close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#news

Michael B. Jordan e J.J. Abrams parlano con Warner Bros di Superman

La Warner Bros. non è certo una major in forma smagliante e al botteghino ha una nutrita serie di scommesse che non hanno ripagato come ci si aspettava.

 

 

E se dal lato supereroistico è quasi crudele ricordare gli imbarazzanti flop anche il resto della produzione traballa, con Il Cardellino che ha fatto sbadigliare gli esercenti, la distribuzione di Motherless Brooklyn non proprio esaltante e Animali Fantastici - I crimini di Grindelwald che ha fatto a cazzotti con i rudimenti del racconto per immagini, lasciando critica e pubblico molto delusi.

 

Eppure con Wonder Woman, Aquaman e, soprattutto, Joker, principe del crimine e del botteghino da record del rated-R, Warner Bros. ha ritrovato il sorriso, decidendo di perseguire la formula dei film per un pubblico più grandicello e lasciando in panchina la trafelata rincorsa al grande affresco in stile Marvel

 

 

 

 

Secondo un report di Variety, l'atteso Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn dovrebbe ricevere un "rating simile a quello di Joker", anche se la pellicola che vede Margot Robbie protagonista si discosterà dai temi adulti e tormentati della pellicola di Todd Phillips, avvicinandosi più al politicamente scorretto non proprio adatto alle famiglie.

 


Contestualmente il Suicide Squad di James Gunn, secondo le previsioni di una fonte, avrà sicuramente il rated-R, inseguendo il successo delle pellicole di 20th Century Fox pre-acquisizione Disney, quali Deadpool, Deadpool 2 e Logan.

 

Eppure la notizia più gustosa di questa indagine dietro i piani di Warner Bros. riguarderebbe Superman: Henry Cavill, l'interprete dei recenti film, ha dichiarato a Men's Health che non lascerà andare il ruolo troppo facilmente:

 

"C'è ancora molto che posso dare a Superman.
C'è molto da raccontare."

 

Una visione che Warner Bros. non sarebbe disposta a portare avanti dato che secondo Variety sarebbe pronta a voltare pagina accettando di incontrare Michael B. Jordan, facendo rimbalzare un rumor che era circolato alcuni mesi fa.

 

 

[Tante parole ma sappiamo tutti chi avremmo voluto vedere nei panni di Superman e quel progetto mai nato... è un dolore che non cessa mai, vero?]

 

Il report di Variety riporta quanto segue:

"C'è stato un incontro con Michael B. Jordan poco tempo fa e la star di Creed avrebbe presentato alla Warner una sua visione riguardo il personaggio.
Jordan non sarebbe comunque pronto a farsi carico del progetto, considerando che le riprese non partirebbero prima di qualche anno e che l'attore ha un'agenda fitta di progetti.


La fonte crede che un film di Superman non vedrà i cinema prima del 2023 e anche prendendo ciò in considerazione non esistono né una sceneggiatura né un regista accostati al progetto."

 

Un regista e una sceneggiatura per il Superman con Jordan non esistono ancora ma, sempre stando a Variety,

"Hanno parlato con J.J. Abrams, la cui compagnia Bad Robot ha firmato un importante accordo di esclusività con lo studio."

 

Se masticate l'inglese, potete godervi le dichiarazioni riguardo al primo rumor riguardo il Superman con Michael B. Jordan, rilasciate dall'attore durante un'intervista con Oprah.

 

 

 

L'attore si dice lusingato delle voci e aggiunge che se dovesse interpretare il personaggio non porterebbe sullo schermo l'ultimo figlio di Krypton nella pelle di Clark Kent, ma in quella di Calvin Ellis, una versione sviluppata in una dimensione alternativa - una delle tante terre immaginate negli albi a fumetti. 

 

Variety ha messo parecchia carne al fuoco e Warner Bros. sembra pronta a preparare il proprio ambizioso progetto di fumetti al cinema alternativo rispetto a Marvel. 

Cosa ne pensate di un universo, anche non condiviso, rated-R?
Un Superman con Michael B. Jordan lo guardereste?

 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

news

news

PodcastPWa

Lascia un commento

3 commenti

Michelangelo Pollini

10 giorni fa

Sono proprio curioso di vedere il tono che acquisiranno le loro produzioni successive a Joker. Birds of Prey secondo me avrà successo al botteghino, ma dal trailer non mi ispira per niente. Per quanto riguarda il nuovo superman, non mi dispiacerebbe in realtà Henry Cavill se tornasse, anche se era stato lui a volersene andare, mi sembra... alla fine penso che in questi casi l'attore conti fin lì, ciò che è importante è chi mettono dietro alla macchina da presa e quanto la produzione decide di essere influente sul prodotto finale. Quello che spero è che non si montino la testa andando a pensare che "Rating R" uguale successo al botteghino... Joker è fatto bene, oltre a non essere adatto a un pubblico giovane.

Rispondi

Segnala

Francesco Costa

10 giorni fa

In senso generale lo vedrei benissimo come Superman alternativo. Quello che capisco meno é mettere sul tavolo un progetto su Superman quando il precedente non è manco finito. Credo che la WB stia navigando a vista senza una strategia ben definita. E tra parentesi mannaggia a loro per motherless Brooklyn che l’han tenuto nei cinema per pochissimo e non ce l’ho fatta a recuperarlo.

Rispondi

Segnala

Alessandro Dioguardi

10 giorni fa

Francesco Costa
Warner, a oggi, sembra aver deciso di dimenticare una buona parte dell'universo che stava costruendo in precedenza.
Sembra stia tenendo fede ai brand che sono andati bene, correggendo in corsa in base a quello che ha funzionato.

La strada del rated-R non sembra una brutta scelta, dando al pubblico un'alternativa, un diverso approccio ad un genere.
Per tutti Marvel e per contenuti un po' piu' spinti vai da Warner/DC.
Considerando anche che l'approccio Marvel, sul lungo periodo, potrebbe stuccare il pubblico.

Superman effettivamente non ha un sequel da Man of Steel e la sua incursione in Justice League e Batman V Superman non la dimentichiamo volentieri e non con piacere.
Ritengo che Cavill funzioni come Superman e come Clark Kent e diventa difficile rimpiazzare un volto che funziona cosi' bene.

Motherless Brooklyn ha floppato sonoramente in patria e non e Warner credo si sia pentita di aver investito in un progetto pieno di premesse ma che funziona poco a schermo.
A fronte di 26 milioni spesi, ne ha incassati circa 11... ouch!

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni