close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#articoli

Sulla mia Pelle e quello strano messaggio subliminale

A pochi minuti dall'inizio del film compare una scritta strana

Sulla mia Pelle è il film di Alessio Cremonini che racconta gli ultimi giorni di Stefano Cucchi, il ragazzo che il 22 ottobre 2009 perse la vita a causa del pestaggio da parte dei Carabinieri mentre si trovava in custodia cautelare in seguito all'arresto per possesso di stupefacenti.

 

L'inquadratura è attorno al minuto 15 di Sulla mia Pelle: quando Stefano Cucchi (Alessandro Borghi) viene accompagnato a casa dai Carabinieri dopo essere stato portato la prima volta in centrale, la macchina da presa si trova dietro alle sbarre del cancello di ingresso. 


È una scelta dichiarata del regista: quelle sbarre sono palesemente un simbolo di ciò che capiterà a Stefano da lì in poi. 

 

 

[L'inquadratura visibile in Sulla mia Pelle]

 

 

Il ragazzo citofona a casa e parla con la madre, chiedendole di aprire il cancello per farlo salire.

 

La ripresa è effettuata con la camera a mano: si può notare il lieve tremolìo dovuto al fatto che in quel momento non si stia utilizzando né un cavalletto né una steadicam.

 

Nel momento in cui Stefano e i Carabinieri si allontanano dal citofono e abbandonano l'inquadratura ecco che si può notare un aggiustamento del quadro da parte dell'operatore, che va proprio ad impallare - cioè a nascondere dietro un oggetto in primo piano - alcune delle lettere sulla fiancata della "gazzella". 

 

In questo modo la scritta sull'automobile dei Carabinieri diventa "Caini"

 

[Trailer ufficiale di Sulla mia Pelle: il film uscì in contemporanea al cinema e su Netflix]

 

 

Potrebbe ovviamente essere una casualità, ma dato l'argomento di Sulla mia Pelle siamo sicuri che lo sia davvero? 

 

Possibile che nessuno ci abbia fatto caso, né durante le riprese né in montaggio?

Lascio a voi le risposte.  

 

[si ringrazia Andrea Corbellini per la segnalazione]

 

Become a Patron!

 

Non ci ha mai visto pubblicare news sulla fioritura dei ciliegi in Giappone o sulle sedute di agopuntura urologica a cui si sottopongono le star di Hollywood, perché non hanno alcuna attinenza con il Cinema.

Se vuoi che le nostre battaglie diventino anche un po' tue, entra a far parte de Gli amici di CineFacts.it!

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

MivestodiCinema

Articoli

Articoli

Lascia un commento



22 commenti

Valentino Palazzo

5 anni fa

Ecco appunto... Mettendo di base che anche secondo me sia una cosa fatta di proposito, molti avevano avanzato di poter scrivere cani anzichè caini. Suggerimento che però non condivido. Se avessero mostrato "cani" la cosa avrebbe fatto pensare che ad essere coinvolta è tutta l'arma dei Carabinieri, anzichè solo gli autori materiali. Scelta di parole molto fine e ben studiata.

Rispondi

Segnala

Non ho sentito di queste notizie, ma non mi sembra che sia mostrato chissà che riguardo le autorità, se non cose che penso siano state accertate dal processo, quindi...

Rispondi

Segnala

IlBuonVecchioNick

5 anni fa

Beh tanto stupidi no visto che le stesse autorità hanno iniziato a offendersi per come il film trattava i carabinieri

Rispondi

Segnala

Dav 9000

5 anni fa

Che non ci potessero essere ripercussioni, non lo so. Secondo me, non avevano semplicemente abbastanza dettagli per descrivere quel tipo di situazione: solo Stefano e loro sanno se ci sono state minacce e non so se lo sapremo mai.

Rispondi

Segnala

Kappa

5 anni fa

Si si certo c 'è anche l aspetto del pregiudizio verso di lui...
Vabbè "guardie" è per citare ahahha

Rispondi

Segnala

Lorenzo Piazza

5 anni fa

Si si ho capito benissimo cosa intendi 😅 beh potrebbe anche essere così, io peró ho notato che a trattarlo da animale hanno cominciato da subito tutti, chi si girava per paura non era peró cortese e comprensivo
Questo non mi è piaciuto delle suddette “guardie”
Mi fa troppo ridere scrivere “guardie” te lo devo dire 😂😂

Rispondi

Segnala

Kappa

5 anni fa

Tu dici? Io invece ho percepito che il regista vuole far trasparire come un atto del genere fatto prima di tutto da uomini che da "guardie", rimanga impunito più per la paura delle conseguenze e delle suddette guardie anche quando da parte delle stesse non c'è nessuna evidente minaccia di ripercussioni o altro.. ma è solo la paura che porta stefano a non parlare, nonostante altre "guardie" abbiano provato a dargli una mano... certo senza troppa insistenza perché anche da parte loro c è la paura di ripercussioni anche senza che siano evidenti.. non sose mi sono spiegato 😂

Rispondi

Segnala

Teo Youssoufian

5 anni fa

grazie 😉


ps: e poi scusa non è mica più divertente adesso con le percoche?! 😂

Rispondi

Segnala

Beh, pensa che se hanno dato contro il film, non è per questo, ma per ben altri motivi (che di solito sono stupidissimi, ma questo è un altro discorso).

Rispondi

Segnala

Grazia173

5 anni fa

Figurati☺️

Rispondi

Segnala


close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni