close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#NationalPlatoon

La ragazza della porta accanto - Recensione: una romantica sorpresa

La ragazza della porta accanto è una commedia del 2004 diretta  da Luke Greenfield con protagonisti Elisha Cuthbert e Emile Hirsh.

 

Il resto del cast comprende Timothy Olyphant, James Remar, Paul Dano, Chris Marquette, Olivia Wilde, Timothy Bottoms, Donna Bullock, Jacob Young, Amanda Swisten, Sung Hi Lee, Ulysses Lee e Sunny Leone.

 

La ragazza della porta accanto è scritto da Stuart Blumberg, David T. Wagner, Brent Goldberg e Chris McKenna ed è una produzione Regency Enterprise.

 

 

 

La ragazza della porta accanto parte dall'idea che più o meno ci aspetta dal titolo: Matthew Kidman (Emile Hirsch), studente modello in vista di finire il liceo e scalpitante dalla voglia di entrare in uno dei college delle Ivy League, si invaghisce della sua vicina di casa, Danielle (Elisha Cuthbert).

 

Una figuraccia indimenticabile porterà Danielle ad accorgersi di Matthew e i due, dopo un'antipatia iniziale, cominceranno a conscersi meglio e a innamorarsi, anche se Matthew dovrà presto imparare a distinguere gli amici dai nemici e le goliardate dalle buone idee.

 

Matthew scopre infatti dai suoi amici Klitz (Paul Dano) e Eli (Chris Marquette) che Danielle ha un passato da attrice pornografica e questo porterà qualche problema alla relazione tra i due, ma sarà solo un assaggio di quello che li aspetta.

 

 

 


Kelly (Timothy Olyphant) è l'ex-agente di Danielle e vuole riportarla a recitare, anche se lei non è più interessata a quel mondo.

 

Matthew vuole aiutarla, ma Kelly ha tanto fascino quanto pochi scrupoli e questo porterà Matthew a dover usare l'ingegno per non per perdere Danielle e riuscire nel frattempo a non giocarsi il futuro. 

Come avete letto dalla breve sinossi La ragazza della porta accanto è una commedia romantica che è capace di trattare temi interessanti.

 

Se la pornografia, il suo ruolo nell'immaginario collettivo e i suoi meccanismi è sicuramente quello che salta più all'occhio, ciò non vuol dire che sia l'unico.


Altri argomenti importanti che La ragazza della porta accanto riesce a trattare in maniera interessante sono la competizione tra gli studenti per riuscire a entrare nei college più esclusivi, i retroscena dell'educazione sessuale nelle scuole americane e i segreti della vita sessuale dell'insospettabile classe media.

 

 

 

 

La storia scritta da Stuart Blumberg, David T. Wagner, Brent Goldberg e Chris McKenna viene messa in risalto dalle ottime performance dell'intero cast.

 

Se da una parte sembra quasi superfluo sottolineare le performance di attori noti come Emile Hirsch, Timothy Olyphant e Paul Dano, dall'altra bisogna sia considerare come Hirsch e Dano fossero giovani ai tempi de La ragazza della porta accanto, e che anche la performance di Elisha Cuthbert sia assolutamente da apprezzare.

 

Il personaggio di Danielle merita un plauso anche dal punto di vista della scrittura, in quanto la sua forza e indipendenza non si dissolvono del tutto quando s'innamora di Matthew o quando Kelly cerca di manipolarla per fargli fare quello che vuole.

 

Proprio alla luce di questo character arc bisogna rendere merito alla Cuthbert per essere riuscita a interpretare in modo molto convincente tutte le varie fasi dell'evoluzione di Danielle.

 

La regia de La ragazza della porta accanto è un altro lato positivo del film, per quanto non uno di quelli più notabili.

 

La ragazza della porta accanto non ha una regia ricercata, ma nelle commedie bisogna essere capaci di apprezzare anche quelle regie che non provano a fare molto, in quanto sono fin troppi i film di questo genere che vengono rovinati da inutili tentativi di una regia dinamica e innovativa, che poi si rivela essere semplicemente fuori luogo e deleteria per la fruizione del pubblico.

 

 

 


In conclusione La ragazza della porta accanto è una commedia romantica consigliatissima e perfetta sia per chi cerca un film divertente da guardare per farsi due risate - cosa fin troppo necessaria di questi tempi - sia per chi è fan delle commedie romantiche ma è stanco delle solite storie trite e ritrite.

 

Come bonus La ragazza della porta accanto permette di vedere dei bravi attori in un momento ancora verde della loro carriera, alle prese con un genere diverso da quello a cui vengono oggi associati.

 

Vi saluto come sempre augurandovi buona visione e tante, tante risate. 

 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Articoli

News

NationalPlatoon

Lascia un commento



close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni