close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#articoli

Supernova - Un viaggio nell'anima con Colin Firth e Stanley Tucci

Supernova, secondo lugometraggio diretto da Harry Macqueen che vede come protagonisti due giganti come Colin Firth e Stanley Tucci, sarà distribuito nelle sale italiane dal 16 settembre. 

 

Il film riprende la sfera emotiva e alcuni elementi narrativi tracciati nel primo film dell'attore e regista britannico, Hinterland: un dramma che si muoveva con delicatezza attorno alle idee di amicizia e cambiamento all'interno di una coppia.

 

Il "duo", unità di misura evidentemente apprezzata da Macqueen all'interno di uno script, si ripropone anche in Supernova, film che racconta la storia di Sam (Colin Firth), musicista, e Tusker (Stanley Tucci), scrittore, in viaggio per l'Inghilterra dopo essere stati insieme per oltre 20 anni.

 

A Tusker è stata diagnostica una forma di demenza ad esordio precoce e i due decidono di percorrere i luoghi del loro passato in camper, incontrando amici e familiari per un ultimo saluto, prima che il romanziere malato non sia più in grado di riconoscerli.

 

[Il trailer italiano di Supernova, in sala dal 16 settembre]

 

 

Il tempo diventa quindi un valore fondamentale, preziosissimo e da non sprecare per nulla al mondo: Sam dovrà comprendere se è abbastanza forte per supportare il proprio compagno fino alla fine, nel mezzo dell'oblio di un sistema nervoso in degenerazione progressiva.

 

Tusker, dal canto suo, scoprirà quanto sia effettivamente disposto a perdere la propria autonomia, comprensiva della capacità di pensare, comunicare, scrivere e provvedere genericamente a se stesso in maniera autosufficiente.

 

Il viaggio, dunque.

La coppia.

Il cammino di una vita insieme riassunto in un ultimo percorso lastricato di amore, dolore e complicità.

 

La Storia del Cinema è ricchissima di coppie diventate iconiche nei loro percorsi - spesso allegorici - verso una determinata meta geografica. 
Come dimenticare il folle percorso criminale e il grande salto di Susan Sarandon e Geena Davis in Thelma & Louise di Ridley Scott, premiato con l'Oscar per la Migliore Sceneggiatura Originale nel 1992?

O quello semi-parallelo dell'allucinato Natural Born Killers diretto da Oliver Stone su un soggetto di Quentin Tarantino?

 

In quel caso, il comun denominatore della coppia formata da Juliette Lewis e Woody Harrelson - perennemente in viaggio fra un assassinio e l'altro - era proprio la follia omicida.

 

Spostandosi più indietro nel tempo, nel 1973 incontriamo La rabbia giovane, il folgorante esordio alla regia di Terrence Malick in quello che Paolo Mereghetti definì "uno dei film più insoliti e preziosi del Cinema americano": la storia di una coppia di giovani amanti in fuga dalla legge attraverso le badlands polverose degli Stati Uniti d'America.

 

Se volessimo abbandonare il genere del thriller e del noir, potremmo poi citare le coppie che si sono invece cimentate in commedie on the road, come nel caso di Jack Lemmon e Walter Matthau ne La strana coppia II (1998), sequel del capolavoro di Gene Saks del 1968.

A 30 anni dal film originale, la storia di Oscar e Felix venne ripresa dalla sceneggiatura di Neil Simon e ambientata durante un lungo viaggio dai risvolti esilaranti.

Non avrà la forza dell'originale, ma l'ultima performance sullo schermo del duo Matthau/Lemmon vale comunque il prezzo del biglietto.

 

E se si volesse indicare qualche pellicola leggera, ma comunque votata alla riflessione?

 

 

Anche in questo caso, la Storia del CInema mondiale ci propone un'incredibile varietà di alternative, dai classici italiani, come nel caso dell'inossidabile Il sorpasso (1962) di Dino Risi.

Una commedia all'italiana che, come di consueto, risultava essere un affresco sornione dell'Italia degli anni '60, impreziosito dalle interpetazioni straordinarie di Vittorio GassmannJean-Louis Trintignant e dalle musiche di uno dei compositori principi dell'epoca, Riz Ortolani.

 

Spostandoci di nuovo nello spazio e nel tempo, arrivando al 2004, un'altra "dramedy" on the road che riscosse il plauso di critica e pubblico fu Sideways - In viaggio con Jack, secondo lungometraggio di Alexander Payne (grande appassionato di storie on the road, se si osservano i suoi precedenti A proposito di Schmidt e Nebraska) tratto dall'omonimo romanzo di Rex Pickett.

 

La coppia di turno era formata dal caratterista Paul Giamatti - nei panni di un professore di inglese depresso e insicuro - e Thomas Haden Church, attore belloccio in cerca di un'ultima avventura prima del matrimonio, durante un tour vinicolo nella valle di Santa Ynez.

 

Rispetto alle produzioni appena citate, Supernova si differenzia nei toni, presentando un dramma emotivamente forte ma non esasperato, ponderato, lieve, delicato e con due attori - dal grande pedigree - semplicemente in stato di grazia.

 

Stanley Tucci, italoamericano classe 1960, è un interprete che ha costruito la propria carriera con fatica, senza la spinta propulsiva di ruoli da protagonista, muovendosi spesso in parti da comprimario, già da L'onore dei prizzi (suo esordio nel 1985 sotto la regia di John Huston), spostandosi nel "genere", diretto da registi di culto come George Romero (Monkey Shines, 1995), fino ad arrivare alla notorietà trasversale col pubblico grazie alla partecipazione a franchise "sfonda-boxoffice" quali Hunger Games, Transformers e Kingsman.

 

L'apice della carriera di Tucci - dal punto di vista dei riconoscimenti e premi - è rappresentato dalla sua prima (e unica) collaborazione con Peter Jackson in Amabili resti, film del 2009 che gli valse la vittoria del Golden Globe e la candidatura al Premio Oscar come Migliore Attore non Protagonista.

 

La filmografia di Colin Firth, inglese di Grayshott ma naturalizzato italiano, è di ben altra natura, costellata di ruoli di primo piano che gli sono valsi una lunga serie di premi ottenuti durante una carriera di oltre trent'anni.

Dopo aver recitato per Miloš Forman (Valmont, 1989) e Anthony Minghella (Il paziente inglese, 1996), Firth si fa notare per il ruolo di protagonista nel cult Febbre a 90°, tratto dall'omonimo romanzo di Nick Hornby.

 

[Il trailer di Kingsman - Secret service, film che vede la partecipazione di entrambi i protagonisti di Supernova]

 

 

Da qui in avanti la carriera di Firth, uomo di cultura e attore versatile, è in ascesa continua.

 

La scelta delle produzioni a cui prendere parte è sempre oculata e variegata, dalle produzioni di matrice wildiana (L'importanza di chiamarsi Ernest; Dorian Gray) - o comunque legate alla letteratura classica inglese (Orgoglio e pregiudizio; Shakespeare in Love) - fino alle saghe blockbuster come quella di Bridget Jones o il ciclo action di Kingsman, dove ha recitato insieme allo stesso Tucci.

 

Il palmares dell'attore di Mamma mia! è popolato di candidature e premi di primo piano, come nei casi della Coppa Volpi e il BAFTA ottenuti nel 2009 per A single man di Tom Ford.

Il 2011 è l'anno del trionfo con Golden Globe e l'Academy Award come Migliore Attore Protagonista, ottenuti grazie alla sua interpretazione di Giorgio VI d'Inghilterra ne Il discorso del re di Tom Hooper.

 

Supernova sarà quindi l'occasione perfetta per vedere sullo schermo una coppia da Oscar in quello che è a tutti gli effetti un viaggio nell'anima dell'uomo, un'ode sentitissima al potere dell'amore capace di unire gli esseri umani fino alla fine del loro percorso in questo mondo.

 

Supernova sarà distribuito nelle nostre sale da Lucky Red a partire dal 16 settembre.

 

Become a Patron!

 

Quante volte sei caduto in trappola per colpa di un titolo clickbait che poi ti ha portato a un articolo che non diceva nulla? Da noi non succederà mai.

Se vuoi che le nostre battaglie diventino anche un po' tue, entra a far parte de Gli amici di CineFacts.it!

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Articoli

Articoli

News

Lascia un commento



close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni