close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#articoli

Upload - Recensione: la vita dopo la morte non è mai stata così spassosa

Entra a far parte dell'ormai ricco panorama seriale Upload: il nuovo show targato Amazon Prime e diretto da Greg Daniels (The Office).

 

 

La serie è composta da 10 episodi ognuno della durata di 30 minuti ed è disponibile dal 1° maggio sulla piattaforma streaming di Jeff Bezos.

 

Upload è un piacevole mix tra comedy e fantascienza ambientata nel futuro: racconta la storia di Nathan (interpretato da Robbie Amell), un ragazzo superficiale e mondano che ha in cantiere un grosso progetto tecnologico basato sulla programmazione.

 

 

 

Nathan è fidanzato con la tipica donna ricca, un po' oca e un po' ossessiva, che lo attrae solo fisicamente e che in realtà non ama per niente.

 

Dopo un brutto incidente d'auto la sua ragazza si trova ad un bivio: scegliere se lasciare morire il suo amato di morte naturale oppure caricare la sua coscienza nell'upload, procedura che consiste nel caricare letteralmente le persone in un cloud per farle continuare a vivere.

 

L'upload serve anche a far trascorrere il tempo alle persone fino al momento in cui la tecnologia sarà in grado di trasferire le coscienze in corpi sintetici e reintrodurle nella società dei vivi.

 

Ma l'upload ha un costo elevato e purtroppo la famiglia di Nathan non può permetterselo, il suo account sarà quindi completamente gestito dalla sua ricca fidanzata Ingrid (Allegra Edwards).

 

Durante questo periodo nell'upload il ragazzo conoscerà una figura particolare, con la quale instaurerà un forte legame (Andy Allo, nei panni di Nora). 

 

 

[Andy Allo nel ruolo di Nora nella serie TV Upload]

 

 

Ma ora basta soffermarsi sulla trama, parliamo di cosa traspare realmente da un prodotto come Upload.

 

Cosa rende così speciale questo show? 

Sicuramente la capacità di saper mischiare differenti generi come la commedia, la fantascienza, il romanticismo e il dramma.

 

Di fatto Upload è un misto tra Black Mirror e una commedia romantica.

La serie infatti gira intorno al black humor, componente che va a braccetto con il progresso e la tecnlogia, soprattutto negli ultimi tempi.

 

Ritorna il concetto dell'abuso della tecnologia da parte dell'uomo, ma questa volta è stravolto da una visione divertente del progresso.

 

I temi “tecnologia e progresso” sono sempre stati oggetto di critica e di discussione già ai tempi del filosofo Arthur Schopenhauer, che non aveva una grande opinione di essi; anche George Orwell con il suo 1984 aveva immaginato uno scenario in cui ogni individuo era costantemente controllato e infine anche Karl Popper nel libro Cattiva maestra televisione aveva preso in esame la TV e la sua forma di tecnologia avanzata come mezzo di comunicazione di massa, con i suoi pregi, ma soprattutto con i suoi molteplici difetti.

 

Insomma: una questione che sarà sempre attuale e possibile tema di dibattito sociale.

 

Ma in Upload insieme all'umorismo nero e al tema della tecnologia ritorna anche il concetto delle differenze di classe sociale - anche questo costantemente in voga, da The Hunger Games a Snowpiercer fino ad arrivare recentemente a ParasiteIl Buco - solo che questa volta si palesa un po’ diversamente e forse anche in maniera più inquietante il messaggio:

"Puoi vivere per sempre, ma solo se te lo puoi permettere".

 

Se hai i soldi hai i giga e puoi vivere in un "aldilà" lussuoso, o comunque agiato. 

 

Se invece non sei in grado di permetterti certi lussi, allora devi accontentarti di trascorrere una vita a 2 Giga: una volta finiti sarai freezzato fino a che alla fine del mese ricomincerà la tua ricarica Giga, come una sorta di piano tariffario telefonico.

 

Inquietante.

 

 

[Robbie Amell nel ruolo di Nathan e Owen Daniels come intelligenza artificiale nella serie TV Upload]

 

 

Da questo ne conseguono ovviamente altre tematiche importanti come quella di vivere il proprio funerale, avere la capacità di modificare la propria realtà, saper instaurare rapporti interpersonali con persone totalmente differenti da noi stessi e molto altro ancora.

 

L'amore, la vita e la morte sono il fulcro di questo show; le emozioni che proviamo durante la vita e quelle che immaginiamo potremmo sentire dopo la morte, tutto viene trattato con la maggior delicatezza ed empatia possibile per non rischiare di cadere nel dramma totale.

 

Upload non fa ridere, ma fa sorridere e la brevità degli episodi rende fruibile e praticabile un binge watching perfetto. 

 

 

[Nathan interpretato da Robbie Amell e Andy Allo nei panni di Nora nella serie TV Upload]

 

Menzione speciale al reparto di VFX (effetti visivi) della serie che comprende grandi talenti di uno degli studi più famosi nel settore, la FuseFX, società pluripremiata che si è occupata di produzioni del calibro di The Walking Dead, American Horror Story, The Good Doctor, When They See Us, Agents of S.H.I.E.L.D. e molti altri.

 

Ecco un interessante video del making of

(Attenzione: potrebbe contenere spoiler)

 

 

 

Sappiamo già che Upload è stata rinnovata per una seconda stagione e questo si evince anche dal cliffhanger finale che sembra aprire le porte a qualcosa di davvero divertente.

 

Insomma, tra intelligenze artificiali incapaci di gestire il loro lavoro e fastidiosi popup che vendono servizi assurdi, la vita dopo la morte non è mai stata così spassosa come in Upload!

 

Assolutamente consigliato. 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Articoli

Articoli

Articoli

Lascia un commento



1 commento

Davide Sciacca

4 mesi fa

Guardata in mezza giornata (se scorrono, dieci episodi di 25 minuti van via in un attimo).
Tratta davvero in maniera leggera e delicata, ma evidente, un possibile futuro in cui i ricchi vivranno per sempre e i poveri saranno costretti a essere salvati in una scheda SD fino a che qualcuno non li toglierà di lì. Guardare 5 ore di queste tematiche in un altro contesto sarebbe stato pesante, ma sono riusciti a rendere il tutto godibile tramite l'humor, l'aspetto romantico e una buona recitazione.
Bello il video della CGI, pensavo che la bicicletta l'avessero portata a spasso degli omini verdi come si vedono nei making of di Star Wars!

Rispondi

Segnala


close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni