close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#Stortod'autore

Avatar 2 e la clausola Pay-and-Play

Il tema della contrattualistica cinematografica è strettamente connesso alla produzione e alle clausole che possono essere inserite nei vari accordi di realizzazione di una pellicola.

 

La clausola Pay and Play fa parte dello sviluppo e pre-produzione di un film e viene usata in casi molto particolari.

 

La clausola Pay and Play è una clausola contrattuale o un accordo che impegna la produzione cinematografica non solo a pagare il compenso all’artista (regista o attore), ma anche a produrre il film ed utilizzare nel film proprio quell’attore o quel regista.

 

 



Il ruolo del creativo è fondamentale.

 

L’accordo di Pay and Play è particolarmente importante per l’artista che entra in un progetto da sviluppare e lo segue sino alla produzione.

Il compenso dell’artista (attore o regista) e la sua partecipazione al film sono condizioni essenziali allo sviluppo e alla produzione dell’opera cinematografica.

 

Da chi è imposta la clausola Pay and Play?

 

Solitamente viene richiesta dai registi e, in rare occasioni, viene accordata agli attori.

Quando un regista è Pay and Play per un progetto significa che il progetto non può essere fatto senza di lui, deve essere lui a dirigere quel film e a quel dato corrispettivo già pattuito.

 

Pochissime persone nel settore del cinema ottengono questa condizione.

 

Ad esempio, Avatar 2 era un Pay and Play. 

La produzione cinematografica non avrebbe potuto fare il film senza James Cameron come regista.

 

 


 

Altre clausole importanti sono i cosiddetti Nominal Payments.

 

I Nominal Payments sono in contrasto con la condizione del Pay-or-Play.

Consistono in una piccola e modesta somma di denaro che le produzioni corrispondono al regista o all’attore per l’impegno di quest’ultimo a prendere parte al film.

 

Sono utili nella fase di preparazione e pre-produzione del film, per la ricerca fondi.

 

 



Infatti, quando si propone a qualche finanziatore di produrre un film con un nome di un regista o un attore che si è impegnato per scritto a prendervi parte, c’è una probabilità maggiore, nel caso sia stato ingaggiato un nome esordiente o già famoso, di realizzare l’opera o di trovare fondi per la produzione.

 

La somma di denaro versata potrà essere recuperata una volta che il film sarà realizzato.

 

Ma una condizione in tal senso dipende dalla contrattazione e dal tenore letterale dell’impegno che potrebbe prevedere come no il recupero di quanto versato.

Solitamente condizioni del genere vengono inserite nelle c.d. lettere di intenti.

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Lascia un commento

1 commento

Michele Santomauro

4 mesi fa

Peccato che questa clausola non ci sia stata anche per la saga di Terminator, avrebbe avuto sorti migliori

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni