close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#Disneyinpillole

Walt Disney e le latrine sporche

Diversi anni dopo il 21 dicembre 1937, data della prima mondiale di Biancave e i sette nani, uno stupito Walt Disney parlava così in un'intervista ripescata da Bob Thomas, suo biografo ufficiale:

"Tutti i pezzi grossi di Hollywood erano venuti a vedere il mio cartoon! Era proprio vero! Mi tornarono in mente i primi tempi del mio arrivo e la prima volta che andai ad una prima. Vedevo tutte queste celebrità di Hollywood arrivare e avevo una strana sensazione. Speravo di vederli andare un giorno o l’altro alla prima di un cartoon.

Perché la gente sottovalutava il cartoon. Lo guardava dall’alto in basso.
Ricordo che incontrai un tizio sul treno, quando mi trasferii qui. Fu una di quelle cose che ti fanno uscire di matto. Stavo sulla piattaforma posteriore, in pantaloni e giacca scompagnati, ma viaggiavo in prima classe. Attaccai bottone con un tizio che mi chiese: “Va in California?”
“Sì, vado proprio laggiù”
“Che mestiere fa?”
“Sono nel cinema”, gli dissi.
E lui subito: “Oh”
Era come se gli avessi detto “Pulisco latrine”.
A volte ti vien voglia di far vedere alla gente chi sei, anche se dopotutto non te ne importa un fico. Pensai a quel tizio sul treno, la sera della prima di 'Biancaneve'.

Chi lo avrebbe mai immaginato che, andando in giro per il mondo, il film avrebbe portato a casa qualcosa come otto milioni di dollari?" 

 

 

 



Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Creepshow

News

AnimalinelCinema

Lascia un commento

103 commenti

Il Fulgenzio

4 mesi fa

Il pregiudizio non paga.

Rispondi

Segnala

Samuel De Checchi

10 mesi fa

Grande artista

Rispondi

Segnala

Lucrezia Bariselli

10 mesi fa

L’animazione non ha ancora raggiunto il successo che merita, nonostante negli ultimi anni si stia cambiando opinione per molti è solo intrattenimento per i più piccolo

Rispondi

Segnala

Arianna

11 mesi fa

"che vai a fare in Caifornia?"
"i miliardi"
"oh"

Rispondi

Segnala

Ruben Amsdem

11 mesi fa

Ha dato il via ad una delle mie più grandi passioni con quel topo

Rispondi

Segnala

Lu

11 mesi fa

Io lavoro in teatro, professione nata decisamente prima, eppure quando rispondo alle domande su che cosa io faccia per vivere, la risposta è sempre: "no ma intendo di lavoro!". Certe cose purtroppo non cambiano mai, però questo spinge a essere ancora più caparbi, Walt Disney docet 👍

Rispondi

Segnala

It's an Arrum

11 mesi fa

è strano pensare che l'impero Disney sia partito tutto da un piccolo topo che naviga con un battello.

Rispondi

Segnala

Dav 9000

11 mesi fa

Rivoluzionario, pieno di idee originali. Ha accompagnato l’infanzia di tutti noi e come è giusto che sia (purtroppo), ora che non c’è più, si sente la mancanza.

Rispondi

Segnala

Billizful

11 mesi fa

E pensare che a breve la Disney comprerà il mondo ahahaha

Rispondi

Segnala

Andy Dufresne

11 mesi fa

Se sapesse l'Impero che ormai è diventata la Disney...

Rispondi

Segnala

Elena Raffaele

12 mesi fa

Le parole di artisti del genere, perché di artista si tratta, sono sempre attuali.
Walt è l'esempio che se si crede in ciò che si sta facendo si può raggiungere l'obiettivo.

Rispondi

Segnala

Sara

12 mesi fa

Purtroppo non è cambiato molto. L' animazione è considerata ancora da troppi un "affare" per bambini.

Rispondi

Segnala

AriannaGaratti .

11 mesi fa

Sara
Purtroppo hai ragione...
Chissà quando le cose cambieranno?!

Rispondi

Segnala

Claudia Tropea

12 mesi fa

Quanta verità

Rispondi

Segnala

Daniele Di Battista

12 mesi fa

L'animazione è arte, all'inizio anche io ero dell'opinione che fossero prodotti per bambini, ma poi andando avanti con il tempo ho capito che film come questi servano più agli adulti che ai giovani

Rispondi

Segnala

Francesca Sica

12 mesi fa

È bello scoprire che  anche un colosso come la Walt Disney all'inizio ha dovuto combattere con i pregiudizi...

Rispondi

Segnala

Joe Riga

12 mesi fa

Direi che ce l'ha fatta, Walty😏

Rispondi

Segnala

Luca Porcino

12 mesi fa

un bel film è un bel film, che sia un live action o un film di animazione. se riesce a trasmettere un emozione, allora è degno di essere visto! di film disney scadenti ne ho visti pochi, e comunque mi piacciono anche quelli!

Rispondi

Segnala

Mr Blonde

12 mesi fa

Erano altri tempi, ma la bigotteria di molti è rimasta la stessa!

Rispondi

Segnala

AriannaGaratti .

11 mesi fa

Mr Blonde
Questo è verissimo!!!

Rispondi

Segnala

Ciulia

1 anno fa

Purtroppo molte persone non riescono a coglierne la versatilità. Sì, un film d'animazione è per bambini, ma è anche per adolescenti, adulti e anziani. La bellezza dei film di questo genere, a mio parare, sta proprio in questo. Sta nel poterli guardare ad ogni età, vivendo ogni volta in maniera differente le emozioni.

Rispondi

Segnala

Vincenzo D'Eugenio

1 anno fa

Mi immagino ora lo zio Walt guardare cosa ora la Disney sta diventando. Fra un pò comprerà Hollywood e il Vaticano!  Sinceramente non vado proprio pazzo per i suoi cartoni (adoro Miyazaki, evitate di insultarmi, i gusti sono gusti) però non posso negare di esserci cresciuto e averli adorati!

Rispondi

Segnala

Anacrusi

1 anno fa

Non sapevo di questa intervista... però è interessante vedere come questa volontà di essere sempre più grandi sia rimasta agli studios anche dopo la sua morte.... sarà per l'ibernazione??

Rispondi

Segnala

Giacomo Simoni

1 anno fa

L'animazione è stata la mia tesina di maturità, la prof di Italiano ha capito immediatamente cosa si era persa in tutti questi anni

Rispondi

Segnala

A dispetto di molti commenti quì sotto, io noto invece un amore sempre crescente verso i film d'animazione. Certo quelli che "sono solo cose da bambini" ci sono ancora, ma secondo me stanno diminuendo sempre più. Fortunatamente.

Rispondi

Segnala

Giorgia Leonardi

1 anno fa

Comunque, quando qualcuno mi dice che non vede film di animazione perché sono da bambini, penso sempre che non sanno cosa si perdono. Molti film di animazione hanno la dignità dei film con attori in carne ed ossa, ma le persone li reputano a priori come i Teletubbies. Io invece ho l'appuntamento al cinema fisso per il Disney, Pixar o quant'altro di turno!!

Rispondi

Segnala

Charlie Shield

1 anno fa

Giorgia Leonardi
Basti pensare agli anime giapponesi, che spesso sono quasi solo per adulti. Penso a SI ALZA IL VENTO, oppure a UNA TOMBA PER LE LUCCIOLE.

Rispondi

Segnala

Marco Natale

12 mesi fa

Giorgia Leonardi
Falli vedere South Park e vedi come si scandalizzano sul "è per bambinih1!1!1!"

Rispondi

Segnala

Filippo Soccini

1 anno fa

E sta invecchiando davvero bene.

Rispondi

Segnala

René Magritte

1 anno fa

I film e serie d'animazione possono essere grandi opere, alla pari di grandi film.
Basta pensare a La città incantata per esempio, o i film Pixar!
Ed, ovviamente, anche tanti classici Disney

Rispondi

Segnala

RustCohle

1 anno fa

Purtroppo esiste ancora oggi in molti lo snobismo sui film d'animazione, che stristezza...

Rispondi

Segnala

Paino

1 anno fa

Il tizio sul treno veniva dal futuro, sapeva benissimo che un giorno Walt Disney avrebbe preso una fetta di mondo.
Comunque immagino che 8 milioni di dollari all'epoca valevano molto di più...

Rispondi

Segnala

Marco Natale

12 mesi fa

Paino
Infatti senza inflazione Biancaneve ha incassato oltre 900 milioni solo in America quindi assurdamente nessuno ha superato gli spettatori del primo film animato del 39 tranne Star Wars IV, L'Esorcista, Lo Squalo, Dottor Zivago, Tutti Insieme Appassionatamente e forse Star Wars Il Risveglio Della Forza

Rispondi

Segnala

Gigi Dag

1 anno fa

Si può capire di quanto la gente sottovaluti qualunque cosa perché non ne riesce a comprendere il potenziale, quando qualcosa è ignaro al più, si punta sempre il dito ancora prima di vedere il risultato o comunque un qualunque segni che ti possa far dire se quella cosa effettivamente ha del potenziale oppure è da buttare, ma per fortuna non si onabbattare dalle critiche ricevute a inizio carriera e ha continuato il suo percorso arrivando a diventare un pioniere dell’industria cinematografica, quando nessuno avrebbe speso un centesimo per i suoi progetti.

Rispondi

Segnala

IlBuonVecchioNick

1 anno fa

ok che tutt'ora i cartoon sono spesso ingiustamente sottovalutati, ma comunque credo e ne sono convinto che i lavori disney e disney pixar siano di un livello nettamente superiori agli altri

Rispondi

Segnala

Maatz

1 anno fa

E 80 anni dopo la considerazione dell'animazione è più o meno la stessa..

Rispondi

Segnala

Luca Zenesini

1 anno fa

E poi la Disney è diventata la dittatura a cui siamo sottoposti sotto un unico grande leader... TOPOLINO!!

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

1 anno fa

Un buon "cartoon" in effetti vale un bel film, anche se tutt'ora siano molto sottovalutati

Rispondi

Segnala

Francesco Gliro

1 anno fa

Il grande Walt dimostra ancora una volta che se ascoltassimo chi ci impone dei limiti non andremmo da nessuna parte!

Rispondi

Segnala

Sam_swarley

1 anno fa

Forse l'animazione è anche più difficile di un film (entro certi limiti), visto che si parte dal nulla per creare dei personaggi che insieme trasmettano qualcosa

Rispondi

Segnala

Josephin Overwood

1 anno fa

Lo zio Walt...💜..mi ha regalato tante canzoni da cantare.

Rispondi

Segnala

Alessandro

1 anno fa

"A volte ti vien voglia di far vedere alla gente chi sei, anche se dopotutto non te ne importa un fico.". Perchè non è questa la citazione più famosa di WD? Da stampare e incorniciare

Rispondi

Segnala

Dirk Diggler

1 anno fa

Non si può provare nient'altro che ammirazione per quest'uomo

Rispondi

Segnala

Stanley K.

1 anno fa

Ammetto che talvolta tendo a sottovalutare le pellicole d'animazione. Tuttavia i Classici Disney troveranno sempre un posto nel mio cuore.

Rispondi

Segnala

Max Rockatansky

1 anno fa

Che uomo! Non per nulla ha creato un impero...anche se senza la sua guida non è più la stessa cosa.

Rispondi

Segnala

Angela

1 anno fa

Max Rockatansky
Però in quanto studios continua a coinvolgere tutti, ha un pubblico vastissimo, e le animazioni sono eccezionali, raramente ho notato effetti del genere e uno stile ineguagliabile.
Anche per me è calata molto la qualità delle storie, ma continua ad emozionare tutte le persone che vanno al cinema ;)

Rispondi

Segnala

Max Rockatansky

1 anno fa

Angela
Condivido pienamente Angela, soprattutto sulla qualità tecnica dei loro prodotti. La mia delusione si riferisce più che altro alle storie sempre meno originali fatte ad hoc per essere sicuri degli incassi, lungi da me dire che uno studios non debba puntare su guadagni sicuri. Ma penso che ci vorrebbe in ogni major un settore di sperimentazione che investa budget contenuti su progetti fuori dal main stream, nella speranza di sfornare qualche futura chicca degna di nota :')

Rispondi

Segnala

Angela

1 anno fa

Max Rockatansky
Sarebbe una cosa bellissima!
Purtroppo però nel mondo di oggi si pensa per lo più al guadagno, e quindi se fino ad adesso si è permessa di comprare aziende come la Fox, vuol dire che ha raggiunto l'obiettivo, forse dopo tutto questo riusciranno a ritagliare uno spazietto per i vecchietti veterani come noi che sono nati a pane e Disney e creare qualcosa con trame leggermente più complesse, sperando nel caro vecchio 2D :')

Rispondi

Segnala

Charlie Shield

1 anno fa

Max Rockatansky
Dici bene, senza di lui adesso è diventato un impero un po' troppo despota

Rispondi

Segnala

Giorgia Leonardi

1 anno fa

Max Rockatansky
In quanto ad originalità, non scordiamoci che i classici Disney sono quasi sempre tratti da romanzi o favole per bambini, anche se con cambiamenti rispetto alla trama da cui prendono spunto. Sinceramente io ho apprezzato anche gli ultimi film Disney, come ad esempio Zootropolis o Big Hero 6, che comunque presentavano trame complesse e trattavano temi anche di un certo peso. Per altro devo ammettere che la mancanza dell'amore romantico idealizzato negli ultimi lavori non mi dispiace affatto. Anche i film più musicali, come Frozen, Oceania e Rapunzel, ho trovato avessero canzoni molto orecchiabili. Questo naturalmente senza parlare poi della Pixar che sforna film stupendi manco piovesse. Io penso che la macchina per fare soldi stia nei remake in live action di tutti i film storici invece, che trovo superflui e alcune volte fastidiosi perché cambiano quella che è la mia memoria riguardo all'originale senza aggiungere contributi significativi (ma questa naturalmente è un'opinione personale).

Rispondi

Segnala

Stefano Ciani

1 anno fa

L’animazione e qualcosa di eccezionale un linguaggio cinematografico meraviglioso e unico e va rispettato .

Rispondi

Segnala

SandroSandro

1 anno fa

Quando penso al pregiudizio che certi hanno nei confronti dell'animazione, che sono tra i più disparati, principalmente penso a tutta la bellezza a cui si rifiutano di assistere. Mi dispiace sinceramente per loro.

Rispondi

Segnala

Angela

1 anno fa

Ha lasciato un segno nella storia del cinema d'animazione, e questo è innegabile

Rispondi

Segnala

Alessandro Lauria

1 anno fa

Non è che la situazione in merito ai pregiudizi ora sia tanto cambiata

Rispondi

Segnala

Matteo Usai

1 anno fa

L'animazione è un genere come un altro e non va discriminata

Rispondi

Segnala

Francesco Amodeo

1 anno fa

Severo ma giusto?

Rispondi

Segnala

Alessandro Davani

1 anno fa

Sono passati gli anni ma la reazione di tanta gente quando gli si dice che siamo appassionati di animazione non cambia...

Rispondi

Segnala

Dedina83

1 anno fa

Ma pensa tu... e intanto non ci fosse stato lui che infanzia avrei avuto, tutt'ora amo i film d'animazione e non smetterò mai di amarli sopratutto i Disney

Rispondi

Segnala

Alessandro Dinale

1 anno fa

Ma ancora desso è così, molta gente se gli dico che una delle mie passioni è il cinema e l'animazione, mi guardano manco avessi detto che mi piace macellare bambini.

Rispondi

Segnala

Dedina83

1 anno fa

Alessandro Dinale
Uguale anche io, quando dico che adoro l'animazione la gente rimane schifata. Ma quelle sono persone infelici 😉

Rispondi

Segnala

Francesco Miale

1 anno fa

Se penso solo a quanti bambini, me compreso, Biancaneve ha fatto l infanzia mi viene da piangere. Capolavoro indiscusso. La storia

Rispondi

Segnala

James Flint

1 anno fa

Perché non sapete chi lavora nello spurgo quanti film si fa nelle fogne.. 😁

Rispondi

Segnala

-"Che lavoro fai?"
-"Lo youtuber"
-" Oh."

Rispondi

Segnala

James Flint

1 anno fa

Enrico Macchiarella
Vabbè in questo caso è veramente come pulire latrine...

Rispondi

Segnala

James Flint
ma perchè scusa?

Rispondi

Segnala

Teo Youssoufian

12 mesi fa

James Flint
non importa mai quello che fai, ma come scegli di farlo.

Rispondi

Segnala

Davide Sciacca

1 anno fa

L'importante è l'abnegazione e crederci. Lui ci ha creduto.

Rispondi

Segnala

Davide Ripamonti

1 anno fa

Adesso 8 milioni di dollari li fanno con uno starnuto di IronMan

Rispondi

Segnala

Antonino Gandolfo

1 anno fa

Davide Ripamonti
però calcola che bisogna contestualizzare rispetto al periodo storico...cinematograficamente parlando adesso 8 milioni sono nulla ma nel '37...erano soldoni.

Rispondi

Segnala

Drugo

1 anno fa

Una storia veramente interessante.

Rispondi

Segnala

Nick name

1 anno fa

Davvero una bella storia, da trovare in un libro motivazionale hahaha

Rispondi

Segnala

Riccardo Sacchi

1 anno fa

Un genio visionario. Un po' come Steve Jobs. Tra l'altro Jobs fonda la Pixar, la Disney compra la Pixar. Tutto torna, no?

Rispondi

Segnala

Un grande che è riuscito a vederla lunga sin dall'inizio e ha creato un vero e proprio regno

Rispondi

Segnala

Tony S.

1 anno fa

Magari le storie di tutti gli artisti avessero un lieto fine così

Rispondi

Segnala

RayRJJackson

1 anno fa

Mai giudicare le apparenze.

Rispondi

Segnala

Luckyboy

1 anno fa

Quando un film può cambiare la storia del cinema e farti diventare miliardario per generazioni, anche se stai raccontando la storia di una ragazza che vive con sette nani in un bosco

Rispondi

Segnala

Roberto Rotondo

1 anno fa

E il caro Walt non sapeva che, da lì a molte decine di anni dopo, la sua compagnia avrebbe conquistato il mondo

Rispondi

Segnala

Regina Bolgan

1 anno fa

Se Disney non fosse mai esistito chi avrebbe preso il suo posto? 
Mi spiego meglio. Esiste qualcuno che prima o durante la sua "epoca" si sia avvicinato al suo lavoro? Cioè, qualcuno che anche provandoci in ogni modo non abbia sfondato come lui e quindi potesse prendere il suo posto?

Rispondi

Segnala

Regina Bolgan

1 anno fa

Se Disney non fosse mai esistito chi avrebbe preso il suo posto? 
Mi spiego meglio. Esiste qualcuno che prima o durante la sua "epoca" si sia avvicinato al suo lavoro? Cioè, qualcuno che anche provandoci in ogni modo non abbia sfondato come lui e quindi potesse prendere il suo posto?

Rispondi

Segnala

Riccardo Sacchi

1 anno fa

Regina Bolgan
Bhe la Warner Bros probabilmente...

Rispondi

Segnala

Tazebao

11 mesi fa

Regina Bolgan
Concordo con Sacchi: la Warner.

Rispondi

Segnala

Mirko De Pasquale

1 anno fa

Sono uno youtuber is the new sono nel cinema

Rispondi

Segnala

Roberto Rotondo

1 anno fa

Mirko De Pasquale
quarzo, quanto è vero!
Ahahahah

Rispondi

Segnala

Pfepfer

1 anno fa

Mirko De Pasquale
True story, bro!

Rispondi

Segnala

Wolvering

1 anno fa

Pfepfer
La differenza sta nella creazione di contenuti però, uno youtuber solitamente intrattiene e basta, pochi creano arte

Rispondi

Segnala

Walt Disney sapeva come vendere sogni perché è il primo ad averne avuti di suoi, per poi essere riuscito caparbiamente a realizzarli.

Rispondi

Segnala

Rocco Zaccaro

1 anno fa

Riscatto di un uomo che ha fatto storia ma anche riscatto di un settore che ha capovolto letteralmente il mondo in neanche 100 anni

Rispondi

Segnala

Rainia

1 anno fa

È sempre interessante vedere come cambino i tempi e, in un certo senso, cosa ne pensasse allora la gente di certe cose! (Anche se, purtroppo, ancora oggi ci sono persone che sottovalutano i cartoni...)

Rispondi

Segnala

Sirio

1 anno fa

Walt Disney è stato un grande uomo ed indubbiamente un innovatore

Rispondi

Segnala

FedericoD17

1 anno fa

Com'è cambiato il mondo 😳

Rispondi

Segnala

LeoGuerra

1 anno fa

Ovviamente gli otto milioni sono da contestualizzare nella sua epoca

Rispondi

Segnala

Davide Bertolotti

1 anno fa

Per chi commenterà la storia degli otto milioni. Calcolando il tasso d'inflazione oggi quei miseri 8 milioni ne varrebbero quasi 150

Rispondi

Segnala

Tazebao

11 mesi fa

Davide Bertolotti
Vorrei poter inserire la gif Thank you! con Michael Scott! 😍

Rispondi

Segnala

Baxter

1 anno fa

Adesso la Disney gli otto milioni se le inzuppa nel latte a colazione

Rispondi

Segnala

Beh insomma, otto milioni non è mica tanto eh! 😂

Rispondi

Segnala

Davide Bertolotti

1 anno fa

Francesco Chimienti
Oggi sarebbero quasi 150 milioni di dollari in realtà. Basta calcolare l'inflazione

Rispondi

Segnala

Davide Bertolotti
Apperó, mica pizza e fichi!!😂

Rispondi

Segnala

DocBrown

1 anno fa

Ed oggi 8 milioni di dollari per un film della disney non bastano nemmeno per pagare i caffé e le ciambelle alla gente che ci lavora 😂

Rispondi

Segnala

Tazebao

11 mesi fa

DocBrown
Sì! Ma devi calcolare che sono 8 milioni degli anni '30. Infatti il film è uno dei più grandi incassi della storia.

Rispondi

Segnala

Matteo Sinigaglia

1 anno fa

Otto milioni di dollari.... niente praticamente😂😂

Rispondi

Segnala

un grande!❤️

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni