close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#news

Pinocchio: Guillermo del Toro in regia per Netflix

Il regista Premio Oscar creerà un musical in stop-motion.

Chi conosce Guillermo del Toro sa che da una vita vuole portare sul grande schermo la sua personale versione di Pinocchio: oggi Netflix ha annunciato di averne acquistato i diritti, e finalmente il progetto vedrà la luce. 

 

Per del Toro sarà il debutto alla regia di un film d'animazione: il progetto sarà un musical in stop-motion, scritto, diretto e prodotto da lui.

Pinocchio sarà il primo lungometraggio del regista dopo La Forma dell'acqua, film che ha vinto quattro Oscar, tra cui quello come Miglior Regia e Miglior Film. 

 

 

[L'idea per un teaser poster risalente al 2015]

 

 

Guillermo del Toro ha dichiarato che ambienterà il suo Pinocchio nell'Italia negli anni '30.

 

Il film sarà una produzione di Guillermo del Toro, The Jim Henson Company (The Dark Crystal: Age of Resistance) e ShadowMachine (Bojack Horseman), che ospiterà la produzione di animazione stop-motion: accanto a del Toro ci saranno in produzione quindi Lisa Henson e Alex Bulkley di ShadowMachine, Corey Campodonico e Gary Ungar di Exile Entertainment.

 

 

[Uno dei rari concept art risalenti al 2011]

 

Patrick McHale (Over The Garden Wall, Adventure Time) co-scriverà la sceneggiatura, Mark Gustafson (Fantastic Mr. Fox) sarà il co-regista per quanto riguarda le animazioni e Guy Davis fungerà da co-protagonista scenografo, prendendo ispirazione dal design originale di Gris Grimly per il personaggio di Pinocchio.

 

I pupazzi del film saranno costruiti da Mackinnon e Saunders (La sposa cadavere): Netflix si aspetta che la produzione di Pinocchio inizi questo autunno.

 

"Nessuna forma d'arte ha influenzato la mia vita e il mio lavoro più che l'animazione, e nessun singolo personaggio nella storia ha avuto un legame profondo con me come Pinocchio",

ha detto del Toro in una dichiarazione a TheWrap

 

"Nella nostra storia, Pinocchio è un'anima innocente con un padre indifferente che si perde in un mondo che non riesce a comprendere.
Si imbarca in un viaggio straordinario che lo lascia con una profonda comprensione di suo padre e del mondo reale. 

 

Ho sempre voluto fare questo film, da quando ho memoria...

Dopo l'incredibile esperienza che abbiamo avuto su Trollhunters sono grato che il talentuoso team di Netflix mi dia l'opportunità della vita per presentare al pubblico mondiale la mia versione di questo strano burattino diventato vero ragazzo. "

 

 



Melissa Cobb, vice president della sezione "Kids and Family" di Netflix, ha aggiunto:

"Nel corso della sua illustre carriera, Guillermo ha esibito una rara maestria nell'ispirare le persone attraverso i suoi magici mondi pieni di personaggi indimenticabili e magnifici, dai mostri de Il Labirinto del Fauno alla bestia acquatica de La Forma dell'acqua.

 

Siamo incredibilmente entusiasti di ampliare la nostra relazione con Guillermo e sappiamo che la sua visione profondamente toccante nel dare vita a Pinocchio su Netflix sarà bene accolta dal pubblico di tutto il mondo."  

 

 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

articoli

articoli

news

Lascia un commento



10 commenti

Filman

5 anni fa

E a questo punto si spera anche in un giusto stravolgimento del Pinocchio che tutti idealizziamo.
E coi tempi che corrono si potrebbe pensare anche ad un film socialmente "urgente" :O

Stop! Sto volando con la fantasia! XD
Basta che il contesto storico non sia paragonabile alla Guerra Fredda di The Shape of Water........

Rispondi

Segnala

Sam_swarley

5 anni fa

la tua versione sarebbe fottutamente epica ahahha la andrei a vedere più volentieri😂

Rispondi

Segnala

Space

5 anni fa

Lo streaming è purtroppo il futuro del cinema, che ci piaccia o no. Questa è un'industria in continua evoluzione

Rispondi

Segnala

BubbleGyal

5 anni fa

Andrà a finire che al cinema ci proporranno solo film dei Vanzina o di Bay 😢

Rispondi

Segnala

Danilo Canepa

5 anni fa

Francamente non capisco il motivo per il quale Netflix,con tutto il potere che ha, non permetta la fruizione in sala; Tanto lo spettatore medio lo guarderà comunque a casa in streaming e chi desidera godersi l'opera al cinema può farlo tranquillamente.

Rispondi

Segnala

Filippo Soccini

5 anni fa

Io lo spero, e mi intrigherebbe molto se le canzoni fossero connesse al tema storico.

Rispondi

Segnala

Teo Youssoufian

5 anni fa

conoscendo la propensione di del Toro per il discorso politico (già palesata in altri suoi film) mi sento di dire che la scelta di ambientarlo nell'Italia degli anni '30 sia un segnale preciso…

Rispondi

Segnala

Teo Youssoufian

5 anni fa

vedendo il periodo storico nel quale lo ambienterà io dò per scontato che si parli di antifascismo, sulla questione della distribuzione... 
temo proprio che rimarrà confinato sulla piattaforma.

Rispondi

Segnala

Teo Youssoufian

5 anni fa

i produttori ci sono, netflix lo distribuisce.

Rispondi

Segnala

Teo Youssoufian

5 anni fa

non ti confondi: quello di Garrone (con Servillo nei panni di Geppetto) parte a novembre con le riprese 😉

Rispondi

Segnala


close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni