close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#news

Dumbo: il trailer del film Disney con la regia di Tim Burton

È uscito il nuovo trailer, e già si piange

La Walt Disney Pictures ha diffuso in rete il nuovo trailer ufficiale dedicato all'adattamento live-action di Dumbo, con la regia di Tim Burton.

 

 

 

 

La storia, come preannunciato, è un po' diversa da quella che conosciamo: Holt era un artista circense ma dopo essere tornato dalla guerra appare profondamente cambiato.

Inizierà a lavorare per Max Medici, impresario di un circo in difficoltà economiche, prendendosi cura di Dumbo, un cucciolo di elefante con delle orecchie enormi che viene vessato e preso in giro da tutti.

Un giorno i figli di Holt scoprono che Dumbo è in grado di volare: l'imprenditore V.A. Vandevere e l'acrobata Colette Marchant cercheranno di sfruttare l'elefantino per risollevare le sorti del circo.

 

 

Diretto da Tim Burton, scritto da Ehren Kruger, il film vede nel cast Eva Green, Colin Farrell, Michael Keaton, Alan Arkin, Nico Parker, Finley Hobbins e Danny DeVito.

 

 

Dumbo arriverà nelle sale statunitensi il 29 marzo 2019, ancora da ufficializzare la data italiana.

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

news

Mi_vesto_di_CinemaHKP

Oscar_2024OSe

Lascia un commento



14 commenti

Daniele Besana

5 anni fa

Ahimè, penso tu abbia proprio ragione!

Rispondi

Segnala

OldBoy

5 anni fa

Probabilmente il problema è proprio il live action, che ti costringe ad un uso massiccio del computer grafica

Rispondi

Segnala

Angela

5 anni fa

Secondo me la scelta di affidarli "Dumbo" è stata geniale, il mondo circense lo sa rappresentare abbastanza bene; anche io sono abbastanza scettica, però alla fine si vedrà

Rispondi

Segnala

ThePoleMan

5 anni fa

Sarà anche un’evoluzione del cinema o sua come dici tu, però a mio parere un regista come lui dovrebbe fare altro. Ti ripeto mi sbaglierò e ne uscirà un bel film, però non lo vedo adatto.

Rispondi

Segnala

Angela

5 anni fa

Secondo me è una questione di "evoluzione del cinema" dato che a lui, in particolare, piacciono i "B-Movie" non può ricreare nel 2018 quegli effetti che lui tanto ama, e quindi si è un po' arenato, vuoi per una questione di soldi o un altra.

Rispondi

Segnala

Filman

5 anni fa

Hahahahaha condivido in pieno. Non c'è mai un dettaglio visivo al di fuori del puro design dei personaggi principali che renda accattivante il film. E la protagonista ha più o meno lo sguardo dello spettatore per tutto il film, ovvero di chi passivamente subisce e attende che tutto finisca XD

Rispondi

Segnala

Daniele Besana

5 anni fa

No, no, ti capisco benissimo! Anche io la penso abbastanza come te, ero soltanto curioso di sapere di più come la pensavi...

Rispondi

Segnala

Space

5 anni fa

Come dire... il trailer mi ha detto poco di Burton. La sua firma indubbiamente si vede un po' nel trailer, ma trovo che il suo stile, caratteristico nei suoi film più vecchi, si sia andato a perdere sempre più mano a mano che faceva film. Questa pellicola, dal trailer, mi è sembrata solo un altro film dimenticabile di Burton, e lavorare per una produzione come la Disney secondo me ti impone comunque un limite (come è successo con Alice in Wonderland: non voglio dare la colpa alla Disney, ma penso che se Burton avesse avuto la possibilità di fare qualcosa di più dark a mio parere il film sarebbe venuto meglio). Poi queste sono solo mie impressioni dal trailer, non ho intenzione di giudicare il film stesso prima che esca. Spero di sbagliarmi, esporrò le mie opinioni quando avrò visto il film.

Rispondi

Segnala

Luca Buratta

5 anni fa

Condivido più o meno tutto su Miss Peregrine (soprattutto il discorso visivo, c'è poco Tim Burton rispetto a quanto ci si potrebbe aspettare leggendo la sinossi del film), ma tutto sommato è un film innocuo, guardabile. Alice è molto peggio. Alice è terrorismo. Confuso, caotico, tradisce completamente il senso del materiale di partenza, personaggi uno più irritante dell'altro, attori soffocati dal trucco e dagli effetti speciali, una protagonista sballottata da una parte all'altra del film, svogliata (ma Mia Wasieccecc sembra sempre svogliata, in effetti), senza personalità. Lungo come la morte - o almeno io lo ricordo assurdamente lungo - e senza un guizzo, senza qualcosa che risvegli dal torpore. E quando sta per finire e vedi la luce in fondo al tunnel, Johnny Depp fa quel balletto e di colpo ripiombi nell'abisso, i tuoi incubi più profondi si materializzano accanto a te e inizi a provare dolore fisico, realizzi che sei da più di due ore su un seggiolino puzzolente di una brutta sala cinematografica con un paio di occhiali 3D praticamente inutili in bilico sul naso, che ti sono pure costati il doppio di quanto avresti pagato per una proiezione normale. Quel film è stato uno dei traumi peggiori della mia vita 💩

Rispondi

Segnala

Daniele Besana

5 anni fa

Il suo Alice fu per me una cocente delusione e da allora tutti i suoi film successivi non mi hanno più attratto e interessato al contrario della sua produzione precedente: peró questo trailer mi ha intrigato, nonostante alcuni aspetti critici, proprio perché ho ritrovato la sua peculiare estetica (che con un'ambientazione circense penso possa raggiungere massima espressione). In che senso non ci hai visto nulla di suo in questo trailer?

Rispondi

Segnala


close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni