close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#OscarHistory

1985: La seconda vittoria di Sally Field

Il discorso di ringraziamento dell'attrice, premiata per il film Le stagioni del cuore, è diventato celeberrimo in particolare per una frase, pronunciata, o meglio urlata proprio alla fine: "You like me, you really like me".

 

Tale frase sarà poi ripresa, citata e parodiata innumerevoli volte, in film, trasmissioni televisive e discorsi di ringraziamento vari; da Una pallottola spuntata a The Mask, passando per la cantante Madonna e, addirittura, l'ex presidente USA Bill Clinton.

Una vera e propria frase iconica, entrata nel linguaggio dello spettacolo americano.


La cosa più incredibile, però, è che il motivo di tutta questa popolarità è dovuta anche al fatto che la frase in questione, pronunciata a più riprese dai personaggi famosi più vari, fu frutto del cosiddetto "Effetto Mandela".

Di cosa sto parlando?

In psicoanalisi, l'effetto Mandela è una sorta di "disguido" nella memoria inconscia collettiva, assimilabile al Déjà vu, che però è da considerarsi come evento individuale.

Detto in parole poverissime, è quando un certo momento, già iconico di suo, entra nell'immaginario collettivo in modo leggermente diverso da com'era in origine.

 

Qualche esempio famoso?

La frase del doppiaggio italiano di Blade Runner "Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi" che diventa erroneamente (nel nostro linguaggio parlato quotidiano): "Io ho visto cose che voi umani non potreste nemmeno immaginare".

O ancora, ne L'Impero colpisce ancora, la celebre battuta a sorpresa di Darth Vader nel momento culminante nel film, "No, io sono tuo padre", che ancora oggi viene citata dalla maggior parte delle persone con l'aggiunta del nome Luke, che nella scena in questione non viene proprio pronunciato.

 

Il nome di questo strano fenomeno mnemonico deriva dal fatto che moltissime persone ritenevano Nelson Mandela essere morto in carcere negli anni '80.

Con Sally Field successe la stessa cosa. La frase esatta che lei pronunciò nel discorso di ringraziamento fu in realtà: "You like me, right now, you like me", che però venne poi mutuata in "You like me, you really like me", diventando nel corso degli anni un vero e proprio tormentone.

 

Misteri e fascini della mente umana.

 

Qui di seguito, il video originale della premiazione.

 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Lascia un commento

23 commenti

Arianna

10 mesi fa

Comunque, tutto il rispetto per Sally Field, a me piace molto, anche se non viene generata come altre.

Rispondi

Segnala

Arianna

10 mesi fa

Non conoscevo questo aneddoto, Interessante, e che cotonate 😂

Rispondi

Segnala

Tazebao

10 mesi fa

Curioso ed interessante aneddoto. Non ho visto il film e lei, purtroppo, per me è sempre stata una di quelle attrici di cui non ricordi il nome ma pensi sempre - guardando un film dove lei recita - "Ma dai! C'è quella che era nel film Forrest Gump/ Mrs Doubtfire!". Ignoravo, sinceramente, che avesse vinto addirittura due Oscar!

Rispondi

Segnala

Luca Porcino

11 mesi fa

non sapevo sally field avesse vinto un oscar, io la ricordo solo per la parte della madre odiosa in mrs doubtfire. ho sempre pensato che assomigli fisicamente a un cane... 😂

Rispondi

Segnala

Pierluca Parise

11 mesi fa

Luca Porcino
Ne ha vinti addirittura due (l’altro era per Normae Rae) ;)

Rispondi

Segnala

Sandra Bullock

11 mesi fa

ricordo l'emozione di quando vinsi l'oscar! dovessi vincerne uno in questi anni lo dedicherei di sicuro a Teo

Rispondi

Segnala

Luca Porcino

11 mesi fa

Sandra Bullock
genio! 😂😂😂😂

Rispondi

Segnala

Roberto Rotondo

11 mesi fa

Sandra Bullock
Non ci credo muahahahaahahahah

Rispondi

Segnala

Stanley K.

11 mesi fa

Effetto Mandela che si manifesta spesso nel quotidiano per altro

Rispondi

Segnala

Anacrusi

11 mesi fa

Bell'articolo! Molto interessante

Rispondi

Segnala

Davide Redentori

11 mesi fa

Curiosissima questa cosa. Complimenti Pierluca ☺️ PS: Sally Field strepitosa 😊

Rispondi

Segnala

Francesco Miale

11 mesi fa

Bellissimo questo articolo, uno dei migliori, complimenti

Rispondi

Segnala

Filippo Soccini

11 mesi fa

Mi viene in mente anche la frase detta da Louise Fletcher quando vinse per "qualcuno volò sul nido del cuculo": Ho amato essere odiata da voi.

Rispondi

Segnala

Joaquin Phoenix

11 mesi fa

interessante l'Effetto Mandela

Rispondi

Segnala

Gigi Dag

11 mesi fa

E stranamente non ha più vinti, ha avuto nel corso della sua carierà alti e bassi, (fortunatamente più alti) anche solo con Lincoln ha dato prova di saper ancor emozionare il pubblico con le sue performance.

Rispondi

Segnala

Elia Tron

11 mesi fa

Bella questa rubrica! Tante curiosità in poche righe 😉

Rispondi

Segnala

Stanley K.

11 mesi fa

Elia Tron
Vero, complimenti per la rubrica :)

Rispondi

Segnala

Samuel De Checchi

11 mesi fa

Come in The Mask per la celebre frase Sfumeggiante

Rispondi

Segnala

Davide Arienzo

11 mesi fa

Effettivamente un articolo sugli "Effetto Mandela" più famosi del cinema sarebbe interessante

Rispondi

Segnala

Baxter

11 mesi fa

Sally Field, sono tuo padre!

Rispondi

Segnala

Barbara G.

11 mesi fa

Per Star Wars ho sempre pensato che il cambiamento sia un tentativo di rendere chiaro a cosa ci si riferisce: se uno dice "no, io sono tuo padre!" a qualcuno che non conosce la saga risulterà sicuramente meno chiaro che con un "Luke, sono tuo padre!", che rimanda ai film e mostra all'interlocutore che è una citazione (a meno che non si chiami Luke, in quel caso se non ha visto i film può equivocare 😂)

Rispondi

Segnala

Stanley K.

11 mesi fa

Barbara G.
Molto probabile in effetti

Rispondi

Segnala

Alessandro

11 mesi fa

Chi sa da cosa è dovuto questo effetto Mandela, cosa porta ai cinefili a cambiare le frasi di un film

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni