si riferisce alle uscite italiane: a volte capita che un film distribuito negli Stati Uniti in autunno/inverno da noi sia arrivato pochi mesi dopo, vanificando quindi il suo "anniversario a cifra tonda" per il 2020.

 

Più si va indietro nel tempo, inoltre, più la circostanza si verifica: è il caso di film rimasti nella Storia come Il Grande Dittatore di Charlie Chaplin, film del 1940 ma distribuito da noi solo nel 1946, o dei Classici Disney come Fantasia e Pinocchio, entrambi del 1940 ma arrivati sugli schermi italiani rispettivamente nel 1946 e nel 1947. 

 

Via col vento: film importantissimo, risalito agli onori della cronaca di recente, che dopo le première nel dicembre 1939 uscì negli Stati Uniti a inizio 1940, ma che da noi arrivò soltanto ben 9 anni più tardi. 

 

 

 

Il 1950 per Hollywood è l'anno dei fondamentali Viale del Tramonto ed Eva contro Eva, che però in Italia uscirono nel 1951. 

 

E ancora: nel 1970 vennero distribuiti Cinque pezzi facili, Love Story, Il piccolo grande uomo, Gli Aristogatti: tutti film entrati nella Storia del Cinema per un motivo o l'altro, ma che in Italia arrivarono solo qualche mese più tardi, nel 1971. 

 

Più recenti sono i casi di due capolavori di Martin Scorsese e David Lynch targati 1980: Toro Scatenato e The Elephant Man, che però vennero distribuiti in Italia nel febbraio e nel marzo del 1981, quindi niente anniversario rotondo quest'anno. 

 

E come non citare Edward mani di forbice e Mamma, ho perso l'aereo

Prodotti nel 1990, usciti nell'inverno di quell'anno, ma visti da noi italiani solo nel 1991. 

 

 

 

La lista degli anniversari cinematografici che leggerete può anche essere un'occasione per ricordare - nel caso abbiate l'età che vi permette di farlo, come ce l'ha chi sta scrivendo queste righe - i momenti in cui quel dato film lo avete visto al cinema. 

 

Ricordare come eravate, a cosa pensavate, quali emozioni vi scatenò dentro il grande schermo e quelle immagini viste per la prima volta, senza minimamente sapere che sarebbero state le compagne dei mesi e degli anni a venire. 

 

Personalmente, ad esempio, ricordo due mie 'prime volte al cinema': il primo film visto in sala di cui abbia memoria è La Storia Infinita, uscito da noi il 6 dicembre 1984 e quindi fuori per poco da questa lista di anniversari a cifra tonda. 

 

All'epoca si poteva entrare in sala in qualunque momento, anche a film iniziato e addirittura nel secondo tempo, per poi restare in sala e vedere il film dall'inizio allo spettacolo successivo. 

Una pratica che oggi sembra qualcosa di assurdo, ma assicuro ai lettori più giovani che funzionava davvero così. 

 

E nonostante mi sia stato riferito che prima del film di Wolfgang Petersen ne avessi visti altri al cinema - ma ero evidentemente troppo piccolo per ricordarmi di titoli come E.T. - L'extraterrestre o Il Ritorno dello Jedi - la mia memoria cinematografica più antica è l'immagine di Atreiu alle prese con Artax nelle paludi della tristezza. 

 

Non ho mai capito come sia possibile che un'immagine così traumatica non mi abbia fatto odiare il Cinema per sempre. 

 

 

 

La mia 'seconda prima volta' riguarda il primo film che vidi al cinema con gli amici, senza quindi essere accompagnato dai genitori. 

 

Una sensazione di libertà e indipendenza difficile da spiegare, ma che sono sicuro abbiate vissuto tutti. 

 

Il film era Dick Tracy, uscito da noi il 5 ottobre 1990: non lo troverete in lista perché molto meno iconico e cult rispetto a quelli inseriti, ma che per me rimarrà sempre uno dei film della mia vita per ovvie ragioni, che vanno al di là del film in sé nonostante Warren Beatty, Madonna, Al Pacino, Dustin Hoffman e il fatto che fondamentalmente stessi vedendo un cinecomic, anni prima che il termine cinecomic venisse coniato. 

 

Sono certo che abbiate visto la maggioranza dei 75 film di questa lista. 

 

Sta a voi adesso stupirvi di quanti anni siano passati da quando sono usciti ed emozionarvi, magari, pensando a che persone eravate quando li avete visti la prima volta. 

 

Tenendo sempre presente l'evidenza del fatto che il Cinema ci accompagna per tutta la vita, che un film cambia quando cambiamo noi ma al tempo stesso fa restare integre le emozioni anche dopo decenni, ogni volta che rivediamo quei fotogrammi e che sentiamo quelle battute che ormai conosciamo a memoria. 

 

Buon viaggio! 

 

10 anni fa: i film usciti nel 2010

__________________________________

 

 

 

5 marzo 2010

Shutter Island

 

Compie quest'anno dieci anni il thriller di Martin Scorsese con un Leonardo DiCaprio alle prese con un mistero insondabile. 

Cinefact: è l'unico film della coppia Scorsese/DiCaprio a non avere ricevuto nemmeno una nomination agli Oscar, a fronte delle 31 nomination e 9 statuette ottenute dagli altri 4 film! 

_________________________

 

 

 

26 marzo 2010

Dragon Trainer 

 

10 anni fa iniziavano le avventure di Hiccup e Sdentato, trilogia di animazione che ha poi conquistato critica e pubblico: gli incassi hanno quadruplicato i budget di produzione e il franchise ha dato vita a cortometraggi, videogiochi e serie TV. 

Tutti e tre i film sono stati candidati agli Oscar come Miglior Film di Animazione senza però mai vincere la statuetta, andata in tutti e tre i casi a un film Disney. 

Nel caso del primo Dragon Trainer, quell'anno l'Oscar andò proprio al film che trovate qui sotto. 

_________________________

 

 

 

7 luglio 2010

Toy Story 3 

 

Trilogia che inizia, trilogia che si conclude. 

O almeno così pensavamo tutti. 

Sono passati dieci anni da Toy Story 3... e nei cuori di noi spettatori italiani il doppiaggio di Fabrizio Frizzi non morirà mai. 

Franchise che ha letteralmente stravolto il Cinema di animazione. 

_________________________

 

 

 

24 settembre 2010

Inception 

 

Altro super film con Leonardo DiCaprio, ma stavolta per Christopher Nolan: sono già dieci anni che ci continuiamo a chiedere se quella benedetta trottola cada oppure no. 

Ma è davvero così importante? 

E siete sicuri di sapere tutto sul film?

_________________________

 

 

 

15 ottobre 2010

Cattivissimo Me

 

Altra trilogia di animazione all'esordio, annche se nessuno si aspettava il clamoroso successo del film. 

Come nessuno si aspettava che i Minions sarebbero diventati uno dei simboli dell'animazione degli ultimi tempi: c'è chi li adora, chi non li sopporta... ma sono 10 anni che i piccoli cosi gialli sono tra noi! 

_________________________

 

 

 

11 novembre 2010

The Social Network 

 

Il film di David Fincher che racconta la nascita di Facebook compie 10 anni quest'anno. 

Quando uscì, il social network di Mark Zuckerberg era pubblico da 6 anni, e la frase di lancio del film citava i "500 milioni di iscritti": oggi Facebook ne ha circa 2 miliardi e mezzo. 

_________________________

 

 

 

19 novembre 2010

Harry Potter e i Doni della Morte - Parte 1 

 

Nove anni dopo l'inizio, la saga di Harry Potter arriva alla conclusione: l'ultimo romanzo della serie fu diviso in due film, il secondo sarebbe uscito 8 mesi più tardi. 

I maghetti sono cresciuti, e il nome di Harry Potter è adesso davvero conosciuto da tutti i bambini del mondo. 

In totale gli 8 film della saga hanno incassato - solo come box office cinematografico, lasciando perdere i libri, il merchandise, i diritti d'autore legati a tutto il resto - la pesante cifra di 7 miliardi e 700 milioni di dollari, ponendo il franchise sul podio dei più redditizi di sempre dietro solo al Marvel Cinematic Universe e a Star Wars. 

_________________________

 

15 anni fa: i film usciti nel 2005

__________________________________

 

 

 

18 febbraio 2005

Million Dollar Baby 

 

Compie 15 anni uno dei film più belli di Clint Eastwood.

Million Dollar Baby è anche il film più premiato della sua carriera: 4 Oscar, tra cui Film e Regia, 2 Golden Globe, Premio César, David di Donatello e un'altra sessantina di preemi su oltre 80 nomination. 

E nonostante gli anni il dolore non è ancora passato. 

_________________________

 

 

 

25 febbraio 2005

Constantine

 

15 anni anche dall'ultimo grande successo di pubblico di Keanu Reeves prima di John Wick

Il detective dell'occulto John Constantine fu bistrattato dalla critica, ma ancora oggi i fan del film sono tantissimi. 

_________________________

 

 

 

20 maggio 2005

Star Wars: Episodio III: La vendetta dei Sith

 

Altra conclusione di una trilogia. 

Si chiude nel 2005 la cosiddetta Trilogia Prequel delle Guerre Stellari di George Lucas: tre film che non replicarono il successo della prima, e che oggi appaiono invecchiati più di quanto siano realmente. 

Il terzo film è senza dubbio il più riuscito, nonostante al sottoscritto non vada giù del tutto neanche questo

_________________________

 

 

 

17 giugno 2005

Batman Begins

 

Sembra una regola di questo articolo: trilogia che si conclude, trilogia che inizia. 

Un mese dopo la chiusura di Star Wars iniziano le avventure del Batman di Christopher Nolan anche se, per ammissione dello stesso regista, all'epoca nessuno stava pensando a tre film. 

_________________________

 

 

 

29 giugno 2005

La guerra dei mondi 

 

Tom Cruise che corre mettendosi in salvo dal pericolo e salvando la vita ad altre persone. 

Praticamente il riassunto di gran parte della carriera dell'attore, qui al suo secondo film con Steven Spielberg

Seconda trasposizione cinematografica del romanzo di H.G. Wells del 1897 a mezzo secolo di distanza dal film di Byron Haskin del 1953. 

Di questo passo aspettiamocene un altro tra circa 30 anni. 

_________________________

 

 

 

2 settembre 2005

Madagascar 

 

Ancora animazione, ancora franchise. 

La Dreamworks tira fuori dal cilindro una divertente storia con animali antropomorfi che ottiene un successo incredibile, incassa più di mezzo miliardo di dollari e dà vita a due sequel oltre a vari spin-off e serie televisive. 

Mi piace se ti muovi! 

_________________________

 

 

 

23 settembre 2005

La fabbrica di cioccolato

 

34 anni dopo il primo film con Gene Wilder arriva un'altra trasposizione del romanzo di Roald Dahl, e questa volta i panni dell'eccentrico Willy Wonka sono indossati da Johnny Depp, qui al quarto film con Tim Burton (in tutto assieme ne hanno girati 7). 

Più simile al libro rispetto al film precedente, il film è stato lodato dalla critica ma al pubblico è piaciuto pochino, nonostante sia subito diventato uno dei ruoli più iconici del protagonista. 

_________________________

 

 

 

21 dicembre 2005

Le cronache di Narnia - Il leone, la strega, l'armadio

 

Ancora franchise. 

Walden Media produce, Walt Disney Company distribuisce: dalla serie di romanzi di C.S. Lewis arriva il primo film di una saga che nelle intenzioni di Disney doveva replicare il successo di casa Warner legato al maghetto con la cicatrice in fronte. 

Il primo film andò benissimo, i due sequel... molto meno.

_________________________

 

20 anni fa: i film usciti nel 2000 

__________________________________

 

 

 

21 gennaio 2000

American Beauty

 

Esordio col botto per il regista Sam Mendes: sono passati vent'anni da quando il suo piccolo ritratto di un'America gretta, meschina e individualista raccolse il plauso di pubblico e critica anche grazie a un Kevin Spacey straordinario. 

5 Oscar su 8 nomination, con le statuette vinte come Miglior Film, Regia, Sceneggiatura Originale, Attore Protagonista e Fotografia, a un passo dall'entrare nella Storia del premio vincendo i Big Five, se solo quell'anno non ci fosse stata Hilary Swank in Boys Don't Cry che soffiò la vittoria alla candidata Annette Bening. 

_________________________

 

 

 

18 febbraio 2000

The Blair Witch Project - Il mistero della strega di Blair

 

Vent'anni anche da un film che a suo modo ha fatto la Storia del Cinema. 

Grazie a una campagna marketing senza precedenti e basata soprattutto sulle finte notizie divulgate sull'allora quasi appena nato Internet, TBWP costò 60mila dollari e ne incassò quasi 250 milioni.

Il film ha rinvigorito i fasti del sottogenere found footage dell'horror, che come capostipite ha senza dubbio un altro film. 

È italiano, e lo vedrete tra poco in questa stessa classifica. 

Gli sceneggiatori e registi di The Blair Witch Project sono in seguito praticamente svaniti nell'anonimato.

_________________________

 

 


25 febbraio 2000

The Beach

 

Ancora Leonardo DiCaprio, affezionato a questa classifica della nostalgia. 

The Beach è per la critica il peggior film della carriera di Danny Boyle, ma dopo vent'anni ha ancora i suoi fan. 

Famoso per il danno ecologico che causò nell'isoletta thailandese dove venne girato, il merito più grande del film è forse quello di aver scatenato in DiCaprio il furore ambientalista che ancora oggi lo contraddistingue. 

_________________________

 

 

 

10 marzo 2000

Il miglio verde

 

Sono passati vent'anni anche dal dolorosissimo film di Frank Darabont tratto da un libro a puntate di Stephen King. 

Tom Hanks, Sam Rockwell, James Cromwell e il gigante Michael Clarke Duncan in un film carcerario che commuoverebbe i sassi. 

Duncan ci ha lasciati nel 2012 in seguito a un infarto a soli 54 anni. 

Mi piace pensare che negli ultimi attimi abbia sussurrato "I'm in heaven"...

_________________________

 

 


17 marzo 2000

Magnolia

 

L'immagine è per Tom Cruise, dato che nel film non corre mettendosi in salvo dal pericolo e salvando la vita ad altre persone e probabilmente è una delle sue prestazioni più riuscite, ma il film è corale. 

Paul Thomas Anderson segue la scia di Robert Altman e confeziona un film clamoroso con Cruise, Philip Seymour Hoffman, William H. Macy, Julianne Moore, John C. Reilly, Philip Baker Hall e Alfred Molina. 

Ai vent'anni del film abbiamo dedicato un approfondimento che trovate qui.

_________________________

 

 

 

14 aprile 2000

Erin Brockovich - Forte come la verità

 

Oscar per Julia Roberts alla terza nomination, per un ruolo tratto da una storia vera che le ha fatto ottenere anche il Golden Globe, il BAFTA, il SAG Award, il Critics' Choice Movie Award e parecchi altri. 

Sono passati vent'anni dal film, ma ciò che viene denunciato è ancora tristemente attuale. 

_________________________

 

 

 

19 maggio 2000

Il Gladiatore

 

Ancora oggi il film più famoso della carriera di Russell Crowe. 

Il peplum di Ridley Scott sul generale che diventa schiavo e sfida l'imperatore ha fatto epoca, ottenne 5 Oscar su ben 12 nomination e a distanza di vent'anni resta uno dei prodotti hollywoodiani più amati e citati di sempre. 

Forse anche perché "ciò che facciamo in vita riecheggia nell'eternità"

Sono aperte le scommesse su come andrà il sequel.

_________________________

 

 

 

25 agosto 2000

Final Destination 

 

Il film a cui viene automatico pensare quando state guidando e davanti a voi avete un camion che trasporta tondini di ferro. 

Final Destination fu demolito dalla critica ma al pubblico piacque tantissimo; negli 11 anni a seguire generò ben 4 sequel, anche se comunque non replicarono mai il successo del primo. 

_________________________

 

 

 

18 ottobre 2000

Dancer in the Dark

 

Un musical di Lars von Trier, con protagonista Björk, che vince la Palma d'oro a Cannes. 

Basterebbero queste poche parole per convincervi a vederlo, nel caso in cui in questi ultimi vent'anni non vi fosse ancora capitata l'occasione. 

Occhio, però: non ne uscirete indenni. 

_________________________

 

 

 

27 ottobre 2000

X-Men 

 

Compie vent'anni nel 2020 anche il primo film dedicato agli X-Men

Prima dell'arrivo dei Marvel Studios, prima della moda dei cinecomic, prima di tutti gli altri: l'universo X-Men ha prodotto finora ben 12 film e si posiziona al 13° posto come franchise più redditizio di sempre. 

_________________________

 

 

 

10 novembre 2000

Scary Movie

 

20 anni fa usciva anche un film che si prendeva gioco degli horror: Scary Movie fu una secchiata di acqua fresca nel panorama dei film parodia, che non vedevano così tanta inventiva dai tempi dei film degli ZAZ negli anni '80 (ve ne parlo tra un paio di decenni, più sotto).

Il film ha generato addirittura 4 sequel, mai all'altezza del film originale, ma provate a rivederlo oggi: secondo voi si riuscirebbe a girare adesso un film del genere? 

_________________________  

 

 

 

15 dicembre 2000

Chiedimi se sono felice 

 

Il più grande successo commerciale del trio Aldo, Giovanni e Giacomo. 

Chiedimi se sono felice è il terzo film del trio comico, firmato assieme a Massimo Venier: ancora oggi è al 12° posto nella classifica dei film italiani più redditizi di sempre. 

_________________________

 

25 anni fa: i film usciti nel 1995 

__________________________________

 

 


7 aprile 1995

Léon 

 

25 anni faceva il suo esordio nel cinema Natalie Portman. 

Il ruolo le diede in seguito parecchi problemi a causa di alcuni imbecilli inqualificabili, ma il film di Luc Besson mise subito in chiaro che avevamo a che fare con un grande talento, che non sfigura affatto accanto ai già navigati Jean Reno e Gary Oldman nonostante all'epoca delle riprese la piccola Natalie avesse appena 12 anni. 

_________________________ 

 

 

 

4 maggio 1995

Il seme della follia

 

John Carpenter dirige un film ispirato ai racconti di H.P. Lovecraft. 

Vi servono altri motivi per vederlo, nel caso in cui non lo abbiate già visto? Fidatevi di me. 

Anzi no: "non fidatevi" [cit.]

_________________________ 

 

 

 

1° settembre 1995

Bad Boys

 

Ci fu un tempo in cui Michael Bay non faceva esplodere proprio tutto quello con cui aveva a che fare. 

Bad Boys fu il film di esordio per il regista, che arrivava dai videoclip e dalla pubblicità: successo clamoroso e lancio definitivo di Will Smith nel Cinema. 

_________________________  

 

 

 

15 settembre 1995

Waterworld 

 

Passato alla Storia per essere uno dei più grandi flop cinematografici di sempre, il film di Kevin Costner su un futuro post-apocalittico in preda agli oceani... è esattamente quello. 

Costato la bellezza di 175 milioni di dollari - cifra astronomica per l'epoca - il film incassò in tutto il mondo un totale di 264. 

90 milioni non sono pochi tra budget e incasso, ma ricordatevi che da quella cifra bisogna togliere tutti i costi di promozione, che per un film del genere non furono affatto bassi: Waterworld ottenne una nomination agli Oscar per il Miglior Sonoro e ben 4 ai Razzie Awards, tra cui Peggior Film, Peggiore Regia, Peggiore Attore e Peggiore Attore non Protagonista, quest'ultimo vinto da Dennis Hopper. 

Il film sopravvive nei nostri ricordi e anche come spettacolare attrazione agli Universal Studios a Los Angeles e Osaka.

_________________________  

 

 

 

21 settembre 1995

L’odio

 

Secondo lungometraggio per il regista Mathieu Kassovitz, L'odio vinse a Cannes il premio per la Miglior Regia e lanciò Vincent Cassel. 

Ancora oggi il film non ha perso un briciolo della sua potenza espressiva, con uno stile fortissimo e originale e tre protagonisti clamorosi. 

E ancora oggi, nonostante siano passati 25 anni, i problemi delle periferie parigine così come di quelle di tutto il mondo non sono cambiati per niente. 

_________________________  

 

 

 

24 novembre 1995

Pocahontas 

 

Sesto Classico del periodo del Rinascimento Disney, Pocahontas è il primo film della Casa del Topo tratto da una storia realmente accaduta. 

Anni dopo molti lo hanno indicato come il genitore di Avatar, ma sono persone con le quali è meglio non avere a che fare. 

_________________________  

 

 

 

30 novembre 1995

I soliti sospetti 

 

Venticinque anni fa gli spettatori di tutto il mondo si chiesero chi caspita fosse Keyser Söze. 

Oggi, chi sa di chi stiamo parlando, continua a osannnare il film con uno strepitoso Kevin Spacey e con Gabriel Byrne, Benicio Del Toro, Stephen Baldwin, Kevin Pollak e Chazz Palminteri. 

Anche se dopo un quarto di secolo forse possiamo finalmente dirlo: senza quel colpo di scena il film si sgonfia del tutto, e personalmente lo ritengo uno dei film più sleali nei confronti del pubblico di tutta la Storia del Cinema. 

È facile nascondere la soluzione se ti racconto bugie, dai. 

Ma tanto queste righe si perderanno all'interno di questo articolo enorme, e questa mia invettiva nei confronti di un film che so benissimo essere molto amato dal pubblico andrà persa. 

Meglio, così mi evito qualche inesorabile insulto. 

_________________________  

 

 

 

1° dicembre 1995

Braveheart - Cuore impavido

 

Venticinque anni fa uscì il film che dimostrò che Mel Gibson non era solo un sex symbol adatto a parti scanzonate con la pistola in mano. 

Dopo lo zoppicante L'uomo senza volto di un paio di anni prima, il Gibson regista trova in Braveheart la sua dimensione: il film è noto anche per una quantità infinita di inesattezze storiche, di anacronismi e di errori (c'è addirittura un pulmino bianco che passa sullo sfondo durante una battaglia).

Ma senza dubbio è rimasto nel cuore di moltissimi spettatori e ancora oggi resta il più pop tra i film di Mel dietro la macchina da presa.  

_________________________  

 

 


15 dicembre 1995

Seven 

 

25 anni fa nel giro di due settimane in Italia apparve chiaro che Kevin Spacey era un attore con i controcazzi. 

Ma grazie a Seven fu lampante anche che Brad Pitt non era solo un belloccio per parti da belloccio e soprattutto che David Fincher era un regista da tenere d'occhio. 

Il thriller con il pazzo che uccide seguendo i 7 vizi capitali fu un successone e arrivò 4° al botteghino 1995/96. 

_________________________  

 

30 anni fa: i film usciti nel 1990 

__________________________________

 

 

 

5 gennaio 1990 

Harry, ti presento Sally

 

Sono passati trent'anni da quel famosissimo orgasmo simulato al ristorante da Meg Ryan. 

Il film che ha cambiato il modo di raccontare l'uomo e la donna nacque in maniera assolutamente originale e ancora oggi viene citato, riproposto e soprattutto è amato dagli spettatori di tutto il mondo, compresi quelli che trovandosi a New York vanno apposta da Kat's Delicatessen (205 E Houston Street) per sedersi allo stesso tavolino di quella scena. 

Tra le commedie romantiche più riuscite di sempre, con una dichiarazione d'amore finale che mette ancora i brividi addosso. 

_________________________ 

 

 

 

1° febbraio 1990 

La voce della Luna

 

Fa impressione a dirsi, ma quest'anno compie trent'anni l'ultimo film di Federico Fellini, che ci avrebbe lasciati tre anni dopo. 

Forse in assoluto il meno noto del regista riminese, con la coppia Paolo Villaggio - Roberto Benigni che recita fuori dai soliti e consolidati schemi di entrambi e una nota politica che a distanza di tre decenni fa effetto: un Silvio Berlusconi dipinto su una porta che viene continuamente presa a pedate. 

Da recuperare, con una lacrimuccia sempre pronta a sgorgare dai nostri occhi nostalgici. 

_________________________  

 

 

 

14 agosto 1990 

Pretty Woman

 

"Pretty woman, walkin' down the street": il testo del brano di Roy Orbison, che ispirò il titolo del film, è diventato un tormentone inarrestabile. 

Impossibile oggi non associare il pezzo al film con Richard Gere e Julia Roberts: proprio quest'ultima deve il suo lancio stellare al film di Garry Marshall, anche perché per lei fu un autentico colpo di fortuna. 

Il ruolo della prostituta Vivien fu proposto a Sarah Jessica Parker, Jennifer Connelly, Valeria Golino e Sandra Bullock, che lo rifiutarono, e furono scartate Drew Barrymore, Winona Ryder e Uma Thurman perché troppo giovani. 

_________________________  

 

 

 

17 agosto 1990 

Nikita 

 

Uno dei personaggi femminili più belli che il Cinema ci abbia mostrato lo dobbiamo a Luc Besson: la sua Nikita interpretata da Anne Parillaud è la capostipite di un nuovo modo di scrivere le protagoniste. 

Forte, fragile, spietata, dolce, incasinata e meravigliosa, che non ha bisogno di un uomo per salvarsi nonostante lei, e le convenzioni cinematografiche, pensi di sì. 

Il regista francese ci avrebbe dimostrato in seguito quanto per lui fosse importante mettere una donna senza stereotipi al centro del suo Cinema. 

_________________________  

 

 

 

20 settembre 1990 

Ritorno al Futuro - Parte III 

 

Una delle trilogie più amate di sempre si concluse trent'anni fa. 

Marty e Doc si trovano nel Vecchio West per la chiusura di tre film che hanno reso immortali i suoi protagonisti. 

_________________________  

 

 

 

20 settembre 1990 

Quei bravi ragazzi 

 

Dopo 30 anni è ancora un punto di riferimento per il genere.

Il Goodfellas di Martin Scorsese è tra i punti più alti della straordinaria carriera del regista newyorkese, ma è anche il film della vita per Ray Liotta e uno dei più citati ed amati per Robert De Niro e Joe Pesci, con più di una battuta rimasta nell'immaginario collettivo e un memorabile piano sequenza che fatto scuola. 

_________________________  

 

 

 

16 novembre 1990 

Ghost - Fantasma

 

Fiumi di lacrime nei cinema di tutto il mondo per una storia rimantica e paranormale, che in più ebbe il merito di far conoscere al mondo il talento comico di Whoopi Goldberg. 

La scena con Demi Moore e Patrick Swayze che modellano un vaso è diventata di prepotenza una delle più note del cinema hollywoodiano, citata e parodiata centinaia di volte. 

Quarto incasso della stagione italiana 1990/91. 

_________________________  

 

 

 

6 dicembre 1990 

La Sirenetta 

 

28° Classico, il film che ha dato il via al periodo del Rinascimento Disney che si apre con La Sirenetta e si chiude con Tarzan. 

La Sirenetta fu un successo epocale: ultimo film Disney ad essere interamente disegnato a mano, incassò quasi 200 milioni di dollari nel mondo diventando il più redditizio film di animazione di sempre e dando il via a una rivoluzione. 

È in preparazione il chiacchieratissimo live action. 

_________________________  

 

 

 

13 dicembre 1990 

Atto di Forza

 

Arnold Schwarzenegger era già una star di livello mondiale, ma il film dell'olandese Paul Verhoeven lanciò una giovane Sharon Stone - che due anni più tardi sempre grazie a lui esplose con Basic Instinct. 

Thriller fantascientifico d'azione tratto da un romanzo di Philip K. Dick, il film arrivò 5° al botteghino italiano. 

Il remake del 2012 con Colin Farrell non ebbe la stessa fortuna. 

_________________________  

 

 

 

14 dicembre 1990 

Balla coi lupi

 

Successo strepitoso per l'esordio di Kevin Costner alla regia: 7 Oscar su 12 nomination, incasso che sorpassò di venti volte il budget, per un film di 3 ore che incollò il mondo al grande schermo e che rese Costner l'uomo più famoso del pianeta. 

L'epico racconto di amicizia e amore tra un ufficiale nordista e una tribù di indiani Pawnee andò oltre le più rosee aspettative, e dopo trent'anni ha ancora molto da dire. 

Il film fu il maggiore incasso della stagione 1990/91 in Italia, lo seguono altri 4 film di questa classifica: Pretty Woman, La Sirenetta, Ghost e Atto di Forza. 

_________________________  

 

35 anni fa: i film usciti nel 1985

__________________________________

 

 

 

11 gennaio 1985

Terminator

 

Mentre affrontava la sua prima regia sullo sfortunato Piraña Paura - titolo italiano di Piranha 3D - James Cameron ebbe una notte un incubo in preda alla febbre: da lì nacque l'idea per Terminator

Quest'anno sono 35 anni da quando il futuro Governatore della California divenne a tutti gli effetti una star del Cinema e da quando il futuro Re Mida di Hollywood dimostrava di avere parecchie cose da dire, e di saperle dire anche piuttosto bene. 

_________________________  

 

 


31 gennaio 1985

Ghostbusters - Acchiappafantasmi

 

Originariamente avrebbe dovuto esserci John Belushi, al posto di Bill Murray. 

Originariamente avrebbe dovuto essere ambientato in un futuro dove la professione di acchiappafantasmi era un lavoro normale come quello dell'idraulico o dell'elettricista. 

Originariamente era molto diverso in altri aspetti, ma forse è un bene che sia andata così: trentacinque anni fa i Ghostbusters uscivano nelle sale di tutto il mondo, e il mondo si sarebbe innamorato di loro. 

E anche di Zuul. 

Tanta attesa per il nuovo capitolo, con la regia del figlio di Ivan Reitman, Jason. 

_________________________  

 

 

 

15 febbraio 1985

Amadeus

 

Si può trasformare la vita di un compositore del '700 in un monumentale e divertente film biografico di 3 ore con un protagonista che si porta dietro alcuni dei tratti del suo Pinto di Animal House? 

Se in regia c'è Milos Forman si può. 

8 Oscar su 11 nomination, successo mondiale clamoroso e un Tom Hulce che non ha mai più raggiunto vette simili.

_________________________  

 

 


15 marzo 1985

Brazil 

 

Che fosse uno in gamba c'è chi lo aveva già capito mentre lavorava con i Monty Python e dopo aver visto I banditi del tempo, ma con Brazil Terry Gilliam crea un film-manifesto che rappresenta il suo Cinema, e da lì in poi non si sarebbe più fermato. 

Epocale, distopico, anche lugubremente profetico. 

Oggi come trentacinque anni fa. 

_________________________  

 

 

 

4 aprile 1985

Ladyhawke 

 

Compie 35 anni anche una delle storie d'amore più struggenti degli anni '80, e non solo: gli splendidi Rutger Hauer e Michelle Pfeiffer non si possono incontrare per via di una maledizione, costretti in forma animale lui il giorno e lei la notte. 

Ma l'amore trionferà. 

Lo sappiamo già, eppure il film lo amiamo lo stesso. 

_________________________  

 

 


18 ottobre 1985

Ritorno al futuro 

 

Opera seminale che più di tante altre rappresenta in pieno gli anni '80. 

Nato mentre non ci credeva nessuno, con una storia produttiva tutta da raccontare e un protagonista che non dormiva mai, Ritorno al Futuro è forse uno dei film più noti, citati e amati nel mondo. 

Immortale, anche dopo 35 anni... e anche dopo 350 le cose non saranno cambiate. 

_________________________  

 

 

 

20 dicembre 1985

I Goonies

 

Altro film che rappresenta alla grande la sua epoca, e che nel periodo contemporaneo di revival di quel decennio viene costantemente tirato in mezzo e preso ad esempio (Stranger Things, sto parlando con te). 

Produce Steven Spielberg, dirige Richard Donner, recitano tra gli altri Josh Brolin e Sean Astin, destinati a una carriera importante. 

I Goonies è un ottimo esempio di un "Cinema per ragazzini" che non esiste più: protagonisti giovanissimi, storia appassionante e divertente ma anche spaventi e momenti thriller, senza dimenticare qualche riflessione sulla vita e sulla morte. 

Anche se un vero Goonie non dice mai la parola "morte". 

_________________________  

 

40 anni fa: i film usciti nel 1980 

__________________________________

 

 


17 gennaio 1980 

Interceptor 

 

Uno degli esempi della lungimiranza dei distributori italiani quando si parla di titoli: il primo Mad Max firmato George Miller esce da noi con il nome della macchina guidata da Mel Gibson, costringendo a chiamare il sequel Interceptor - Il guerriero della strada e facendo comparire il nome di Mad Max solo nel terzo capitolo della saga, mandando in confusione gli spettatori italiani. 

Vero e proprio creatore di un immaginario post-apocalittico, il film costò 2 lire e 4 goleador, lanciò Mel al di fuori del continente oceanico e creò epigoni che ancora oggi non smettono di uscire. 

E a distanza di (quasi) 40 anni Miller ha dimostrato con Fury Road di non aver perso il tocco. 

_________________________   

 

 

 

19 gennaio 1980 

Un sacco bello 

 

Personaggi creati per la televisione, nati da stereotipi romanacci, portati al cinema da un giovane regista all'esordio nel cinema, cresciuto sotto l'ala del padre critico e prodotto da un gigante come Sergio Leone: come potrebbe funzionare? 

Funzionò, eccome. 

Un Carlo Verdone poliedrico e istrionico porta sul grande schermo una carrellata di situazioni esilaranti, e a distanza di quarant'anni appare evidente come avesse involontariamente fotografato un'Italia che, forse, ci assomiglia ancora parecchio. 

_________________________   

 

 

 

7 febbraio 1980 

Cannibal Holocaust

 

Sono passati quarant'anni anche dal film che portò il proprio regista in tribunale

Ruggero Deodato fu vittima della sua stessa creatura: rischiò il carcere perché dopo aver detto che Cannibal Holocaust nasceva da un vero video ritrovato e che tutto ciò che si vedeva era successo realmente... gli credettero in molti. 

Magistrati compresi. 

The Blair Witch Project chi? 

_________________________   

 

 

 

19 settembre 1980 

L'Impero colpisce ancora

 

Se quattro anni prima non ci credeva nessuno, dopo lo stratosferico successo di Guerre Stellari il mondo intero pendeva dalle labbra di George Lucas.

Ancora oggi ritenuto da moltissimi fan - me compreso - il migliore dell'intera saga, L'Impero è uno di quei film conosciuto anche da chi non l'ha visto, custode di uno dei colpi di scena più scioccanti, e anche più parodiati, di tutta la Storia del Cinema.

Ed è uno dei più fulgidi esempi del fatto che non sempre un sequel sia da scartare a priori. 

_________________________  

 

 

 

30 ottobre 1980 

L'aereo più pazzo del mondo 

 

Vero esordio cinematografico del trio ZAZ, ovvero Jerry Zucker, David Zucker e Jim Abrahams. 

Le loro teste avrebbero poi fatto nascere Top Secret!, Una pallottola spuntata, Hot Shots: il cinema che prende in giro se stesso con una sequela di gag che non lascia il tempo di respirare, dove molte battute vengono relegate al puro aspetto visivo in un angolo dello schermo mentre in primo piano succede dell'altro, costruendo una storia che togliendo qualunque momento comico si regge in piedi lo stesso. 

Un altro tipo di Cinema che, ahimé, non esiste più. 

Ma che a distanza di quarant'anni non appare invecchiato di una settimana, con un Leslie Nielsen strepitoso e un cameo di Kareem Abdul-Jabbar che ha fatto epoca. 

_________________________  

 

 

 

13 novembre 1980 

The Blues Brothers

 

Quarant'anni fa i fratellini andavano in missione per conto di Dio. 

E proprio per quel motivo uscirono indenni da situazioni assurde, da reiterati tentativi di omicidio, da inseguimenti folli e da suore incazzate. 

The Blues Brothers non ha bisogno di tante parole - anche perché qui trovate un articolo piuttosto corposo sulla genesi del film e dei personaggi - perché si descrive da solo: bastano un cappello e dei Rayban. 

O due giri di blues. 

O anche soltanto mezzo pacchetto di sigarette e un serbatoio pieno. 

_________________________  

 

 

 

22 dicembre 1980 

Shining 

 

Altro film epocale che compie quest'anno 40 anni. 

Quanti chilometri di parole sono stati spesi per lo Shining di Stanley Kubrick? Per l'interpretazione di Jack Nicholson, per quella di Shelley Duvall, per i significati nascosti del film? 

Per le differenze con il romanzo di Stephen King? Per tuttti gli aneddoti ad esso legati? 

Pellicola immortale che testimonia che il regista newyorkese era in grado di prendere qualunque genere cinematografico e farlo proprio, sempre con classe, originalità, rigore e un gusto per il Cinema in quanto tale che ha davvero pochi pari nell'intera Storia della Settima Arte.  

_________________________  

 

45 anni fa: i film usciti nel 1975 

__________________________________

 

 

 

28 febbraio 1975 

Professione: reporter 

 

Ancora Jack Nicholson, ma questa volta con il nostro Michelangelo Antonioni. 

Film pazzesco e forse troppo poco chiacchierato nella carriera del regista e del protagonista, l'opera scava nel personaggio e ci regala un dramma psicologico fotografato meravigliosamente da Luciano Tovoli, qui alla prima collaborazione con Antonioni e un paio di anni prima di venire incensato per i suoi colori di Suspiria

Tra gli altri meriti, se siete tra coloro a cui piacciono i piani sequenza con movimenti inspiegabili della macchina da presa, qui ce n'è uno che vi piacerà parecchio.  

_________________________  

 

 

 

7 marzo 1975 

Profondo Rosso

 

Successo pazzesco in tutto il mondo per Dario Argento, a quarantacinque anni di distanza è ancora il suo film più ricordato. 

Gli effetti, le musiche dei Goblin, il colpo di scena: Profondo Rosso è uno degli esempi di Cinema italiano che ci manca tantissimo, quando eravamo noi a insegnare agli altri come si racconta una storia, e venivamo presi ad esempio. 

_________________________  

 

 

 

27 marzo 1975 

Fantozzi 

 

Nato dalla penna di Paolo Villaggio, il ragioniere Ugo Fantozzi è indubbiamente uno dei personaggi più famosi del nostro Cinema. 

Protagonista suo malgrado di situazioni tragicomiche, il film cambia con l'età dello spettatore: se da piccoli si nota il solo aspetto visivo e slapstick e si ride per le sfighe che colpiscono il protagonista, da adulti si percepisce la feroce critica sociale e si empatizza con lui, spesso arrivando anche a commuoversi per l'ineluttabilità del suo destino incasellato da una società che non lascia scampo. 

Sono passati 45 anni e altri 9 film, ma il primo resta ineguagliato. 

_________________________  

 

 

 

31 agosto 1975 

The Rocky Horror Picture Show

 

Tratto dall'opera teatrale - quasi - omonima di Richard O'Brien, The Rocky Horror Picture Show è uno dei cult movie più cult di sempre. 

Sfido chiunque a non muoversi sulle note della colonna sonora e a non innamorarsi di quel personaggio folle di Frank-N-Furter interpretato da un Tim Curry gigantesco. 

Il Cinema Mexico di Milano, una delle sole 5 Rocky Horror House al mondo, lo propone dal 1981 e la pellicola vanta un incredibile record: dal 1975 non ha mai smesso di essere proiettato da qualche parte nel mondo. 

Let's do the Time Warp again!  

_________________________   

 

 

 

24 ottobre 1975 

Amici Miei

 

Terzo film italiano del 1975 in questa speciale carrellata, terza opera immortale e rimasta dentro ognuno di noi. 

Il film di Mario Monicelli non ha mai smesso di farci ridere - e riflettere - anche grazie alle indimenticabili prove del cast formato da Ugo Tognazzi, Philippe Noiret, Gastone Moschin, Adolfo Celi e Duilio Del Prete. 

Il Mascetti, il Perozzi, il Melandri, il Sassaroli e il Necchi: ci hanno lasciati tutti e cinque, ma il film li ha resi immortali. 

Ah, attenzione: non si dice 'supercazzola', ma 'supercazzora'.

Con la R.

_________________________  

 

 

 

19 dicembre 1975 

Lo Squalo 

 

Il film che rivoluzionò l'industria hollywoodiana, che fece nascere il concetto di blockbuster, che proiettò Steven Spielberg verso una carriera fortunatissima che ancora oggi dopo 45 anni non ha visto pause. 

E che purtroppo fece anche nascere la fobia degli squali in tutto il mondo, qualcosa che prima del film non era minimamente contemplata. 

Lo Squalo è un film imprescindibile, e se ancora non l'aveste visto dovreste muovervi. 

O avrete bisogno di una barca più grande. 

_________________________  

 

50 anni fa: i film usciti nel 1970 

__________________________________

 

 

 

12 febbraio 1970 

Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto

 

Elio Petri e Gian Maria Volonté: due nomi sufficienti a dire molto, soprattutto se si parla di Cinema sociale e di Cinema italiano degli anni '70. 

Quest'anno compie mezzo secolo un film ancora attualissimo, che all'epoca vinse l'Oscar per il Miglior Film in Lingua Straniera - e per le regole vigenti ai tempi l'anno dopo fu anche candidato per la Miglior Sceneggiatura - e che oggi resta uno dei Capolavori della nostra cinematografia, e non solo della nostra. 

 

"Il popolo è minorenne, la città è malata, ad altri spetta il compito di curare e di educare.

A noi il dovere di reprimere! La repressione è il nostro vaccino! Repressione è civiltà!"

_________________________  

 

 

 

28 marzo 1970 

Zabriskie Point

 

Secondo Antonioni dell'articolo. 

Compie 50 anni un film manifesto di quella generazione: quando uscì fu un flop imbarazzante e la critica americana lo demolì. 

Oggi appare lampante che Antonioni non volesse esprimere giudizi sulla società a stelle e strisce, ma solo raccontare una storia che ha vette incredibili di poesia e almeno una scena rimasta nella Storia del Cinema.  

_________________________  

 

 

 

22 dicembre 1970 

Lo chiamavano Trinità...

 

50 anni fa usciva il primo film della coppia Bud Spencer e Terence Hill assieme al regista E.B. Clucher, pseudonimo di Enzo Barboni. 

Con Trinità nasceva anche il Fagioli Western, storpiatura di Spaghetti Western che vide i due assoluti e incontrastati protagonisti. 

Altro film italiano di questo aarticolo che è sotto la pelle di ognuno di noi, con una serie di scene rimaste nella nostra memoria e quel piatto di fagioli che nessuno potrà mai dimenticare. 

Qui potete trovare molto altro in merito.  

_________________________  

 

60 anni fa: i film usciti nel 1960 

__________________________________

 

 

 

4 febbraio 1960 

La Dolce Vita

 

Sessant'anni, una vita. 

Una Dolce Vita, per essere precisi: uno dei film più famosi di Federico Fellini, conosciuto in tutto il pianeta anche da chi non lo ha mai visto soprattutto grazie a quella splendida scena di Anita Ekberg nella Fontana di Trevi mentre chiama il suo Marcello. 

Palma d'oro a Cannes, inserito pressoché in qualunque lista dei Migliori Film di Sempre, la pellicola non ha perso un briciolo della sua potenza visiva ed espressiva. 

Ed ogni volta è come la prima volta. 

_________________________  

 

 

 

21 ottobre 1960 

Ben-Hur

 

Se si pensa a un film mastodontico non si può non pensare a Ben-Hur. 

Sinonimo di kolossal, il film girato a Roma fu gigantesco in tutto: fu all'epoca il più costoso, il più redditizio, il più lungo con le sue 3 ore e mezza, il più complicato grazie a quasi mezzo milione di tonnellate di sabbia del Mediterraneo e più di 400 chilometri di tubature per i set. 

Senza dimenticare le 12 nomination agli Oscar e le 11 statuette vinte, che dopo 60 anni restano ancora un record soltanto eguagliato (da Titanic nel 1997 e da Il Signore degli Anelli - Il ritorno del re nel 2003) ma mai sorpassato. 

_________________________  

 

 

 

28 ottobre 1960 

Psyco 

 

Tra i tantissimi film di Alfred Hitchcock ce n'è uno che conoscono tutti: questo. 

Sono passati sessant'anni eppure la famosissima scena della doccia resta ancora una lezione di cinema e di montaggio, mentre il personaggio di Norman Bates interpretato da Anthony Perkins permane tra i più inquietanti e più riusciti cattivi di tutti i tempi. 

Anche se lui non farebbe male a una mosca, ed è un ragazzo che vuole tanto bene alla sua mamma. 

Cinefact: fu il primo film hollywoodiano a mostrare uno sciacquone in funzione. 

Quante cose cambiano in 60 anni. 

_________________________   

 

 

 

7 dicembre 1960 

Spartacus 

 

Secondo Kubrick dell'articolo, a vent'anni di distanza dall'altro: secondo film del regista con Kirk Douglas, dopo Orizzonti di Gloria, Spartacus ebbe il grande merito di rimettere in carreggiata lo sceneggiatore Donald Trumbo, cambiando parecchie cose nella Hollywood censoria dell'epoca. 

Oltre tre ore per raccontare una rivolta dal basso che sessant'anni dopo è ancora alla base di molte storie che vengono narrate oggi. 

4 Oscar su 6 nomination - ma neanche mezza per Stanley, ça va sans dire - e ruolo rimasto nella Storia per Douglas. 

_________________________  

 

 

 

23 dicembre 1960 

La ciociara 

 

Tratto da un romanzo di Alberto Moravia, sceneggiatura di Cesare Zavattini e Vittorio De Sica, con quest'ultimo che dirige una Sophia Loren che vincerà per questo ruolo il Premio Oscar, diventando la prima attrice a vincerlo per un film non in lingua inglese. 

C'è bisogno di altro per parlare di 'mito'? 

La storia di Cesira e Rosetta non ha età e colpisce duro ancora oggi: nel caso non abbiate ancora visto il film fatelo quest'anno, in occasione dei suoi sessant'anni. 

Vi aspetto nei commenti. 

__________________________________

 

 

 

15 settembre 1950

Cenerentola 

 

Chiudo questo articolo con un film che quest'anno compie 70 anni: Cenerentola, il 12° Classico Disney. 

 

Credo che tutti lo abbiano visto e abbiano partecipato alle sventure della protagonista, divenuta nel tempo stereotipo ed esempio di rivalsa sociale. 

E come Cenerentola, il film omonimo sta in fondo alla lista, arriva dopo tutti gli altri, viene schiacciato dalla fama e dalle parole dedicate ai 74 film precedenti. 

 

Ma proprio come Cenerentola non sarà l'ultimo per importanza, perché so che alcuni di voi sono arrivati a leggere fino a qui: e proprio a voi rivolgo il mio ringraziamento per la pazienza che avete dedicato a questo articolo strano, lungo, forse a tratti noioso e poco più che nozionistico; spero solo che vi sia piaciuto scorrere tra gli anni tanto quanto a me è piaciuto andare a cercare le date di uscita per parlare di Cinema, ancora una volta. 

 

Questo messaggio fate finta che sia un regalo segreto, dedicato solo a voi, una piccola cosa preziosa che in pochi leggeranno. 

Ve lo siete meritati, e magari non ve l'aspettavate. 

Ma sapete come si dice, no? 

Bibbidi... bobbidi... bu! 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Articoli

Articoli

Articoli

Lascia un commento



22 commenti

Matteo Castagnoli

3 giorni fa

tanto non vinco
in ogni caso auguroni teo!

Rispondi

Segnala

Riccardo Cordone

3 giorni fa

Auguroni teo!!!

Rispondi

Segnala

Martina Sarigu

3 giorni fa

La maggior parte di questi film è uscita prima che io nascessi. Ogni volta che ne guardo uno (sono film che adoro) mi chiedo come sarebbe stato guardarli al cinema 😢 Auguri Teo!

Rispondi

Segnala

luca terrana

3 giorni fa

Auguroni Teo!!! e complimenti a tutta a redazione per i bellissimi articoli che scrivete!

Rispondi

Segnala

mariapinacris

3 giorni fa

Ho l'autostima sotto zero! Ma comunque a ben pensarci è bello aver partecipato alla storia del cinema potendo dire "quel film lo vidi al cinema!"

Rispondi

Segnala

Jacopo

3 giorni fa

Ricordo perfettamente, "dall'alto" dei miei 24 anni, quando uscirono Batman Begins o Madagascar al cinema. Sembra assurdo pensare che siano passati già 15 anni. Mentre invece La Storia Infinita, anche se solo citato, riesce a commuovermi ogni volta come se fossi un ragazzino, e a farmi vivere epoche che non ho mai vissuto.

Rispondi

Segnala

Nello Carusi

3 giorni fa

Il tempo passa anche per te Teo.
Auguri!

Rispondi

Segnala

Davide Bauce

3 giorni fa

Incredibile come questi grandi film siano ancora attuali e contemporanei sotto molti punti di vista.

Rispondi

Segnala

Sirio

3 giorni fa

Molti di questi capolavori sono usciti ancora prima della mia nascita 🙈🔝
Auguri Teooo! 🎉🎉🎉

Rispondi

Segnala

Marco Peri

3 giorni fa

amici miei 🤤
tanta, ma tanta roba!!

Rispondi

Segnala


close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni