close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#articoli

Phantasmagoria - Quando Marilyn Manson voleva sbattersi Alice e mangiare il Bianconiglio

[Attenzione: alcuni contenuti presenti nell'articolo potrebbero non essere adatti a un pubblico di minori]

 

Cuore di Tenebra di Orson Welles, Superman Lives di Tim Burton o il Napoleon di Stanley Kubrick: i progetti cinematografici mai andati in porto sono tantissimi, spesso e voltentieri con alle spalle delle vicende travagliate tali da renderli, per l'appunto, delle "incompiute".

Fra questi "progetti spezzati", ce n'è uno che ha sempre suscitato in me una grandissima curiosità, pari solo al rammarico di non aver mai visto il film ultimato: Phantasmagoria - The Visions of Lewis Carroll, diretto da nientepopodimeno che il "reverendo" Marilyn Manson.

 

 

[Marilyn Manson prima che diventasse l'uomo che ha mangiato Marilyn Manson]


Manson, lo sappiamo tutti, è sempre stato un personaggio controverso (nomen omen, dicevano i latini), dotato di una carica provocatoria fuori dal comune e, come normale che sia, affascinato da personalità orientate in direzioni ostinate e contrarie.


Fra queste troviamo lo scrittore inglese Charles Lutwidge Dodgson, noto ai più con lo pseudonimo di Lewis Carroll, autore di Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie (1865) e Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò (1871).

Conoscendo le due parti in causa, la natura dell'interesse di Manson per Carroll è facilmente intuibile: lo scrittore - e matematico, fotografo, logico e prete anglicano - britannico, con i suoi viaggi in mondi fantastici pieni di luci, ma anche di tantissime ombre, i suoi disturbi neurologici forse legati all'epilessia che gli causavano dolori e problemi alla vista, fu un uomo capace di smuovere facilmente la curiosità del cantante dell'Ohio.

 

 

[Un'illustrazione di John Tenniel tratta da Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie


Se poi si aggiungono le accuse di pedofilia - molto probabilmente infondate - mosse al novelliere di Daresbury il quadro può dirsi completo.

 

Infatti, anche Manson, in passato, è stato vittima di pregiudizi e accuse assurde come quella di appartenere alla cerchia di "mandanti morali" e ispiratori di Eric Harris e Dylan Klebold, gli autori del massacro della Coloumbine High School, avvenuto il 20 aprile 1999 nella contea di Denver.

Manson iniziò a progettare il film nel 2004, ma i primi risultati concreti del suo lavoro si videro nel 2007, quando comparvero sul web alcune fotografie di produzione, una bozza di locandina e la sinossi ufficiale che vi riporto qui di seguito.

 

Inghilterra vittoriana – uno scrittore nevrotico in un castello isolato, tormentato da notti insonni e fantasie/visioni di una ragazza chiamata Alice.

L’uomo si ritrova ad essere un sintomo della sua stessa invenzione.

 

 

“Tutti i miei incubi conoscono il mio nome”, pensa.
Lo scrittore Lewis Carroll.

Terrorizzato da quello che lo aspetta ogni notte.

 

 

 

 

Le indicazioni di massima sulla trama erano molto promettenti. Il rocker si proponeva di rivisitare la biografia di Carroll sfruttando atmosfere dark e horror, nelle quali Manson, oltre che dedicarsi alla regia - e probabilmente alla soundtrack - si sarebbe cimentato anche nel ruolo di protagonista, impersonando un Lewis Carroll costretto a fare i conti con le sue fantasie e i suoi dolori.


L'idea era quella di disintegrare la favola di Alice, della Lepre Marzolina e del Cappellaio Matto rimodellandola con uno stile molto più conturbante e oscuro.

 

Le speculazioni relative ai nomi che avrebbero composto il cast erano continue - e sicuramente molto fantasiose: Lily Cole (nei panni di Alice), Dita Von Teese (ex compagna di Manson), Tilda Swinton, Angelina Jolie e addirittura Johnny Depp.

 

 



 

L'insieme di questi elementi, oltre alla comparsa in rete del sito promozionale dedicato al film, potevano far intuire che il primo lungometraggio di Marilyn Manson sarebbe uscito nelle sale cinematografiche mondiali entro il 2008 o, al massimo, nel 2009.

Il 2007 è anche l'anno di uscita dell'album Eat me, drink me (un titolo con evidenti influenze dal Paese delle Meraviglie). 


Successivamente, la messa online di un primo - tanto angosciante quanto promettente - teaser trailer sembrava essere il degno preludio di un'imminente distribuzione.

 

 

 

Invece, contrariamente a quanto si potesse pensare, il progetto si perse nell'oblio del nulla.

 

Almeno fino a un criptico tweet cinguettato dallo stesso Manson il 6 febbraio 2014:

 



"Sono felice che la mia sceneggiatura su PHANTASMAGORIA, con me nelle vesti di Lewis Carroll, sia in produzione.

I suoi diari hanno ispirato il miglior film horror di sempre."

 

Da quella data in poi, di nuovo il buio assoluto.

 

Di Phantasmagoria - The Visions of Lewis Carroll si è persa ogni traccia, trasmettendoci il pensiero che il film sia ruzzolato definitivamente nell'oscura tana del Bianconiglio

 

 

 

 


Che ne dite?

Conoscevate il progetto del Reverendo Manson?

 

Vi piacerebbe - prima o poi - vederlo realizzato?

 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Articoli

Articoli

Articoli

Lascia un commento

4 commenti

Silvia Vipiana

2 mesi fa

E' avvero un peccato non poter vedere questa opera che sicuramente avrebbe un notevole valore estetico.... Speriamo possa realizzarsi per noi amanti del cinema dell' horror del gotico e della provocazione...Silvia.

Rispondi

Segnala

Peter from Space

2 mesi fa

Sarebbe grandioso quanto disturbante

Rispondi

Segnala

Benito Sgarlato

2 mesi fa

Non ne sapevo assolutamente nulla ma sembra interessante sia la sinossi che il teaser... spero veda la luce

Rispondi

Segnala

Nuriell

2 mesi fa

Mi fa paura solo a leggerne... ma lo avrei visto.

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni