close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#Good&Bad

La carriera di Mahershala Ali: Bad gone Good

Se scavate nei vostri ricordi, sono certo siate in grado di rendervi conto di quanto spesso Mahershala Ali sia stato in una delle vostre produzioni cinematografiche o televisive preferite.

 

L'attore californiano rientra infatti nella ristretta cerchia di performer in grado di farci abituare gradualmente alla propria presenza sui nostri schermi, salvo poi esplodere con delle prove di talento del tutto inaspettate.

 

[Di solito mi piace aprire questa rubrica mostrandovi gli attori da giovani o a teatro: per Mahershala Ali il palcoscenico selezionato è, invece, quello dei parquet di basket NCAA!]

 

 

Dopo una carriera fatta a lungo di piccoli ruoli televisivi, il suo exploit artistico degli ultimi anni è stato davvero notevole: nel 2020 il New York Times lo ha addirittura inserito al 23° posto nella lista dei più grandi attori del XXI secolo.

 

Eppure la strada verso il successo di Mahershala Ali parte da ben più lontano e ha seguito percorsi tutt'altro che convenzionali: suo padre Philip Gilmore è stato un attore teatrale, di scena anche a Broadway, ma la sua prima passione in realtà era un'altra, la pallacanestro.

Ed era anche molto bravo!

 

Grazie alle sue doti cestistiche si è guadagnato una borsa di studio sportiva al college a St. Mary's, giocando quattro anni nella massima divisione universitaria con la squadra dell'ateneo, i Gaels.

Ai tempi era conosciuto come Hershal Gilmore.

 

Il nome Mahershala Ali è arrivato, dunque, solo in seguito.

 

Nel frattempo, al termine di un ottimo quadriennio sportivo e accademico, arriva anche la laurea in Mass Communication.

 

 

[Mahershala Ali è arrivato sui nostri schermi molto presto: quanti se lo ricordano in Crossing Jordan?]

 

Distaccatosi ben presto dall'idea di diventare uno sportivo professionista, la scelta ricadde rapidamente sulla recitazione. 

 

Dopo aver preso parte alla rappresentazione teatrale di Spunk, opera di George C. Wolf, si guadagnò un percorso di apprendistato al California Shakespeare Theater subito dopo la laurea, nello stesso periodo mise a frutto i suoi studi lavorando per il Gavin Report di San Francisco, prima di iscriversi al New York University's Graduate Acting Program alla Tisch School of the Arts, dove si specializzò nel 2000.

 

Proprio a questo punto del percorso arrivò il nome con cui lo conosciamo tutti: convertendosi all'Ahmadiyya Islam, rinunciò al cognome Gilmore divenendo Mahershala Ali.

 

L'anno dopo, eccolo per la prima volta in TV: diviene immediatamente un personaggio ricorrente della serie Crossing Jordan, molto seguita anche nel nostro paese.

 

 

[Un piccolo ruolo ne Il curioso caso di Benjamin Button rappresenta la prima grande chance a Hollywood per Mahershala Ali]

 

 

A questo punto le apparizioni, soprattutto televisive, cominciano a fioccare: appare in puntate di serie come Fantasmi, NYPD, The Handler e CSI, prima di divenire uno dei volti principali di Codice Matrix e 4400.

 

Il suo primo film è Making Revolution di Daniel Klein ma, in realtà, il suo vero battesimo del fuoco a Hollywood è tenuto da David Fincher che lo sceglie per un piccolo ma significativo ruolo ne Il curioso caso di Benjamin Button.

 

Da lì inn poi le opportunità si moltiplicano: dopo aver recitato nel cortometraggio Umi's Heart di Joslyn Rose Lyons, fa delle comparsate in Lie to me, Law & Order - Unità vittime speciali e nel film TV L'uomo sbagliato di Tom McLoughlin.

 

Al cinema, invece, appare in Crossing Over e Predators: nemmeno le esperienze più sfortunate, come la cancellazione dell'episodio pilota di All Signs of Death a cui aveva partecipato, potevano ormai fermarlo.

 

 

[Come un tuono è, per Mahershala Ali la conferma di essere diventato un nome sempre più conosciuto nel panorama statunitense]

 

Nel 2012 Mahershala Ali prende parte a un progetto interessantissimo: Come un tuono di Derek Cianfrance, che ne conferma la grande versatilità anche sul grande schermo.

 

Nello stesso anno diviene personaggio ricorrente anche nelle serie Treme e Alphas, oltre a fare un'apparizione anche in Alcatraz.

 

L'anno della definitiva consacrazione è il successivo: oltre a recitare nel film Go for Sisters, diviene uno dei volti indiscussi di quel gioiello chiamato House of Cards, serie che diviene il suo vero e proprio trampolino di lancio verso la fama mondiale.

 

 

[House of Cards è la serie che ha rivelato definitivamente il talento di Mahershala Ali al mondo, anche se in un ruolo di supporto]

 

Il suo Remy Denton si muove con grande sapienza in un contesto fatto di affascinanti manipolatori e si guadagna l'unanime apprezzamento di critica e pubblico.

 

A questo punto le offerte intriganti non si fermano più: dopo aver recitato in Supremacy - La razza eletta, nel 2014 entra in un franchise di ottimo successo come Hunger Games per gli ultimi due film della saga.

 

L'anno più carico di progetti della carriera di Mahershala Ali è però il 2016: prende parte ai cortometraggi Gubagude Ko e The Realest Real, al film Kicks e alla serie TV Luke Cage ma, soprattutto, riesce a essere presente in ben tre film con alte ambizioni all'interno della stagione dei premi.

 

Se per Free State of Jones la missione non può dirsi compiuta, tutt'altro discorso va fatto per Il diritto di contare e Moonlight.

 

 

[Moonlight vale a Mahershala Ali il suo primo Oscar come Migliore Attore non Protagonista]

 

 

Le due interpetazioni valgono a Mahershala Ali due Screen Actor Guild, un Satellite Award e soprattutto il primo Premio Oscar della sua carriera.

 

Se nel film di Theodore Melfi Ali è perfetto complemento di un cast in gran forma, nel debutto di Barry Jenkins la sua interpretazione è magnetica e carismatica: ogni volta che appare sullo schermo calamita la nostra attenzione.

 

La strada verso il successo è più che mai tracciata: nell'anno successivo appare in Roxanne Roxanne di Michael Larnell e in un episodio di Room 104, ma è solo il preludio per un'altra grandissima annata cinematografica alle porte.

 

[Un estratto di uno dei meravigliosi duetti tra Mahershala Ali e Viggo Mortensen in Green Book]

 

 

Oltre a raggiungere il culmine della sua breve carriera da doppiatore donando la propria voce per il meraviglioso Spider-Man - Un nuovo universo, Mahershala Ali diventa perfetta spalla di Viggo Mortensen in Green Book, film che domina la stagione dei premi del 2019.

 

Arrivano, a questo punto, il primo Golden Globe e il primo BAFTA, oltre al terzo SAG e al secondo Premio Oscar della sua carriera.

Mahershala Ali viene così universalmente riconosciuto come uno dei più grandi attori dei nostri tempi e della sua generazione.

 

Un traguardo impensabile, se si considera da dove è partito.

 

[L'ultima grande interpretazione fornita da Mahershala Ali: Il canto del cigno, disponibile su AppleTV+]

 

 

I progetti della sua carriera divengono, dunque, sempre più ambiziosi e intriganti: nel 2019 è nello stellare cast di Alita - Angelo della battaglia e, soprattutto, viene scelto per diventare il nome su cui fondare la terza stagione di una serie antologica amatissima come True Detective.

 

Dopo una breve pausa nel 2020, eccolo riemergere in un'altra produzione molto interessante: Il canto del cigno. film che vale a Mahershala Ali la sua prima nomination ai Golden Globe come Attore Protagonista in un Film Drammatico, ma che viene completamente snobbato dai successivi premi stagionali.

 

Siamo certi, però, che la delusione per le mancate nomination non durerà a lungo.

 

[Non vi è bastata questa ricostruzione? Allora lasciate che sia lo stesso Mahershala Ali a raccontarvi la sua carriera!]

 

 

Grazie alla sua costanza, al suo talento e a delle scelte oculate Mahershala Ali è passato dall'essere un volto noto della nostra quotidianità televisiva all'essere uno dei nomi più premiati del panorama hollywoodiano odierno.

 

Eppure, se ci pensate, tutto è partito dai parquet cestistici universitari! 

 

L'ennesima dimostrazione di versatilità di questo eccellente interprete.

 

Become a Patron!

 

Qui da noi non hai mai visto fake news, ne siamo certi.

Se anche tu sei stufo di un'informazione che premia chi prende in giro il lettore, vieni tra Gli Amici di CineFacts.it!

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

AlcinemaconCineFacts

Businessi$Business

Businessi$Business

Lascia un commento



close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni