close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#MivestodiCinema

Laura Jean Shannon: la super costumista dei supereroi

Laura Jean Shannon è una costumista - o meglio: una SuperSuit Designer - che si è specializzata nei costumi da supereroi: ha firmato lavori come Iron Man, Black Lightning, Scott Pilgrim vs The World, Doom Patrol, Titans, The Boys fino al recentissimo Star Girl.

 

 

Ogni costume ha dietro una storia e uno studio molto approfondito.

 

 

Ogni tutina è diversa dalle altre, così come il supereroe (o presunto tale) che lo indossa.

 

A capo di un team in grado di seguire più progetti contemporaneamente, Laura Jean Shannon è consapevole che i suoi lavori siano sotto il microscopio dei fan di tutto il mondo e si avvale di ogni risorsa possibile per raggiungere dei risultati eccezionali.

 

 

[Titans: Brenton Thwaites nei panni di Robin]

 

 

Questa ricerca appare su progetti come Titans per il costume di Dick Grayson / Robin

 

Laura Jean Shannon ha trasformato il logo "R" di Robin in un'arma che viene lanciata: il "birdarang", in parallelo con i più famosi “batarangs” di Batman.

 

Quel logo che apparentemente è solo un inserto di stoffa viene quindi trasformato in un’arma letale, simbolo del supereroe. 

 

Usare questa sorta di “easter eggs” è una delle particolarità della costumista.     

 

 

[The Boys: Patriota, uno dei protagonisti della serie]    

 

 

Se analizziamo con attenzione il costume di Patriota di The Boys possiamo notare alcune particolarità.

 

Il supereroe rappresenta la cultura americana, ma nello stesso tempo si fonde con alcuni simboli fascisti: il personaggio indossa la bandiera degli Stati Uniti come un mantello e il suo ornamento sulla spalla è un'aquila d'oro.

 

Ma è un'orgogliosa aquila calva americana o il simbolo di tanti imperi storici autoritari?

Il simbolo viene ripetuto sulla stoffa di tutto il costume e si insinua nella mente dello spettatore, come in punta di piedi.

 

Ma mentre la storia va avanti l'ambiguità visiva si fa più forte e le crepe nella personalità e nelle motivazioni del personaggio si rivelano, frantumando la facciata del personaggio. 

 

 

[The Boys: Starlight e il suo primo costume]  

 

 

Il costume di Starlight (The Boys) è inizialmente molto semplice e “casalingo” e riflette in pieno il carattere della supereroina che lo indossa.

 

Con il progredire della storia e il suo essere accolta nel gruppo, il costume ha un’evoluzione e diventa più sexy e provocante. 

 

La costumista ha rivelato che fu davvero una sfida progettare quel costume partendo semplicemente da un body e doverlo trasformare in un costume da supereroe in linea con gli altri, rimanendo allo stesso tempo fedele al personaggio di Starlight. 

 

 

[Doom Patrol: Robotman. La costumista ha dichiarato che il costume ha una specie di mosaico formato da piccolissime “r”, quasi invisibili ad occhio nudo. Io non le ho mai notate, e voi?]  

 

 

Uno degli obiettivi principali di Laura Jean Shannon è soprattutto che gli attori si identifichino immediatamente nel proprio personaggio. 

 

Brec Bassinger, che interpreta la protagonista di Stargirl, in un’intervista ha raccontato che la prima volta che ha indossato il costume erano le due del mattino:

“Ero molto stanca, ma appena ho indossato il costume la mia postura è subito cambiata e mi sono sentita davvero un supereroe!” 

 

 

[Stargirl ha debuttato il 18 maggio sulla piattaforma streaming DC Universe]  

 

 

Ovviamente ogni costume è creato su misura di ogni attore al millimetro, anche grazie alle nuove tecniche di scansione 3D, ma questo non significa che i costumi non siano vittime di rotture o di strappi.

 

Il reparto costumi necessita di moltissime copie di ogni vestito, soprattutto se si tratta di supereroi.

Sono costumi da supereroi, ma non sono veramente “super vestiti” e solitamente gli stuntmen indossano delle copie fatte in tessuti diversi più resistenti, ma meno adatti per i primi piani.

 

Questo porta quindi il reparto a dover studiare diverse soluzioni per per ogni evenienza di copione.

 

“Il pubblico moderno ha grandi aspettative” rivela Laura Jean Shannon.

"Vogliamo un'atmosfera cinematografica in modo che lo spettatore si senta coinvolto nella vita del personaggio.

Cerchiamo sempre di usare idee innovative".

 

Ma questo significa pensare anche a come sarà assemblato il costume, e la cosa viene così riassunta dalla costumista: 

"Abbiamo bisogno di menti che pensino come ingegneri, non solo come designer".

Laura Jean Shannon Laura Jean Shannon Laura Jean Shannon Laura Jean Shannon Laura Jean Shannon

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Good&Bad

SuldivanodiAle

CineFactsPodcast

Lascia un commento



close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni