close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#articoli

Alfred Hitchcock e Tippi Hedren: una storia di molestie

Nel marzo del 1962 iniziarono le riprese del film Gli Uccelli, pellicola con la quale Alfred Hitchcock e Tippi Hedren scrissero una memorabile pagina della Storia del Cinema.  

 

Ma dietro il grande successo del film è nascosta una tormentata collaborazione fra regista e attrice.  

 

Prima di essere scelta da Hitchcock come protagonista di quel film, Tippi Hedren era nota perlopiù come modella e non aveva alle spalle esaltanti esperienze cinematografiche.

La sua carriera ebbe una svolta quando Sir Alfred la scritturò per Gli Uccelli, film che aveva l’arduo compito di eguagliare il successo di Psycho, uscito nelle sale nel 1960.  

 

La Hedren accettò l’offerta di lavorare con uno dei più celebri registi al mondo con grande entusiasmo; tuttavia, non aveva il minimo sentore di ciò che avrebbe affrontato durante la lavorazione del film, a causa degli irrispettosi comportamenti di Hitchcock.

 

 

 

 

Il regista, infatti, esibì a più riprese un comportamento inadeguato e poco consono, cercando di instaurare con l’attrice una relazione che andasse oltre il semplice rapporto lavorativo.  

 

La Hedren confessò come spesso sul set Hitchcock si mostrasse glaciale nei suoi confronti dopo averla vista conversare con altri uomini della troupe; in un’altra occasione, mentre erano in auto, il cineasta provò a baciarla senza il suo consenso.

 

La donna resistette ad ogni tipo di avances da parte del regista, che addirittura giunse un giorno a spiarla dalla limousine, parcheggiata di fronte a casa sua.  

 

Intanto, la lavorazione della pellicola andava avanti e in diverse occasioni la salute della Hedren fu messa da Hitchcock in grave pericolo.

Ciò avvenne una prima volta durante la scena in cui Melanie Daniels, il personaggio da lei interpretato, si rifugia - per sfuggire alla furia dei volatili durante gli esterni girati a Bodega Bay - in una cabina telefonica, il cui vetro non era affatto infrangibile: all’attacco degli uccelli meccanici esso si frantumò e alcune schegge colpirono il volto della donna, fortunatamente senza gravi conseguenze.  

 

Altro episodio - ben più grave - si verificò durante la scena in cui Melanie entra nella camera da letto di casa Brenner, venendo brutalmente assalita da uno stormo di corvi e piccioni, rigorosamente veri: le riprese si svolsero per quasi una settimana a seguito della quale il medico, per le ferite riportate, consigliò a Tippi una decina di gioni di riposo; Hitchcock invece insistette perché lei tornasse subito al lavoro.

 

Va precisato che la Hedren non ha mai ammesso apertamente che tutto ciò avvenne per ripicca ai suoi rifiuti, ma ha ipotizzato che il non essersi concessa ad Hitchcock abbia generato nel regista un desiderio di vendetta.  

 

 



Nonostante il clamoroso successo del film, presentato fuori concorso al Festival del Cinema di Cannes del 1963, la carriera di Tippi Hedren non decollò.

 

Sul set di Marnie, il successivo lavoro di Hitchcock, quest'ultimo cercò ancora di mettere le mani - letteralmente - sull’attrice che aveva contribuito a lanciare e, dopo essere stato nuovamente respinto, le promise che le avrebbe rovinato la carriera. 

 

Ad oggi, i film girati con il Maestro del Brivido sono i punti più alti della carriera della Hedren.  

 

L’attrice statunitense non parlò mai chiaramente delle umiliazioni subite durante le riprese di questi due lungometraggi, aprendosi soltanto agli inizi degli anni ‘80, dopo la morte del regista; negli anni precedenti si era limitata a osservare come il regista fosse troppo possessivo ed esigente nei suoi confronti.

 

Ultimamente, a seguito dello scandalo che ha visto coinvolto Harvey Weinstein, ha lodato le donne che hanno deciso di uscire allo scoperto, denunciando gli uomini che le hanno molestate. 

 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Cinerama

Articoli

AnimalinelCinema

Lascia un commento



84 commenti

OldBoy

1 anno fa

Sbaglio o non fu l'unica a criticarne i metodi? Non mi sentirei per questo di collegare il rifiuto alle angherie. Magari sono scollegate o magari no

Rispondi

Segnala

Tazebao

1 anno fa

Una storia davvero triste anche se, per dovere di cronaca e sia perché sarei curioso di vedere un altro pezzo di verità, oltre la versione dei fatti presentata dall'attrice; non conosco altre voci che hanno puntato il dito contro il regista. Non difendo Hitchcock ma la storia è di dominio pubblico da qualche anno e non sono riuscito a trovare altre testimonianze al riguardo. Poi - come sempre - esiste il necessario bisogno di separare il lato umano - chiaramente colpevole - dalle opere artistiche prodotte dal regista. Una cosa ovvia ma purtroppo dimenticata.Rimane, comunque, il totale annichilimento di fronte tali testimonianze.

Rispondi

Segnala

Diego Fossati

2 anni fa

Consiglio il libro "Il cinema secondo Hitchcock", basato su una lunga intervista tenuta da Truffaut nei confronti del maestro Sir Alfred.

Rispondi

Segnala

Roberto Rotondo

2 anni fa

Da "Gli Uccelli" all'uccello il passo è breve😂

Rispondi

Segnala

Mr Blonde

2 anni fa

Certo se Hitchcock fosse vissuto ancora sarebbe stato un altro nome da aggiungere alla lista dei "molestatori" dei cinema. Non conoscevo questo aspetto del Maestro e mi lascia davvero allibito.

Rispondi

Segnala

Andrea Lucietti

2 anni fa

Creepy 😱 del resto da un personaggio del genere cosa aspettarsi...me lo immagino spiare dalla limousine col vetro calato appena appena da far intravedere l'occhio del regista...brrrr

Rispondi

Segnala

Francesco Miale

2 anni fa

Si può aspettare di tutti da un pazzo come Alfred Hitchcock. D'altronde solo i pazzi cambiano il mondo

Rispondi

Segnala

Giuly

2 anni fa

Ho come l'impressione che questo è l'anno delle rivelazioni 😲

Rispondi

Segnala

Matteo Sinigaglia

2 anni fa

Non me lo sarei mai aspettato

Rispondi

Segnala

Lorenzo Nuccio

2 anni fa

Hitch non era un maniaco. Sarà pure un bugiardo, un maiale, un idiota, un maniaco, ma vi assicuro che non è una pornostar!

Rispondi

Segnala


close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni