close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#articoli

Le foto segnaletiche di 20 star di Hollywood

Il pubblico è abituato da decenni a vedere le star di Hollywood fotografate nei momenti più mondani come il red carpet dei Premi Oscar, oppure nei servizi fotografici in posa per una rivista o un sito. 

 

Da quando esistono i social network sono poi le stesse celebrità che ci aggiornano costantemente sulla propria vita privata, pubblicando spesso e volentieri foto e selfie senza i filtri delle foto professionali e a volte prendendosi anche un po' in giro; la cosa negli ultimi anni non solo ha notevolmente diminuito le foto dei "paparazzi", ma ha anche avvicinato molto le star al loro pubblico di fan. 

 

Ci sono però delle foto che le celebrità non sono disposte a diffondere in maniera spensierata: sono quelle segnaletiche, che vengono scattate alla Centrale di Polizia. 

 

Qui troverete 20 celebrità di Hollywood immortalate in uno dei loro momenti sicuramente meno glamour e meno gioiosi: quale di queste vi sembra più lontana dall'immagine della star a cui siete abituati? 

 

 

 

 

Al Pacino 

 

Nel 1961 Al Pacino fu arrestato per porto abusivo di arma da fuoco, ma in seguito le accuse furono fatte cadere.

L'attore dichiarò alla polizia che stava andando a recitare e aveva bisogno dell'arma per meglio immergersi nel ruolo.

 

Nella foto ha appena 21 anni, all'epoca recitava nei seminterrati sotto i teatri di New York: sarebbero passati altri 6 anni prima del suo effettivo debutto a Teatro e 10 per il suo primo ruolo cinematografico. 

 

 

 

 

Christian Slater 

 

L'attore di Una vita al massimo e Mr. Robot avrebbe dovuto prendere un aereo per Los Angeles al JFK di New York nel 1994, quando i suoi bagagli attivarono l'allarme di sicurezza.

Nella sua borsa venne trovata una pistola Beretta calibro 7.65, senza licenza.

Slater confessò e fu rilasciato la vigilia di Natale.

 

Grazie ai suoi avvocati la sentenza successiva fu meno severa di quanto avrebbe potuto essere: fu condannato a 3 giorni di servizi sociali presso una casa di sicurezza per bambini.

 

 

 

 

Edward Furlong

 

Una delle - tante - volte in cui Edward Furlong è stato arrestato fu nel settembre 2004: è l'unica volta in cui il suo arresto non riguarda questioni di abuso di sostanze stupefacenti, violenza domestica nei confronti di una sua partner o violazione degli ordini restrittivi in seguito alle denunce per violenza.

In questo caso si trattò di intossicazione pubblica, in seguito a un bizzarro incidente in un negozio di alimentari del Kentucky.  

 

Secondo il dipartimento di polizia di Florence, l'allora 27enne star di Terminator 2 - Il giorno del giudizio e American History X si trovava in un negozio di alimentari con alcuni amici quando arrivò la polizia, che li colse mentre tentavano di liberare delle aragoste vive dall'acquario del negozio. 

 

 

 

 

Haley Joel Osment 

 

L'ex "bambino de Il sesto senso" fu arrestato nel 2006 per guida in stato di ebbrezza, dopo che con l'auto aveva centrato la cassetta della posta di un'abitazione.

 

Dopo l'alcol test venne trovato positivo anche alla marijuana, la polizia gli trovò in macchina un piccolo quantitativo di erba e lo portò in Centrale, dove uscì grazie al pagamento di una cauzione di 15.000 dollari.

 

 

 

 

Hugh Grant 

 

27 giugno 1995, Los Angeles: Hugh Grant viene sorpreso nella sua BMW con una prostituta.

L'attore si dichiara colpevole di condotta lasciva e viene condannato a due anni di libertà vigilata, oltre a una multa di 1810 dollari. 

 

L'arresto fece scalpore perché pochi mesi prima Grant aveva vinto il Golden Globe per Quattro matrimoni e un funerale, rendendolo quindi uno degli attori più noti e richiesti in tutto il mondo: la sua carriera subì una pausa dalla quale si riprese nel 1999 con l'uscita di Notting Hill. 

 

 

 

 

Jake Lloyd 

 

Il 17 giugno 2015 Jake Lloyd - il piccolo Anakin Skywalker di Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma - fu arrestato per guida pericolosa, guida senza patente e resistenza all'arresto, dopo un inseguimento durato 40 chilometri in South Carolina, terminato solo perché Lloyd uscì di strada finendo contro un albero.

 

La madre spiegò in seguito agli agenti che il comportamento era dovuto al fatto che Jake non aveva preso i suoi psicofarmaci. 

 

 

 

 

Jane Fonda 

 

Nel 1970 venne arrestata due volte: la prima a marzo dopo una manifestazione a Fort Lawton, Seattle, mentre la seconda (quella della foto) a novembre all’aeroporto di Cleveland.

 

L’accusa fu quella di avere preso a calci il poliziotto che le trovò addosso alcune pillole sospette: l’accusa cadde quando le pillole si rivelarono delle normali vitamine.

 

 

 

 

Josh Brolin 

 

10 anni prima di diventare il temibile Thanos in Avengers: Endgame, Josh Brolin fu arrestato a Shreveport, in Lousiana, in seguito a una rissa scoppiata in un bar.

Con lui c'era anche Jeffrey Wright (Westworld) e altri cinque membri della troupe di W., il film di Oliver Stone sulla vita del Presidente degli Stati Uniti George W. Bush: la lite esplose nel locale intorno alle 2 del mattino, in seguito a un non ben definito scontro con un uomo della sicurezza e un membro della troupe, intervenuta per difenderlo.

 

Per il rilascio di Brolin fu fissata una cauzione di... 334 dollari.

 

 

 

 

Keanu Reeves 

 

L'iconico Neo di Matrix fu arrestato nel 1993 per guida in stato di ebbrezza.

Fu rilasciato subito dopo la sua ammissione di colpevolezza.

 

Ma non fu l'unica volta, perché nel 2006 fu arrestato di nuovo per essere passato con il rosso e nel 2007 per aver rischiato di investire con l'auto un paparazzo che lo stava inseguendo. 

 

 

 

 

Macaulay Culkin 

 

Adesso sappiamo che sta bene e che è finalmente uscito da tutti i problemi del passato, ma uno dei tanti brutti momenti dell'ex piccolo Kevin di Mamma, ho perso l'aereo fu nel 2007. 

Mentre si trovava in auto con un amico fu fermato dalla polizia di Oklahoma City, che lo trovò in possesso di 17,3 grammi di marijuana, 32 milligrammi di Clonazepam e 16,5 milligrammi di Alprazolam, senza ricette mediche.

Fu brevemente incarcerato e poi rilasciato su una cauzione di 4000 dollari.

 

Al processo si dichiarò prima non colpevole e poi ammise la colpa, ottenendo tre pene da scontare dopo un anno e il pagamento di 540 dollari di tasse. 

 

 

 

 

Matthew McConaughey 

 

il 25 ottobre 1999 McConaughey fu arrestato nella sua casa ad Austin, in Texas: le accuse includevano il possesso di marijuana e la resistenza all'arresto, ma la cosa è molto più buffa di quello che sembra. 

La polizia rispose a una chiamata alle 2:37 di notte da parte di un vicino che si lamentava della musica troppo forte proveniente dalla casa dell'attore di Interstellar

Secondo quanto riferito dalla polizia ufficiale Matthew McConaughey è stato trovato a ballare nudo mentre suonava i bonghi con un amico.

 

Le accuse per droga furono ritirate, ma McConaughey si dichiarò colpevole per aver violato l'ordinanza sul rumore in città e pagò una multa di... 50 dollari. 

 

 

 

 

Mel Gibson 

 

Il 28 luglio 2006 Gibson fu arrestato mentre guidava sulla Pacific Coast Highway a Malibu, in California, a circa 90 miglia orarie dove vigeva il limite di 45.

Una volta fermato dagli agenti si mostrò collaborativo, ma quando capì che l'avrebbero portato in Centrale cominciò ad inveire contro di loro.

La cosa peggiorò quando Mel Gibson chiese a uno degli agenti "Ehi, sei forse ebreo, tu?!" in maniera minacciosa - l'agente, guarda caso, era ebreo - e quando apostrofò un altro agente dicendogli "Che hai da guardare, tette di zucchero?!"

 

Mel Gibson fu trovato positivo all'alcol test e passò la notte in cella; fu rilasciato il mattino dopo dietro il pagamento di 5000 dollari di cauzione.

 

 

 

 

Michelle Rodriguez 

 

L'attrice di LostFast & Furious ha visto la polizia più di una volta, ma nel 2006 prese una decisione bizzarra.

Durante le riprese di Lost alle Hawaii Rodriguez venne fermata più volte dalla polizia di Honolulu per violazione dei limiti di velocità e il 1° dicembre venne arrestata per guida in stato di ebbrezza.

 

Durante il processo che si tenne nell'aprile 2006 l'attrice si dichiarò colpevole e scelse non solo di pagare una multa di 500 dollari, ma di trascorrere cinque giorni in prigione al posto di prestare i servizi sociali, previsti come alternativa. 

 

 

 

 

Mickey Rourke 

 

Nel luglio 1994 Mickey Rourke fu arrestato dalla polizia di Los Angeles.

Le accuse erano di abuso coniugale per aver presumibilmente preso a schiaffi e a calci la moglie Carré Otis, co-protagonista con lui di Orchidea Selvaggia nel 1989. 

Dopo essere stato rilasciato su una cauzione di 5000 dollari al processo l'attore di The Wrestler si dichiarò non colpevole: le accuse vennero poi ritirate.

 

Nel 2011 venne pubblicato il libro Beauty, Disrupted: A Memoir, un'autobiografia di Carré Otis che racconta degli abusi subiti lungo tutta la sua carriera di modella e dove la parentesi dedicata al matrimonio di 6 anni con Mickey Rourke descrive l'attore come violento e possessivo, al punto di minacciare di suicidarsi se lei non l'avesse sposato. 

 

 

 

 

Nick Nolte 

 

Il 12 settembre 2002 Nolte fu arrestato per guida sotto l'influenza di alcol o droghe, dopo che la polizia lo aveva osservato mentre si muoveva nel traffico di Malibu.

Dopo essere stato sottoposto a esami del sangue fu determinato che l'attore si trovava sotto l'effetto di Acido gamma-idrossibutirrico (GHB, noto anche come ecstasy liquido) una "droga dello stupro" che è un potente depressivo illegale. 

 

L'attore fu condannato a tre anni di libertà vigilata ed alla possibilità di controlli casuali: aveva 61 anni e due giorni l'arresto entrò in un centro di disintossicazione e riabilitazione del Connecticut.

 

 

 

 

Robert Downey Jr 

 

Prima di diventare Tony Stark e portare con Iron Man i Marvel Studios in cima ai botteghini di tutto il mondo Robert Downey Jr ne passò parecchie.

 

Il 23 giugno 1996 fu arrestato per aver guidato ubriaco e trovato in possesso di eroina, crack, cocaina e di un revolver calibro .357. 

Il 6 novembre il giudice municipale di Malibu Lawrence Mira condannò Downey Jr a 3 anni di libertà vigilata per accuse di armi e droga; poco più di un anno dopo, l'8 dicembre 1997, il giudice Mira lo condannò a sei mesi di prigione per aver violato la libertà condizionale.

 

18 mesi dopo l'attore tornò alla prigione di stato di Corcoran per scontare di nuovo una condanna a 3 anni, per una violazione della libertà condizionale il 16 luglio 1999.

Una corte d'appello dello Stato della California ordinò che venisse rilasciato nel suo carcere statale, a causa di un errore di condanna commesso dal suo giudice di prova nell'agosto 1999 e un tribunale di appello ordinò il suo rilascio immediato.  

La corte d'appello dichiarò che il giudice della Corte Suprema Lawrence Mira non tenne conto del tempo impiegato da Downey nella riabilitazione giudiziaria e stabilì che l'attore aveva finito con il servire più del tempo necessario per adempiere alla sua pena.

 

Robert Downey Jr fu poi nuovamente arrestato in un hotel di Palm Springs, in California, per possesso di cocaina e valium il 25 novembre 2000.

Le accuse vennero però archiviate nel luglio 2002 a causa della "Proposition 36": il giudice aveva stabilito che Downey Jr era rimasto fuori dalla droga per 14 mesi. 

In quel periodo Downey Jr fu arrestato anche per essersi arrampicato sul letto del figlio del vicino della porta accanto, una sera tardi, sotto l'influenza dell'alcol, ma non fu mai condannato.

 

Il 24 aprile 2001 fu arrestato a Culver City, in California, per essere sotto l'influenza di droga dopo essere stato trovato a vagare in un vicolo.

Anche questa volta non fu accusato. 

 

 

 

 

Shia LaBeouf

 

Shia LaBeouf è un altro che con gli arresti ha un rapporto che inizia da lontano: la prima volta risale al 1996 quando aveva appena 9 anni e rubò un paio di Nike da un negozio e la seconda due anni dopo per aver rubato il videogioco dei Pokémon per il GameBoy! 

 

Questa foto è del suo arresto del 2015, in Texas: visibilmente ubriaco stava correndo in mezzo alla strada, quando fu notato da una pattuglia e portato in Centrale.

 

Nel giugno dell'anno prima LaBeouf fu arrestato allo Studio 54 di New York e accusato di condotta disordinata, molestie e violazione di domicilio: l'attore si dichiarò colpevole di condotta disordinata, mentre le accuse di violazione di domicilio e molestie sono state ritirate.

 

L'8 luglio 2017 l'attore di Transformers è stato nuovamente arrestato nel centro di Savannah, Georgia, attorno alle 4 del mattino per disturbo della quiete pubblica, condotta disordinata e ostruzione; il filmato della Bodycam - la telecamera sul corpetto degli agenti di polizia - ha inseguito mostrato LaBeouf mentre faceva "commenti razzisti intrisi di volgarità" nei confronti degli agenti durante il suo arresto.

Fu condannato alla libertà vigilata per un anno e condannato a pagare una multa di 1000 dollari, oltre all'obbligo di cercare una terapia per gestire i suoi problemi di rabbia e di abuso di sostanze.

 

Nel settembre 2020 Shia LaBeouf è stato accusato penalmente per reati minori e piccolo furto per il suo coinvolgimento in un alterco con un uomo: si dichiarò non colpevole. 

Nel dicembre dello stesso anno l'attore è stato citato in giudizio dalla sua ex ragazza Tahliah Debrett Barnett - nota con il nome d'arte FKA Twigs - per violenza sessuale, aggressione e inflizione di distress emotivo.

Durante la ​​causa sono venute alla luce anche le accuse di abuso da parte di un'altra donna con la quale LaBeouf aveva avuto una relazione, la stilista Karolyn Pho.

 

L'attore dichiarò nella sua disposizione che era stato "abusante" di se stesso e di coloro che lo circondavano "per anni" e che si sarebbe "vergognato" e "dispiaciuto per coloro ha ferito", in seguito ha negato le accuse.

 

A seguito della causa Netflix lo ha rimosso dalla sua campagna per la Award Season di Pieces of a Woman, film dove recita accanto a Vanessa Kirby.

 

 

 

 

Steve McQueen

 

L'attore che ha fatto della "vita spericolata" un modo di essere non poteva non presenziare in questo articolo. 

Nel 1972 Steve McQueen fu arrestato ad Anchorage, in Alaska, per guida in stato di ebbrezza: dopo aver pagato la cauzione lasciò la città, ma fu condannato in contumacia per guida spericolata.

 

D'altronde, se sei Steve McQueen… 

 

 

 

 

Vince Vaughn 

 

L'attore di 2 single a nozze fu arrestato dai poliziotti del North Carolina nell'aprile del 2001 e accusato di aver preso parte ad una rissa fuori da un bar della New Hanover County. 

Vince Vaughn si trovava al bar con parte del cast del film Unico testimone, durante il periodo di riprese: un uomo fece scattare una rissa nella quale furono coinvolti Vaughn e un amico sceneggiatore, Scott Rosenborg. 

Nel tentativo di sedare la cosa intervenne Steve Buscemi, che però venne pugnalato sopra l'occhio, alla mascella, alla gola e al braccio e fu portato in ospedale.

 

Per Vince Vaughn non ci fu denuncia e l'accusa fu ritirata sei mesi dopo.  

 

 

 

 

Woody Harrelson 

 

Nel settembre del 1982 la polizia di Columbus, Ohio, fu chiamata a gestire un disturbo del traffico che un giovane aveva provocato ballando pericolosamente in mezzo alla strada.

Gli agenti ammanettarono l'allora ventunenne Woody Harrelson, ma sulla strada per la stazione di polizia Woody saltò fuori dalla macchina ridendo maniacalmente mentre correva via.

La polizia lo rincorse e riuscì a riprenderlo, ma lui buttò a terra uno degli agenti; l'altro poliziotto riuscì ad ammanettarlo e fu preso in custodia. 

A causa della sua giovane età Harrelson fu liberato in seguito al pagamento di una multa di 390 dollari.

 

Buffo pensare che in Zombieland il suo personaggio si chiami Tallahassee e che Columbus, Ohio, sia il nome del suo co-protagonista interpretato da Jesse Eisenberg

 

Chissà se Woody ripensò al suo arresto la prima volta che lesse la sceneggiatura!  

 

Become a Patron!

 

Ti è piaciuto questo articolo? 

Sappi che hai appena visto il risultato di tanto impegno, profuso nel portarti contenuti verificati e approfonditi come meriti!

Se vuoi supportare il nostro lavoro perché non provi a far parte de Gli Amici di CineFacts.it?

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Articoli

Articoli

Articoli

Lascia un commento



close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni