close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#articoli

Deadpool 2 e i camei dei Premi Oscar Matt Damon e Brad Pitt

Nell'intero cast di Deadpool 2 ci sono anche due attori che hanno vinto 3 Premi Oscar, ma nessuno di loro fa parte del cast principale e, anzi, la storia dei camei di Brad Pitt e Matt Damon fa ridere quasi quanto il film! 

 

Brad Pitt ha vinto in carriera due statuette, una nel 2014 per il Miglior Film in quanto produttore di 12 anni schiavo e una nel 2020 come Migliore Attore non Protagonista di C'era una volta a... Hollywood

 

Deadpool 2 è il primo film di supereroi live-action per Brad Pitt, dato che in passato l'attore ha doppiato Metro Man in Megamind e aveva quindi in qualche modo già lambito il genere supereroistico al cinema. 

 

 

 

Il regista David Leitch ha spiegato come è nato il cameo.

 

Lui e Pitt sono amici da quando Leitch ha interpretato la sua controfigura in film come Troy, Mr & Mrs Smith, Ocean's Eleven e Fight Club; Pitt inoltre era già coinvolto nella produzione dato che era stato molto vicino a essere scritturato per il ruolo di Cable, che andò poi a Josh Brolin a causa dei troppi impegni della star di Seven. 

 

Il personaggio dello Svanitore non era originariamente incluso nella sceneggiatura di Deadpool 2, ma quella sua scena è stata aggiunta solo per consentire anche a Pitt di partecipare al progetto.

 

In Deadpool 2 c'è un momento in cui il protagonista interpretato da Ryan Reynolds riunisce un superteam chiamato X-Force: il suo roster include un compagno di squadra invisibile noto come Lo Svanitore; il pubblico non vede mai il personaggio fino a quando sfortunatamente viene fulminato e lo si può vedere per pochi fotogrammi.

 

I più attenti riconoscono subito che si tratta di Brad Pitt, ma è uno di quei camei che se in quel momento ti stai grattando il naso ti perdi completamente o, come dicono negli Stati Uniti, "blink and you miss it". 

 

 

 

Lo sceneggiatore Paul Wernick ha raccontato che nella sceneggiatura originale lui e i co-sceneggiatori Rhett Reese e Ryan Reynolds non avevano concepito quel momento per il cameo di qualche celebrità. 

 

"Non abbiamo mai pensato di mostrare lo Svanitore nella sceneggiatura originale.

È sempre stato un mistero", ha raccontato Wernick.

 

"A un certo punto però abbiamo pensato 'Oh mio Dio, che idea perfetta per il cameo di una celebrità!'

E poi: 'Chi è il più complicato da avere a Hollywood? Chiamiamolo!'

E così Ryan ha telefonato a Brad". 

 

Reynolds ha infatti contattato personalmente Pitt, i cui figli avevano adorato il primo film di Deadpool.

 

 



L'attore canadese ha poi raccontato che Brad Pitt ha accettato immediatamente, chiedendo come pagamento il minimo sindacale e... un caffè di Starbucks portato a mano sul set dallo stesso Ryan Reynolds.

 

"Era un impegno piccolissimo, una volta che abbiamo avuto il sì non c'è mai stata pressione: avevamo un'intera giornata di post-produzione per farlo", ha raccontato il regista David Leitch.

"Avevamo già il girato sul set e quindi si trattava solo di mettere Brad davanti al green screen per un breve periodo di tempo".

 

La troupe di Deadpool 2 ha girato il cameo di Brad Pitt in due ore in uno studio di Los Angeles; la cosa più divertente l'ha poi svelata Ryan Reynolds: quando si è effettivamente presentato sul set con un caffè di Starbucks Brad Pitt lo ha ringraziato, ma si era completamente dimenticato di quello che gli aveva detto al telefono e quindi l'aveva presa come una gentilezza generica da parte di Reynolds! 

 

In Deadpool 2 c'è anche il cameo di un altro Premio Oscar: Matt Damon. 

 

 

 

L'attore noto per film come Salvate il soldato Ryan, Il talento di Mr Ripley, la saga di Jason Bourne, The Martian e The Departed vinse una statuetta per la Miglior Sceneggiatura Originale - scritta assieme all'amico Ben Affleck - di Will Hunting - Genio Ribelle, Oscar vinto quando Damon aveva solo 28 anni. 

 

"Per il primo Deadpool abbiamo ricevuto molti "no".

Per Deadpool 2 invece ci sono arrivati un sacco di "sì!"", ha raccontato Wernick.

 

Il co-sceneggiatore Rhett Reese ha raccoontato di aver scritto una scena esilarante per Ryan Reynolds dedicata "all'inadeguatezza della carta igienica per la corretta igiene di un essere umano".

 

Successivamente gli sceneggiatori sono arrivati alla conclusione che le battute erano invece adatte a un Premio Oscar e Reynolds ha contattato il suo amico:

"Matt sembrava molto interessato e Ryan gli ha mandato le pagine.

Matt lo ha richiamato e ha detto 'Ok, accetto la parte'".

 

 

 

 

Matt Damon si presentò sul set con il costume e il trucco necessari per trasformarsi nel personaggio, passando così inosservato anche tra i membri della troupe che non lo riconobbero.

 

Paul Wernick ha anche aggiunto che Damon era davvero convinto dalle sue battute recitate in Deadpool 2:

"Dopo aver letto quelle pagine di sceneggiatura, Matt è oggi un grande sostenitore della pulizia con le salviette al posto della carta igienica". 

 

Cose che possono succedere solo su un set come quello di Deadpool 2! 

 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

News

Articoli

News

Lascia un commento



close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni