close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#Disneyinpillole

Tanto rumore per... i cartoon!

Mai come nel prodotto d'animazione l'effetto sonoro è importante. Spesso viene perfino esagerato, alle volte per creare un maggior effetto "cartoonesco" poiché serve a sottolineare l'azione (direi che Looney Tunes docet) e a renderla un po' più assurda di quanto non sarebbe in un normale film live action.

 

La tradizione dell'effetto audio nell'animazione affonda le sue radici, ovviamente, nella nascita del cinema sonoro avvenuta negli anni '20 e di cui ho accennato qualcosa negli appuntamenti precedenti della rubrica. 

Certo, la tecnologia non era così sofisticata come quella di oggi, anzi...

Proprio perché "creare rumori" era una vera e propria forma di artiginato cinematografico, quest'arte ha sempre avuto un fascino enorme.


La dimensione "artigianale" del tutto, che per certi versi persevera ancor oggi nei lavori dei rumoristi, è sottolineata dalle parole di Walt Disney nella celebre intervista rilasciata a Fletcher Markle nel 1963.

"[Rispetto all'animazione] Il sonoro veniva aggiunto dopo.

All'epoca non esisteva il doppiaggio e non si potevano unire tracce audio diverse.

Non potevamo farci aiutare dalla tecnologia e quindi dovevamo fare tutto contemporaneamente: proiettavamo il cartone e avevamo gli addetti agli effetti sonori, alle voci e all'orchestra che aggiungevano il suono in perfetta sincronia con il film!"

  

 

[Il complesso vocale Mello-Man al lavoro per il doppiaggio de Lilli e il vagabondo]

 

 

A seguire un video con l'attuazione pratica delle soprastanti parole dello Zio Walt.

 

Vi sfido a non rimanere incantanti da questo breve e simpatico "dietro le quinte" della sonorizzazione di Dumbo (1941) tratto a sua volta dal film Il drago recalcitrante (The Reclutant Dragon, 1941).

 

 

 

Non si può però parlare di questo argomento senza citare uno dei primi tecnici dello studio Disney: Jim MacDonald, un ometto piccolo ed energico con una grande sveltezza nelle dita che ha prodotto per la Disney un'infinità di suoni. 


All'anagrafe John James MacDonald (1906 - 1991), iniziò il suo lungo rapporto con la Disney nel 1934 quando si ritrovò a registrare, come musicista, alcune colonne sonore per dei cartoon della Casa del Topo.

Da lì a breve, grazie al suo ingegno tecnico e al suo talento, divenne uno dei responsabili del Reparto di Sonorizzazione.

Nel 1938 è tra i registi "sonori" dei cartoon dello Studio; tra i principali prodotti di quel periodo porta la sua firma il memorabile La roulotte di Topolino (Mickey's Trailer).

 

 

[James MacDonald]

 

MacDonald ha lavorato per Disney fino agli anni '80 e, fino al decennio precedente, è stato anche la voce originale di alcuni iconici personaggi.

 

Due su tutti: Mickey Mouse, al quale ha dato voce dal 1948 al 1976 (sostituendo Walt Disney!), e lo scoiattolo Cip che ha fatto parlare dalla sua prima apparizione nel 1943 fino al 1960, anche se va detto che per questo personaggio la voce veniva effettata in post produzione tramite piste magnetiche.

 

Ricorda Jim nella pagina di Bob Thomas:

Nei vecchi tempi i suoni erano abbastanza semplici.

Fischi di ogni tipo, raganelle e roba del genere. Ma poi dovemmo inventare altri trucchi.

Quando qualcuno s’inzuppava d’acqua sfregavamo le dita contro un cavolo.

 

Per i cavalli andavano bene i mezzi gusci di noce, bisogna però che il ritmo sia quaternario, non ternario come fanno alla radio, odio sentire cavalli a tre zampe!

Il rumore più difficile che mi hanno chiesto di trovare è quello di una ragnatela che dondolava.

Ero in crisi.

 

Pensai ai campanellini di vetro giapponesi, ma il suono del vetro non si registra bene.

Allora andai in un’officina e trovai pezzetti di duralluminio. Ne presi dodici per ciascuna nota e ci misi su una scala completa!

 

 

Per riprodurre il rumore che Pinocchio fa sott’acqua tentammo di tutto…

Io arrivai perfino a sdraiarmi supino provando a parlare con l’acqua in bocca.

 

Trovammo poi una soluzione semplice: bastava un accorgimento tecnico quando la pellicola passava sotto la cellula fotoelettrica.

Facendo vibrare la pellicola si ebbe quell’effetto di gorgoglio che stavamo cercando.

 

 

Per la sequenza del Drago ne ‘La bella addormentata nel bosco’ si aveva invece bisogno di un suono che illustrasse il respiro infuocato del mostro.

Sì pensò ad un lanciafiamme militare e, ottenuta la conferma che il suono andava bene dopo aver visionato alcune pellicole didattiche sui lanciafiamme, registrammo e usammo proprio il rumore di un lanciafiamme militare per il fragoroso respiro del drago in battaglia”.

  

 

 

 

Nella foto sopra alcuni dei personaggi doppiati spesso solo con "versi" in originale da MacDonald incorniciato nel mezzo.

 

In ordine, da sinistra a destra:

- Il celebre e iellato Lupo de La spada nella roccia del 1963;


- Topolino, qui in Topolino in Australia, cartoon che segna l'esordio della nuova voce del personaggio dopo quella dello stesso Walt;


- La libellula Evinrude in Le avventure di Bianca e Bernie del 1977;

 

- Il Toperchio de Alice nel paese delle meraviglie datato 1951;

 

- Le api in Winny-Puh l'orsetto goloso del 1966;

 

- Il cane Tobia ed i topini Giac e Gas-Gas nel lungometraggio animato Cenerentola del 1950;

 

- Lo scoiattolo Cip, qui nel corto Tutto in un guscio di noce del 1949.

Se ancora oggi abbiamo nelle "orecchie dell'infanzia" non solo le parole e le canzoni dei cartoon Disney - ma alle volte pure i loro memorabili effetti sonori - è grazie al talento dei rumoristi e degli artisti dello Studio che  escogitavano le trovate più impensabili per rendere al meglio l'azione sullo schermo.

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Monographys

SuldivanodiAle

OscarHistory

Lascia un commento

5 commenti

Daniele Besana

15 giorni fa

Articolo interessantissimo su una pratica dalla storia a dir poco affascinante! Il video mi ha incantato...😍

Rispondi

Segnala

Marco Volpe

14 giorni fa

Daniele Besana
Grazie! Se il video che ho linkato ti è piaciuto non posso che consigliarti la visione completa del film da cui è tratto anche se, a dirla tutta, in italiano integrale è irreperibile. Merita assolutamente la visione! 😉

Rispondi

Segnala

Nuriell

15 giorni fa

Il video sull'applicazione del sonoro è incredibile! O_O

Rispondi

Segnala

Marco Volpe

14 giorni fa

Nuriell
Mi trovi d'accordo! Spesso nei documentari Disney, o nei contenuti speciali dei vari DVD e BD, questi pezzi si trovano facilmente. Senza fatica puoi reperire anche dal web Walt Disney e Billy Bletcher a prestar le loro voci rispettivamente a Topolino e Gambadilegno in "Topolino va in vacanza", o gli stessi Mello-Man al lavoro su "Lilli" come scritto nell'articolo....son filmati affascinantissimi per me!

Rispondi

Segnala