close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#top8

Gli 8 più estremi attori del Metodo

Inventato da Konstantin Sergeevič Stanislavskij e perfezionato da Lee Strasberg, direttore degli Actor Studios, il Metodo è una scuola recitativa che porta gli attori che scelgono di seguirla a immergersi in trasformazioni fisiche e psicologiche molto profonde.


Con l'intento di lasciar penetrare il personaggio nelle più recondite zone della propria psiche, gli attori del Metodo spesso si lanciano in gesti che, ai nostri occhi, rasentano la follia.


Scopriamo insieme quali sono gli 8 method actors più estremi.



Posizione 8



Jared Leto

 

Malgrado in molti non lo amino, Jared Leto è estremamente devoto alla recitazione.

 

A dimostrarlo ci sono le sue trasformazioni fisiche, la sua minuziosa preparazione e la sua grande attenzione all'approfondimento psicologico del personaggio.

 

Tutto è iniziato quando, per aiutarlo a immergersi nel suo personaggio di Requiem for a Dream, il regista Darren Aronofsky gli ha imposto di non ingeririre zucchero né praticare sesso per un mese.

 

In seguito, il bel Jared si è reso molto meno bello per Chapter 27, ingrassando quasi 30 kg e sfiorando il record di guadagno di peso per una singola parte (detenuto da Vincent D'Onofrio per Full Metal Jacket).

 

Per non farsi mancare niente, poi, Leto si è sottoposto a un impressionante dimagrimento per Dallas Buyers Club, film che gli è valso il suo unico Oscar.

 

Mettetevi comodi, la rassegna di prove folli è appena cominciata.

Posizione 7



Joaquin Phoenix

 

Un attore che odia i premi mainstream ma non può fare a meno di sacrificarsi totalmente per la recitazione.

 

Sempre propenso a portare in scena ingenti perdite di peso e cambi di look, Joaquin Phoenix ci ha messo un mese per imparare a cantare e suonare al fine di interpretare Johnny Cash in Quando l’amore brucia l’anima - Walk the Line.

Era così preso dal film che sul set rispondeva solo al nome di Johnny Cash.

 

Successivamente si è lasciato andare ad alcune bizzarre dichiarazioni sul suo rapporto col metodo:

"Parlarne adesso mi imbarazza, ma quando ho fatto ll Gladiatore pensavo di dover portare sempre una spada con me e per Squadra 49 non volevo togliermi di dosso la mia divisa da pompiere e pensavo non si potesse vivere senza l’odore del fumo".

 

Sempre per prepararsi al ruolo in Squadra 49 Phoenix ha trascorso un mese con una squadra di vigili del fuoco Truck 10 di Baltimora, diventandone membro onorario.

Negli anni successivi l’attore si è fatto crescere sconsideratamente barba e capelli e ha convinto il mondo che si stesse ritirando dalla recitazione per iniziare la carriera nell’Hip Hop, a seguito di diverse dichiarazioni e apparizioni tra cui quella al David Letterman Show.

 

In realtà era rimasto nel personaggio tutto quel tempo per pubblicizzare attraverso l’estrema applicazione del metodo il finto-documentario I’m Still Here, in cui, per l'appunto, interpreta se stesso e finge il ritiro.

 

Dopo essersi finalmente tagliato barba e capelli, Phoenix porta la propria deformazione fisica, psicologica e vocale su livelli di assoluta eccellenza per The Master e Her, in quelle che sono senza ombra di dubbio le sue migliori prove.

 

Se i capelli lunghi e la barba incolta di Phoenix vi danno l'idea di una scarsa igiene personale, aspettate di leggere cos'ha fatto il prossimo, folle, attore.

Posizione 6



Dustin Hoffman

 

Una delle più grandi stelle della Nuova Hollywood è anche un manuale vivente sul Metodo.

 

Dustin Hoffman convinse il regista John Schlesinger a scritturarlo per Un uomo da marciapiede presentandosi a un incontro con lui a Times Square vestito con un aspetto da barbone.

 

Per lo stesso regista, poi, interpreterà Il Maratoneta, non dormendo e non lavandosi per 72 ore filate sul set pur di raggiungere quell’aspetto trasandato e stranito. 

La cosa era tanto sconvolgente per un attore in quegli anni che Laurence Olivier, suo compagno di recitazione per la pellicola gli chiese 

"Dustin, perché non provi semplicemente a recitare? È così facile".

 

Hoffman non si fermerà qui: sul set di Kramer contro Kramer, film che varrà il primo Oscar a lui e a Meryl Streep, insulterà pesantemente e ripetutamente la sua compagna di recitazione al fine di ottenere sul set un clima teso che potesse rispecchiare i toni della pellicola.

 

In Rain Man - quella che probabilmente è la più grande interpretazione dell’attore - la sua performance è il risultato di un periodo nel quale conobbe persone autistiche approfondendone il disturbo e stimolando la propria memoria a ricordare una delle sue prime professioni: un impiego all’istituto psichiatrico di New York.

 

Come avrete notato, man mano che procediamo le cose si fanno sempre più serie.

Posizione 5

 



Al Pacino

 

Il pupillo di Lee Strasberg in persona non poteva che essere un method actor di assoluto livello.

 

La sua intera carriera è fondata sulle trasformazioni fisiche e psicologiche.

Pensate ai numerosi volti di Michael Corleone nella trilogia de Il Padrino: guardate come spazia in ogni sfumatura della psiche umana.

 

Il metodo di Pacino si è fatto decisamente estremo per la preparazione di Serpico di Sidney Lumet: l’attore italo-americano era tanto immerso nel personaggio dell’agente hippie da tentare di effettuare un arresto nei confronti di un camionista che stava producendo troppi gas di scarico.

 

Circa un decennio dopo Pacino si è dedicato anima e corpo al personaggio di Tony Montana per Scarface, imparando a combattere col coltello e mutuando molti aspetti del proprio personaggio dal boxer portoricano Roberto Duran, con il quale si allenava.

 

Sul set di Scent of a Woman, invece, Pacino era chiamato a interpretare un tenente colonnello cieco in pensione e per immedesimarsi recitò tutto il tempo con gli occhi sbarrati, rendendosi praticamente incapace di vedere ciò che accadeva sul set.

 

A fine riprese, Al fece recapitare un messaggio al suo compagno di set in quella pellicola, Chris O’Donnell, che recitava: 

Nonostante non abbia potuto vederti, so che sei stato grande”.

 

Beh, pensate che siamo solo a metà classifica.

Posizione 4

 

 

Marlon Brando

 

Più che per la continuità nell’utilizzare il metodo, Marlon Brando è al quarto posto a causa del suo ruolo pionieristico nella Storia del Cinema.

E pensare che ha più volte dichiarato di disprezzare il proprio lavoro, continuando a praticarlo solo per i lauti compensi che gli venivano corrisposti.  

 

Affacciandosi a Hollywood, l’attore del Nebraska si è mostrato come il vero pioniere del metodo prima ancora che il mondo intero sapesse cosa esattamente cosa fosse il method acting, guadagnando nomination e premi a valanga in tutto il mondo.  

 

A partire dal suo primo ruolo ne Il mio corpo ti appartiene - al quale si preparò passando un mese intero a letto nel Birmingham Army Hospital a Van Nuys (California) per impersonare il ruolo del veterano paraplegico - Brando non si è mai risparmiato sull'approfondimento fisico e psicologico dei suoi personaggi.  

 

Tutta la sua carriera è costellata di profondi studi psicologici e improvvisazioni che hanno contribuito ad avvolgere di un’aura mistica questo attore, spesso diviso tra una vita di eccessi e i temi sociali.

 

Dalla performance approfondita e lirica, nonché da Oscar, in Fronte del Porto alle improvvisazioni che hanno inciso sulla Storia del Cinema - pensate a Ultimo Tango a Parigi Apocalypse Now, giusto per fare degli esempi - Brando è sempre stato estremamente dedito alla sua professione, malgrado la odiasse.  

 

E pensate cosa avrebbe potuto fare se solo avesse avuto voglia di imparare un copione ogni tanto...

Posizione 3



Robert De Niro

 

Se la produzione de Il Padrino avesse permesso a Francis Ford Coppola di affidare a De Niro il ruolo di Sonny Corleone, forse non conosceremmo così a fondo la dedizione di Bob al metodo.  

 

Dovendo interpretare per il secondo capitolo della saga il giovane Don Vito Corleone, De Niro passò diversi mesi in Sicilia per imparare ogni sfumatura dei vari accenti siciliani, mostrati perfettamente durante la pellicola che gli varrà il suo primo Oscar.  

 

Ovviamente non si è fermato lì: per il suo leggendario ruolo in Taxi Driver Bob ha vissuto per giorni in una base militare in Italia, perdendo circa quindici chili e ottenendo una licenza di lavoro come tassista a New York per quattro mesi senza mai essere riconosciuto.  

 

Per New York, New York imparò, ovviamente, a suonare il sassofono e per Toro Scatenato si allenò in maniera professionistica per il pugilato, disputando tre incontri nella zona di Brooklyn e vincendone addirittura due.  

 

Sempre per lo stesso film Bob ingrassò circa trenta chili per inquadrare perfettamente l’autodistruzione del pugile Jake LaMotta, mettendo a repentaglio non solo la propria salute, ma anche la qualità della performance che verrà meritatamente premiata con un Academy Award.  

 

Per Cape Fear - Il promontorio della paura si fece ricoprire di finti tatuaggi e spese ventimila dollari per un trattamento dentale che rendesse il suo ghigno terrificante.

L’anno successivo, richiamato da Coppola per Frankenstein di Mary Shelley, si tuffò tanto nel ruolo della creatura da sottoporsi a un attento studio delle cartelle cliniche di uomini colpiti da ictus.   

 

Per The Wizard of Lies, infine, De Niro ha preferito eseguire una particolare rasatura anziché usare una parrucca per somigliare il più possibile a Bernie Madoff, noto truffatore statunitense.  

 

Se una leggenda di questo calibro è in terza posizione, pensate chi c’è alle prime due.

Posizione 2

 

 

Christian Bale 

 

Quello di Bale è un corpo sacrificato al metodo: pensate alle sue perdite di peso vertiginose, seguite da duri allenamenti per la riconquista della massa muscolare e poi al suo rapido ingrassamento.

 

Notate la differenza che il suo corpo mostra tra Batman Begins e L’uomo senza sonno, tra i successivi capitoli de La Saga del Cavaliere Oscuro The Fighter.

E poi, ancora, guardatelo in American Hustle: l’attore si è presentato sul set calvo e con un diverso modo di camminare dovuto ai ben 106 chilogrammi raggiunti.

 

I cambiamenti di peso a cui l’attore gallese si è sottoposto sono stati così eccessivi da costagli una doppia ernia del disco.

 

Persino il suo regista per quella pellicola, David O. Russell, si è infuriato appena ha conosciuto i suoi problemi di salute.

Questo non gli ha comunque impedito di sottoporsi a un nuovo cambio di peso per Vice - L'uomo nell'ombra di Adam McKay, ruolo che gli è valso la sua quarta nomination agli Oscar in 9 anni.

 

Non solo oscillazioni di peso, però, nella collezioni di performance di metodo del britannico: per American Psycho ha portato a termine tutte le mattine per tutta la durata delle riprese la particolarissima routine che il suo personaggio, Patrick Bateman, esegue on screen, mantenendo l’accento statunitense anche a telecamere spente.

 

Bale è davvero molto dedito al metodo ma c’è addirittura qualcuno che ha fatto peggio di lui…

Posizione 1



Daniel Day-Lewis 

 

Il più estremo method actor che possiate incontrare.

 

Già detentore del record assoluto di Premi Oscar al Miglior Attore Protagonista, si è lanciato in ogni sorta di follia per seguire il metodo: ha imparato il cecoslovacco per l’Insostenibile leggerezza dell'essere, ha vissuto nella foresta imparando a scuoiare animali e produrre canoe per L’ultimo dei Mohicani, ha vissuto una notte in prigione per Nel nome del padre, si è tatuato sul serio come John Proctor ne La seduzione del male, si è ammalato di polmonite rifiutando medicinali e giacche calde sul set di Gangs of New York.

 

Ha poi imparato a tirare di boxe come un professionista per The Boxer fratturandosi il naso, ha vissuto lontano dalla moglie per prepararsi all’abbandono de La storia di Jack e Rose e, dopo aver imparato a maneggiare alcuni attrezzi per l’estrazione del petrolio per Il Petroliere, si è ritrovato ad inviare sms presentandosi come Mr. President Abraham Lincoln ovviamente per Lincoln.

 

Tutto questo in meno di venti pellicole.

Day-Lewis ha infatti sempre scelto minuziosamente i ruoli da interpretare, intervallando i propri film con lunghissime pause.

 

Così facendo i suoi alter-ego sono sbocciati nel realismo più assoluto.

Nel corso della premiazione degli Oscar 2013 ha, inevitabilmente, ringraziato sua moglie Rebecca Miller per aver sopportato pazientemente una tale varietà di personaggi incompatibili tra loro che le giravano per casa. 

 

Serve altro per essere al top di questa classifica?



Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Lascia un commento

206 commenti

Jaimy

22 giorni fa

Pazzi, attori incredibili!

Rispondi

Segnala

eddak

3 mesi fa

Pazzi, pazzi... ma meravigliosi!

Rispondi

Segnala

Jacopo Troise

6 mesi fa

E pensare che si parla solo degli ultimi 50 anni! impressionante. Mi piacerebbe sapere di più sui metodi usati nel passato oltre che una calssifica di attrici

Rispondi

Segnala

Lucrezia Bariselli

6 mesi fa

Adoro gli attori e studio il metodo da anni, è interessante da vedere come ciascuno di loro lo metta in atto a proprio modo

Rispondi

Segnala

Nicola Terzaghi

7 mesi fa

Considerando che Bale, Pacino e De Niro sono i miei 3 attori preferiti, direi che il method acting con me funziona 😅

Rispondi

Segnala

Mattia Malaspina

7 mesi fa

purtroppo non ho ancora visto nulla con Lewis, ma so delle sue doti solo ed esclusivamente per i premi da lui vinti.
parlando invece di De Niro, ho visto alcune sue interviste quando era in "pausa" e sembra quasi che non abbia un anima, sembra che il suo corpo sia un guscio vuoto, come se il personaggio che interpreta riempia il vuoto e finito di girare il personaggio se ne va lasciando un De Niro vuoto.
Recitare significa sacrificio, sia esso fisico, mentale o sociale.

Rispondi

Segnala

Lorenzo Bonati

7 mesi fa

Christian Bale ne l'uomo senza sonno, impressionante

Rispondi

Segnala

Vi.

7 mesi fa

Una classifica solo di attori di un certo calibro! A livello fisico però non dovrebbero esser sottovalutate le conseguenze per la salute (vedi Bale), alla fine immedesimarsi si, ma non troppo!😅

Rispondi

Segnala

Edoardo Gottifredi

7 mesi fa

Daniel Day-Lewis ne "il petroliere". ancora ho i brividi.

Rispondi

Segnala

Sebastiano Miotti

7 mesi fa

E sono anche considerati i migliori attori dell'epoca moderna, probabilmente. Interessante come un'ideologia plasmi il gusto

Rispondi

Segnala

Tazebao

7 mesi fa

Bello ed interessante. Complimenti. Condivido in parte il monito/rimbrotto di Olivier, anche perché il metodo Stanislavskij applicato ad Hollywood - mescolato con quello del sapiente Strasberg - è diventato col tempo una macchietta nelle mani di alcuni. Al Pacino, per me, è forse quello che più di tutti è riuscito ad immergersi nel personaggio dal punto di vista emotivo-psicologico (per me il più importante). Lo trovo anche quello più "silenzioso", cioè capace di far vivere il personaggio senza far sentire per nulla l'attore.

Rispondi

Segnala

Nuriell

7 mesi fa

Attori incredibili per interpretazioni altrettanto incredibili.

Rispondi

Segnala

Matteo Mazzuto

7 mesi fa

Che spettacolo

Rispondi

Segnala

Luigi Colavito

8 mesi fa

Determinazione e passione invidiabili, sono caratteristiche splendide in qualsiasi campo. Davanti a tanta professionalità e determinazione si può solo godere nel vedere le loro interpretazioni.

Rispondi

Segnala

Matteo Mazzuto

7 mesi fa

Luigi Colavito
Eh si

Rispondi

Segnala

Marco Natale

8 mesi fa

Joaquin Phoenix, Hoffman, Brando, Bale e Day-Lewis folli ma li amo per questo

Rispondi

Segnala

Luca Iencarelli

8 mesi fa

Io avrei inserito anche James Dean, che in un'intervista aveva rivelato le sue difficoltà nell'approcciarsi a questo metodo

Rispondi

Segnala

Lucaluigimanfredi

8 mesi fa

Bella classifica!

Rispondi

Segnala

Drugo

8 mesi fa

Daniel Day Lewis è in assoluto uno dei miei attori preferiti

Rispondi

Segnala

Marco Zapparoli

8 mesi fa

Per me il migliore è  Bale

Rispondi

Segnala

Lorenzo Nuccio

8 mesi fa

Pare che di italiani che seguissero il metodo quasi in maniera nazista ci fosse Gian Maria Volontè

Rispondi

Segnala

Fabrizio Cozzolino

8 mesi fa

Lorenzo Nuccio
Si, ma non esattamente: egli non ebbe di certo le stesse possibilità di studiare all'actor's Studio. In un articolo di La Repubblica, Francesco Rosi ricorda così il "metodo" di Volonté:

"E quando si dice che diventava anche nella vita privata i personaggi che doveva rappresentare, è vero. Se ne impadroniva attraverso tutte le fasi e i dettagli della preparazione. Nel Caso Mattei c' è una scena in cui, mentre la giro, noto che Volonté cammina con i piedi piatti e mi chiedo perché. Improvvisamente ricordo che gli avevo fornito una fotografia di Mattei in cui teneva i piedi divaricati. Ecco, se n' era appropriato senza dirmi niente. Lavorava di scavo, elaborava e interiorizzava al massimo. E piano piano diventava Mattei, Levi, Luciano. Non è solo tecnica, è una straordinaria capacità di approfondimento. Il minimo gesto da imitare gli serviva per esprimere una personalità. [...] Non ha mai seguito gli eccessi dell' Actor' s Studio. Raggiungeva il risultato attraverso una trasformazione che veniva dall' interno. La sua capacità mimetica era incredibile. Un giorno venne sul set la compagna di Lucky Luciano, ci sediamo lei io e Volonté, in costume di scena. Lo guarda senza dire una parola e alla fine rivolta a me sentenzia: "è isso". Ma questo non lo otteneva con i trucchi. Era frutto di un' esplorazione, di un' elaborazione interiore sulle ragioni del personaggio."

Possiamo dire che utilizzava il rigore del metodo, aggiungendoci quella fortissima componente ideologica che ha caratterizzato gran parte della filmografia dell'attore (il più grande volto del cinema d'impegno civile, indubbiamente).

tratto da Gian Maria Volonté Il suo metodo? La tensione morale in La Repubblica del 2 Dicembre 2004.

Rispondi

Segnala

Lu

7 mesi fa

Fabrizio Cozzolino
Grazie per questo stralcio su Volonté
Per me uno dei più grandi!

Rispondi

Segnala

Alesì

8 mesi fa

Christian Bale a livello di trasformazioni penso sia imbattibile, Robert De Niro ❤️

Rispondi

Segnala

Marco Natale

8 mesi fa

Alesì
Beh ma Daniel Day-Lewis non scherza

Rispondi

Segnala

Alessandro

8 mesi fa

Però entrare così dentro il personaggio a volte può essere anche dannoso, vedi Heath Ledger. La virtù sta sempre nel mezzo(magari leggermente più verso l'eccesso😁)

Rispondi

Segnala

Tony S.

8 mesi fa

Grandissimi attori, mettiamoci anche a Depp và

Rispondi

Segnala

Eugenio

8 mesi fa

Condivido anche qui due estratti dall'autobiografia di Oliver Sacks che avevo già condiviso sul gruppo Facebook cinefacters e sul articolo nella rubrica Good&Bad.  Non vorrei essere ridondante ma si parla proprio di metodo, Sacks infatti nelle sue memorie elogia la cura e la dedizione con cui De Niro prepara il personaggio di Leonard durante le riprese di "Risvegli".  Nel 1989 ormai quasi tutti i pazienti postencefalitici del Beth Abraham erano morti, ma ve n'erano ancora nove allo Highlands Hospital di Londra. Bob credeva che fosse importante incontrarli e così ci andammo insieme. Passò molte ore parlando con loro e riprendendoli, in modo da avere registrazioni video utili per le sue ricerche, da poter studiare nei dettagli. Rimasi impressionato e colpito dalle sue capacità di osservazione e immedesimazione, e credo che anche i pazienti fossero commossi da quell'attenzione, di un tipo in cui si erano imbattuti raramente. « Quello ti osserva davvero, guarda dritto dentro di te» mi disse uno di loro il giorno dopo. [...] Il giorno dopo, mentre parlavo con Bob nel suo camerino, prima che cominciassero le riprese, mi accorsi che il suo piede destro era girato verso l'interno, con la stessa identica curvatura distonica che assumeva sul set quando impersonava Leonard L. Glielo feci notare, e lui sembrò piuttosto stupito. «Non me n'ero accorto» disse. «Dev'essere inconscio». A volte restava nel personaggio per ore o per giorni; per esempio, a cena, faceva commenti che in realtà appartenevano a Leonard e non a lui, quasi che gli fosse rimasto attaccato qualche residuo del suo pensiero e della sua personalità. Oliver Sacks, In Movimento, Adelphi 2015.

Rispondi

Segnala

L'aneddoto di Laurence Olivier e Dustin Hoffman è meraviglioso degno di un cinefacts! Comunque Olivier è solo il più grande attore e regista di teatro e cinema britannico del secolo scorso!

Rispondi

Segnala

YoudbettercallWise

8 mesi fa

Daniel Day Lewis è uno di quegli attori che recita ogni 2/3 anni, ma quando lo fa chissà perché preparano una statuetta alla categoria "Migliore Attore Protagonista" con su scritto il suo nome ahhaahahha😂😂😂

Rispondi

Segnala

Marco Natale

8 mesi fa

YoudbettercallWise
Si preparano già dagli annunci ahaha

Rispondi

Segnala

Piero Crea

8 mesi fa

Vedere vicini De Niro e Bale mi fa venire in mente quel cinefact riguardo American Hustle 😂 ..per chi non lo sapesse: De Niro ha chiesto chi era ''quell'attore molto bravo''..non aveva riconosciuto Christian Bale.

Rispondi

Segnala

Gianluca Florio

8 mesi fa

Incredibile davvero, vorrei avere un quarto della loro dedizione...cacchio😅

Rispondi

Segnala

Angela

8 mesi fa

Be è proprio vero che per essere degli artisti a tutti gli effetti serve quel pizzico di follia in più, nulla togliere ad altri attori, ma quando quello che fai ti piace davvero ci dedichi anima e corpo (letteralmente) Grandissimi!!

Rispondi

Segnala

Elena Cazzaniga

8 mesi fa

Sono tutti davvero bravissim ed è vero, molto spesso il confine fra genialità e follia è molto labile.

Rispondi

Segnala

Davide Redentori

8 mesi fa

Appena letto il titolo ho pensato: il primo posto e' il suo.......e infatti.... :-) :-) :-)

Rispondi

Segnala

Tutti straordinari attori, ma in vetta alla classifica poteva esserci solo lui! ❤️

Rispondi

Segnala

Carmelo Trifoglio

8 mesi fa

Forse però una posizione la meritava anche Di Caprio

Rispondi

Segnala

Lynch Walk With Me

8 mesi fa

Azz, non sapevo che De Niro fosse un metod actor. Devo dire che questo genere di storie mi incuriosisce sempre ma a conti fatti lo trovo un approccio davvero esagerato e poco necessario in alcuni casi, soprattutto quando uno ci rimette la salute come Bale

Rispondi

Segnala

Dav 9000

8 mesi fa

De Niro, Al Pacino e Day-Lewis sono irragiungibili. Marlon Brando fa parte di una classifica a parte.

Rispondi

Segnala

Margherita Cardani

8 mesi fa

Bravissimi e allo stesso tempo spaventosi! Sono rimasta piacevolmente shockata nel leggere di Daniel Day-Lewis.. Ma vogliamo parlare anche di quelle donne che si sono completamente trasformate?

Rispondi

Segnala

Luca Porcino

8 mesi fa

pazzi furiosi. ogni genio d'altronde lo è, sennò saremmo tutti attoroni

Rispondi

Segnala

Simone Antonino

8 mesi fa

Bale cambia completamente il suo fisico con una velocità impressionante, ma anche Leto in Chapter 27 è stranissimo

Rispondi

Segnala

Lorenzo Pastore

8 mesi fa

Tutti grandi attori e grazie alla loro dedizione al metodo, i film in cui recitano diventano dei capolavori

Rispondi

Segnala

Daniele Ticconi

8 mesi fa

Non ho niente contro Jared Leto, è il suo fan club che mi spaventa (semi-cit. 😂 ). 
È un ottimo attore, è innegabile, ma tra i fan della sua band e quelli di lui attore, ne ho sentito veramente parlare fin troppo (quando uscì Mr. Nobody si parlava quasi solo di quello, idem del suo Joker, e potrei continuare). E penso che sia lo stesso per la maggior parte di coloro che lo "odiano".
Comunque bell'articolo, come classifica ci sta 👍

Rispondi

Segnala

Salvatore Messina

8 mesi fa

nelle prime 8 posizioni andava sicuramente inserito Valerio (Marco Giallini in "Boris") 😂

Rispondi

Segnala

Jacopo Gramegna

8 mesi fa

Salvatore Messina
Potessi ti riempirei di likes ahah

Rispondi

Segnala

Salvatore Messina

8 mesi fa

Jacopo Gramegna
Ahahhaha comunque complimenti per questa #top8 💪🏻

Rispondi

Segnala

Simone Antonino

8 mesi fa

Salvatore Messina
Giallini è il mio attore italiano attuale preferito, senza il minimo dubbio

Rispondi

Segnala

Salvatore Messina
Ahahahah cosa mi hai fatto tornare in mente!

Rispondi

Segnala

Salvatore Messina

8 mesi fa

Riccardo Cappelletti
ahahah Boris è Boris c'è poco da fare

Rispondi

Segnala

Salvatore Messina

8 mesi fa

Simone Antonino
io non credo di avere un attore italiano preferito, ma lui sicuramente è un ottimo attore

Rispondi

Segnala

Giacomo Simoni

8 mesi fa

La follia che un attore deve necessariamente avere per svolgere il suo mestiere è una delle cose più affascinanti del mondo.

Rispondi

Segnala

Francesca Sica

8 mesi fa

Dopo questa classifica ritengo che sia uno dei metodi di recitazione migliore per interpretare al meglio un personaggio.

Rispondi

Segnala

Alessandro Minore

8 mesi fa

tutti attori che hanno impersonato il proprio ruolo al meglio! Articolo top!

Rispondi

Segnala

Alessandro Borgia

8 mesi fa

Ho trovato questo articolo molto interessante, non sapevo di questa forma di recitazione

Rispondi

Segnala

Melancholia

8 mesi fa

La prima posizione non poteva essere che di Daniel Day Lewis, uno dei miei preferiti in assoluto, con quello sguardo magnetico.
Anche nel resto della classifica raggiungiamo livelli altissimi e sono contenta che attori tanto dediti alla recitazione esistano ancora.

Rispondi

Segnala

Gaia Marchetti

8 mesi fa

Non avevo idea che le trasformazioni drastiche a cui gli attori si sottopongono facessero capo ad una vera e propria scuola recitativa. 
In ogni caso ho sempre ritenuto l'attore è disposto a sacrificare così tanto del proprio essere per l'immedesimazione nel proprio personaggio qualche passo sopra agli altri.

Rispondi

Segnala

Il Cionco

8 mesi fa

Solo grandi Attori in questa lista
(Spero di vedere Daniel Day Lewis ancora in un film)

Rispondi

Segnala

Salvatore Messina

8 mesi fa

Il Cionco
difficile..ma non impossibile 🙏

Rispondi

Segnala

Antonino Gandolfo

8 mesi fa

Bell' articolo concordo in pieno, primi posti meritatissimi...
Sarebbe curioso lo stesso articolo in chiave rosa.

Rispondi

Segnala

René Magritte

8 mesi fa

Bell'articolo! Trovo assurdo comunque il perdere/mettere peso a comando, vuol dire proprio volersi male.
Un conto è entrare nel personaggio (Daniel Day Lewis lo vedo così...all'eccesso ma così), un conto è continuamente mettere a repentaglio la propria salute.

Rispondi

Segnala

Charlie Shield

8 mesi fa

Chi è il pazzo che non ama Jared Leto?

Jared insieme a Scarlett Johansson sono credo gli unici due attori amati indistintamente da maschi e femmine (etero e non). Ma Jared recita meglio 😊

Rispondi

Segnala

Riccardo Sacchi

8 mesi fa

Daniel Day Lewis è veramente una macchina da guerra della recitazione. E pensare che (probabilmente) non potremo più godere del suo talento.

Rispondi

Segnala

Paino

8 mesi fa

Alla fine non devi saper solo recitare, ma anche mangiare 😂

Rispondi

Segnala

Sara Cavallaro

8 mesi fa

Articolo interessantissimo! Prima di leggerlo avevo pensato anche a Heath Ledger

Rispondi

Segnala

Domenico Guarino

8 mesi fa

La crème in questo articolo

Rispondi

Segnala

Gabri.G

8 mesi fa

Tutti mostri sacri della recitazione. Ma a mio avviso Christian Bale quando si parla di trasformismo è una spanna sopra tutti

Rispondi

Segnala

Alessandro Lauria

8 mesi fa

Però non so, perché rischiare la salute per un ruolo? Molto figo a sentirlo dire, ma a pensarci bene una cosa inutile. Si potrebbe scritturare un altro attore Di bravura simile ma con peso vicino a quello ricercato

Rispondi

Segnala

Lorenzo Piazza

8 mesi fa

Articolo veramente interessante
Figli di una New Hollywood tutta da amare!

Rispondi

Segnala

BubbleGyal

8 mesi fa

Bale rimane il più spaventoso per me.

Rispondi

Segnala

Stanley K.

8 mesi fa

Deluso dal non vedere in graduatoria Malcolm McDowell (Alex DeLarge), il quale oltre ad essersi lesionato le cornee per interpretare al meglio la "cura Ludovico" in Arancia Meccanica (dovendo per questo assumere morfina per 14 giorni), è stato costretto da Kubrick a girare altre scene della medesima cura in quanto non del tutto soddisfatto!

Rispondi

Segnala

Luca Ernandes

8 mesi fa

E come si fa a non amarli tutti?!

Rispondi

Segnala

Salvo Di Bella

8 mesi fa

Che bomba!

Rispondi

Segnala

Dirk Diggler

8 mesi fa

C'è da dire che quasi la metà di questi attori sono usciti dalla New Hollywood, nel caso servisse un motivo in più per amare quel particolare periodo

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

Dirk Diggler
Si appunto 😍😍

Rispondi

Segnala

RustCohle

8 mesi fa

Che lista di mostri sacri, uao!

Rispondi

Segnala

Elisa Feudi

8 mesi fa

attori bravissimi, molti sacrifici portano a carriere con i fiocchi🔝🔝

Rispondi

Segnala

Francesco Gliro

8 mesi fa

Sì ma manca il più grande trasformista fisico di tutti: Jason Statham

Rispondi

Segnala

Sam_swarley

8 mesi fa

la crème de la crème

Rispondi

Segnala

Matteo Sinigaglia

8 mesi fa

Mamma mia, e niente Ed Norton?

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

Matteo Sinigaglia
Ehh pure io ci ho pensato, ma si è pompato un po' solo per American History X alla fine

Rispondi

Segnala

Valentino Palazzo

8 mesi fa

Pensate ora quanto sia fondamentale sapersi calare alla perfezione nel personaggio e quanta concentrazione serva per recitare se si considera la quantità di scene in green screen che oramai vengono riprodotte

Rispondi

Segnala

Raff

8 mesi fa

Prima di leggere la top ho pensato subito a Shia LaBeouf. Non sarà un attore estremo ma con la testa ci sta poco

Rispondi

Segnala

Jacopo Gramegna

8 mesi fa

Raff
Se devo dirti la verità, è stato in ballottaggio fino all'ultimo con Jared Leto! Di cose folli per Nymphomaniac, Fury e Charlie Countryman deve morire ne ha fatte, magari le racconterò in un'altra sede, ovviamente su questo sito😊

Rispondi

Segnala

DocBrown

8 mesi fa

Qualcuno può spiegarmi perchè Jared Leto è cosi disprezzato?
E' un attore che sa calarsi bene nel ruolo e che personalmente mi ha sempre colpito, "Suicide Squad" escluso (anche se penso che come Joker avrebbe potuto fare davvero bene se il personaggio fosse stato scritta in maniera almeno decente).

Rispondi

Segnala

Wolvering

8 mesi fa

DocBrown
Secondo me perchè essendo anche una rockstar gli si assegna l'etichetta del "faccio un po' e un po' e vado alla grande", quando come attore meriterebbe molto più credito (che neanche un oscar ancora è riuscito a dargli)

Rispondi

Segnala

Il Cionco

8 mesi fa

DocBrown
Sono d’accordo con te in tutti i film che ho visto con lui mi è piaciuto un sacco! (In lord of war mi ha fatto provare una gran pena per il suo personaggio)

Rispondi

Segnala

Elia Tron

8 mesi fa

DocBrown
Vero! In Mr. Nobody secondo me è fantastico

Rispondi

Segnala

Maatz

8 mesi fa

DocBrown
Anch'io non lo capisco, in tutti i film che visto ha dato ottime interpretazioni, specialmente in Mr. Nobody e Dallas Buyers Club. Le critiche sono soprattutto sul Joker e il cattivo di Blade Runner, ma in entrambi casi il problema era la scrittura del personaggio, entrambi si saranno visti sì e no 10 minuti.

Rispondi

Segnala

DocBrown

8 mesi fa

Maatz
Sinceramente in BR49 non mi é nemmeno dispiaciuto. Apparte che come dici tu si vede poco, pero non é che abbia recitato male, é semplicemente che il personaggio doveva essere freddo e senza umanitá e mi sembra che Leto abbia fatto un buon lavoro.

Rispondi

Segnala

Maatz

8 mesi fa

DocBrown
A me nemmeno, non so se hai visto i corti che hanno anticipato il film ma quello con Leto mi aveva messo hype per il film.. poi l'idea secondo me era quella di lasciarlo abbastanza in ombra per svilupparlo meglio in eventuali sequel, che probabilmente non vedremo mai

Rispondi

Segnala

iena plinsky

8 mesi fa

Tutti grandissimi attori! Mi fanno amare il cinema ancora di più con tutta la passione e la dedizione che ci mettono per entrare nel personaggio

Rispondi

Segnala

Antonino Modica

8 mesi fa

L'articolo è veramente molto interessante e oltre queste straordinarie persone aggiungerei Gian Maria Volontè.

Rispondi

Segnala

Francesco Miale

8 mesi fa

Robert de Niro uno dei migliori attori di tutti i tempi e forse il mio preferito in assoluto peccato per i suoi ultimi lavori che vanno a sporcare la sua carriera

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

Francesco Miale
È vero, anche se per me non li "sporcano". Si vuole divertire e recita quasi ovunque, ma la sua bravura è indiscussa

Rispondi

Segnala

Sara Genovesi

8 mesi fa

Cercare di immedesimarsi il più possibile nel personaggio è più che giusto. Io per prima se fossi un'attrice di tale livello vorrei assolutamente imparare a suonare uno strumento o imparare il mestiere del personaggio..sia per aiutarmi con l'impersonazione che, perché no, soddisfazione personale. 
Ma rimetterci la salute direi proprio di no. 
Se dovessi ingrassare di 15 kg o più direi che chiamare dei truccatori sarebbe la soluzione giusta..fanno dei lavori stupendi!

Rispondi

Segnala

Panda

8 mesi fa

Sara Genovesi
Io ingrasserei volentieri per una parte. Probabilmente perché si tratterebbe di ingrasso assistito e lo trovo interessante, molto differente dal "mangia il tanto che basta a evitarti l'infarto che poi dobbiamo rifare i casting".

Rispondi

Segnala

Sara Genovesi

8 mesi fa

Panda
Fino a che sono pochi chili può anche andare,ma spesso si tratta di una quantità esagerate. Più che altro è il passare da 15 kg in più per una parte, poi 30 in meno per un'altra ecc.  Per fortuna come dici tu sono assistiti :)

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

Panda
Si esatto, ed intanto mi godrei il cibo 😂😂

Rispondi

Segnala

Jude

8 mesi fa

Anch'io adoro i method actors, trovo che sia la manifestazione più alta di dedizione al lavoro. Per riuscire a lavorare su se stessi a questi livelli bisogna avere una forza di volontà a dir poco impressionante!

Tra l'altro ricordo perfettamente di aver visto un documentario o comunque un video riguardante la trollata epica di Joaquin Phoenix e - se non sbaglio - Casey Affleck, ma non ho idea del cosa/dove/come/quando! Se qualcuno sa di cosa parlo batta un colpo, così lo recupero!

Rispondi

Segnala

Dirk Diggler

8 mesi fa

Jude
Direi che è tratto dal mockumentary "I'm Still Here", di Casey Affleck

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

Jude
Io invece no, apprezzo la loro dedizione, ma un attore secondo me non ha bisogno di questi stravolgimenti, anzi, con questi stravolgimenti è poi avvantaggiato nella recitazione

Rispondi

Segnala

Jude

8 mesi fa

Dirk Diggler
Sono abbastanza sicura che non fosse il vero e proprio mockumentary, anche perché prima di quel video (comunque abbastanza breve) non ne avevo mai sentito parlare... Bah, probabilmente avrò visto il trailer da qualche parte, chissà

Rispondi

Segnala

Jude

8 mesi fa

Guido Vaccari
Ovviamente lo fanno per entrare il più possibile nella parte (o "essere avvantaggiati", come dici tu), ma in questo non ci vedo niente di male. Non è che "giocano sporco", è solo uno dei tanti metodi che gli attori possono utilizzare per arrivare a dare il meglio; ci sono attori che hanno bisogno di queste tecniche e ci sono altri che invece utilizzano altre vie. Se uno non vede come necessario lavorare su se stesso in questo modo per poter recitare una parte buon per lui, utilizzerà un altro metodo, però non è che allora chi usa quello Stanislavskij è "scorretto"... Non so, poi ovviamente questo è solo il mio parere

Rispondi

Segnala

Davide Sciacca

8 mesi fa

Joaquin Phoenix ci mette un mese a imparare a suonare e a cantare, io se mi ci metto per un anno finisco a cantare come la controfigura stonata della Ferreri.
Inevitabile DDL al top di questa classifica. Io forse avrei messo De Niro sopra Bale: in fondo Bale per ora ha perlopiù "soltanto" perso e preso chili per i ruoli, mentre De Niro ha mostrato impegno di diversi tipi per entrare nel personaggio.

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

Davide Sciacca
No beh, Bale il migliore in assoluto. Ne "L'uomo senza sonno" sveniva addirittura perchè era arrivato a pesare 40 chili. Per Batman è diventato 90 chili di muscoli, e poi è ingrassato di 30 chili per American Hustle

Rispondi

Segnala

Davide Sciacca

8 mesi fa

Guido Vaccari
Capisco il punto di vista, ma è dedizione per perdere/guadagnare chili accettando di mettere a repentaglio la tua salute. E' una scelta estrema, ma ad un certo punto sai come fare e diventi un maestro di trasformazioni di questo genere (Bale indubbiamente lo è). Non so, secondo me non c'è solo ingrassare o dimagrire nella cura di un personaggio. Lasciato da parte lo stupore per tanta dedizione, mi affascina di più che De Niro si sia messo a fare il tassista sul serio o abbia imparato il siciliano, o che DDL sia rimasto nei boschi a imparare a cacciare.

Rispondi

Segnala

Drugo

8 mesi fa

Jared Leto mi è piaciuto un sacco in Mr. Nobody e Blade runner 2049.

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

Drugo
Ho visto solo Mr. Nobody ed è stato molto bravo

Rispondi

Segnala

ElMarto

8 mesi fa

Joaquin Phoenix è già piú simile a joker fuori dal film che Jared Leto a prodotto finito, bravissimi entrambi (dimenticandoci di suicide squad) ma su questo personaggio di Phoenix ho alte aspettative.

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

ElMarto
Idem, spero bene ma ho un po' di timori

Rispondi

Segnala

Donca

8 mesi fa

Vi consiglio di guardare Jim n Andy, su Netflix. Anche il caro e vecchio Jim Carrey non scherza!

Rispondi

Segnala

Mattia Fiorio

8 mesi fa

Comunque anche in ambito italiano ci sono attoroni che, con tutte le differenze del caso, si dedicano pienamente per interpretare un personaggio. Basti pensare a Tognazzi e a tutti i ruoli "scomodi" che ha interpretato!

Rispondi

Segnala

Davide Arienzo

8 mesi fa

Lewis è un cazzo di Dio

Rispondi

Segnala

Maria Grazia

8 mesi fa

Daniel Day Lewis il migliore di sempre

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

Maria Grazia
Ehhhbb molto molto bravo, soprattutto a scegliere film stupendi e che gli si addicono molto. Lo vorrei vedere di più in sala però

Rispondi

Segnala

Gaia

8 mesi fa

Articolo interessantissimo! Certe cose non le avrei mai immaginate😱 e comunque da ciò si capisce perchè certi grandi attori sono diventati tali

Rispondi

Segnala

Filippo Decise

8 mesi fa

Ho sempre avuto un debole per gli attori capaci di trasformarsi / immergersi per interpretare al meglio i ruoli

Rispondi

Segnala

Francesca O.

8 mesi fa

Quanto talento in un unico articolo... ❤️

Rispondi

Segnala

Mattia Fiorio

8 mesi fa

Francesca O.
Hai veramente ragione 😍

Rispondi

Segnala

Mauro Baluci

8 mesi fa

Quando si dice la dedizione

Rispondi

Segnala

Gioze

8 mesi fa

Marlon Brando ha cambiato totalmente la storia del cinema.

Rispondi

Segnala

Mattia Fiorio

8 mesi fa

Gioze
Basti pensare che ha interpretato praticamente in contemporanea due ruoli entrati nella storia ma soprattutto diversissimi come quello del Padrino e di quel capolavoro di Ultimo Tango a Parigi 😍

Rispondi

Segnala

The_Watcher_TV

8 mesi fa

Tutti grandissimi attori!

Rispondi

Segnala

Luca Zenesini

8 mesi fa

Molti di questi attori non pensavo si sacrificassero cosi tanto per il ruolo (es. Hoffman e De Niro)

Rispondi

Segnala

Lorenzo Dal Pan

8 mesi fa

Articolo bellissimo. Daniel Day Lewis è un attore incredibile, sconvolgente la sua performance ne “My Left Foot” così come in “Gangs of New York”, “There Will Be Blood” e nel meraviglioso “Phantom Thread”. Lui e Anderson sono una coppia strepitosa.

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

Tutti pazzeschi, anche se da buon Italiano non sono molto per queste super trasformazioni, sono dell'idea che l'attore sia bravo proprio perchè interpreta qualcuno di lontanissimo da lui. Detto ciò apprezzo comunque questa incredibile dedizione

Rispondi

Segnala

Baxter

8 mesi fa

Christian Bale è un mito

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

Baxter
Come applicazione fisica probabilmente il migliore al mondo

Rispondi

Segnala

ZERO

8 mesi fa

Cazzo e io non riesco a perdere 5kg neanche se prego il Padre Eterno!

Rispondi

Segnala

Mattia Fiorio

8 mesi fa

ZERO
Ahahah hai pienamente ragione 😂

Rispondi

Segnala

Grazia173

8 mesi fa

ZERO
Nemmeno io...in compenso però sono bravissima a metterli😎😂

Rispondi

Segnala

ZERO

8 mesi fa

Grazia173
Ah beh, in quello possiamo darci la mano allora! XD

Rispondi

Segnala

Luckyboy

8 mesi fa

Christian Bale fin da quando l'ho conosciuto è diventato uno dei miei attori preferiti, soprattutto per la sua passione in quello che fa.

Rispondi

Segnala

Jude

8 mesi fa

Luckyboy
Anch'io lo adoro, non mi ha mai mai mai deluso. Ormai ho recuperato quasi tutta la sua filmografia!

Rispondi

Segnala

Luckyboy

8 mesi fa

Jude
L'uomo senza sonno l'hai visto?

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

Luckyboy
A me piaceva molto, lo reputo tutt'ora un bravo attore ma per essere tra i migliori lo vorrei vedere in qualche film in più con parti in cui può dare tanto

Rispondi

Segnala

Jude

8 mesi fa

Luckyboy
Visto, probabilmente una delle sue prove migliori. Quasi non dormivo la notte 😅

Rispondi

Segnala

Jude

8 mesi fa

Guido Vaccari
In effetti anche secondo me non è ancora arrivato il ruolo della consacrazione... Speriamo!

Rispondi

Segnala

Luckyboy

8 mesi fa

Guido Vaccari
Si, credo anch'io che manchi di un ruolo di spicco, d'altronde ci sono attori meno bravi ma che in un film ben riuscito con un personaggio che calza a pennello sono stati molto più acclamati

Rispondi

Segnala

Felix

8 mesi fa

Articolo molto interessante!

Rispondi

Segnala

Greta

8 mesi fa

Complimenti per la costanza e la passione... Ma soprattutto complimenti per la pazienza di coloro che gli è stato accanto ahahah

Rispondi

Segnala

Adoro questo tipo di articoli.
Credo che ogni attore che decide di intraprendere tale carriera sia consapevole di potersi trovare a interpretare personaggi completamente differenti a se stesso e tra di loro e quindi debba essere pronto a calarsi nei loro panni. C'è chi ci riesce di più e chi di meno ma chi, come gli attori presenti nell'articolo, decide di spingersi a tanto pur di interpretare al meglio il personaggio a loro destinato, può essere davvero considerato un Attore con la A maiuscola. Chapeau!

Rispondi

Segnala

Federico Rossato

8 mesi fa

"Scusi, lei usa il Metodo?" "Sono Daniel Day-Lewis, veda un po' lei..."

Rispondi

Segnala

Jude

8 mesi fa

Federico Rossato
AHAHAHAHAHA sto male

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

Federico Rossato
AHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAHAHAAHAHAHAAHA stupendissima

Rispondi

Segnala

Roberto Rotondo

8 mesi fa

Il trasformista per eccellenza, si sà, è Daniel Day-Lewis, ma Chiristian Bale non scherza minimamente!
Come diamine fà il suo corpo ad adattarsi a certi cambiamenti?! Voglio conoscere il suo Personal Trainer!!!

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

Roberto Rotondo
Concordo, anche se si adattano in due modi diversi. Lewis è un mostro a diventare la persona in cui deve recitare, davvero pazzesco. Bale invece come stravolgimenti fisici è il migliore

Rispondi

Segnala

Roberto Rotondo

8 mesi fa

Guido Vaccari
Si, era proprio quello che intendevo 😊

Rispondi

Segnala

Tommaso

8 mesi fa

Articolo molto interessante e bello da leggere. Concordo con la classifica.

Rispondi

Segnala

lycorisra9

8 mesi fa

Riconosco a Jared Leto un'incredibile passione in tutto quello che fa! Come da premessa, io rientro in quella cerchia di persone che non stravede per lui, lo stesso però non si può dire dei sette restanti: il mazzo che si è fatto Daniel Day-Lewis, nessuno mai! 😂

Rispondi

Segnala

Sonny Carta

8 mesi fa

Fantastico. Phoenix mi ha fatto morire!

Rispondi

Segnala

Rossella D'Introno

8 mesi fa

Tutti attori magistrali senza dubbio. Sarei curiosa di sapere se anche qualche attore italiano, passato o presente, si possa definire un attore del Metodo o magari sia vicino ad essere definito tale.

Rispondi

Segnala

Jacopo Gramegna

8 mesi fa

Rossella D'Introno
Nessun attore italiano, almeno tra i noti, può definirsi method actor su base continuativa. Però, sempre più spesso, stiamo assistendo a grandi trasformazioni fisiche frutto di diete molto particolari. È il caso di Stefano Accorsi in "Veloce come il Vento", Claudio Santamaria in "lo chiamavano Jeeg Robot" e Alessandro Borghi in "Sulla mia pelle

Rispondi

Segnala

Rossella D'Introno

8 mesi fa

Jacopo Gramegna
E nel caso delle attrici, invece, si può dire che nessuna abbia subito grandi trasformazioni al pari dei colleghi uomini?

Rispondi

Segnala

Jacopo Gramegna

8 mesi fa

Rossella D'Introno
Ci sono, ci sono. Rooney Mara, ada esempio, per Millennium-Uomini che odiano le donne, si fece un piercing nelle parti intime perché diceva di non poter interpretare un personaggio così cyberpunk senza avere nemmeno un piercing o un tatuaggio.

Rispondi

Segnala

Regina Bolgan

8 mesi fa

Grandissimo Leto, un inizio molto promettente!

Rispondi

Segnala

Donca

8 mesi fa

Ho adorato Bale in Hostiles, una delle sue migliori prove di recitazione secondo me. Lo avete visto? Che ne pensate

Rispondi

Segnala

Riccardo De Fusco

8 mesi fa

Daniel Day-Lewis inoltre ha disegnato e realizzato tutto da solo un abito intero per la sua parte in "Il filo nascosto", come si fa a non amarlo

Rispondi

Segnala

RayRJJackson

8 mesi fa

I colleghi di Dustin Hoffman ne "Il Maratoneta" non saranno stati molto contenti di averlo accanto.

Rispondi

Segnala

Matteo398

8 mesi fa

Daniel Day-Lewis un mostro di bravura

Rispondi

Segnala

Mattia Fiorio

8 mesi fa

Grandsissimi attori, peccato per il De Niro degli ultimi anni però 😔

Rispondi

Segnala

Morena Falcone

8 mesi fa

Mattia Fiorio
A chi lo accusa di fare ultimamente solo filmetti, De Niro ha più volte risposto di aver dimostrato ampiamente la sua capacità di recitazione e che ora, arrivato ad avere anche lui una certa età, non vede il motivo per cui non dovrebbe concedersi qualcosa di più rilassante e che lo diverte anche! Se la vedi un quest'ottica...come dargli torto? :) Scelte...

Rispondi

Segnala

Carlo Padova

8 mesi fa

Morena Falcone
Infatti ci sta

Rispondi

Segnala

Morena Falcone
Nulla toglie che possa ancora dedicarsi a pellicole più impegnative, sta mostrando un altro lato di sé che comunque risulta essere molto interessante.

Rispondi

Segnala

Mattia Fiorio

8 mesi fa

Morena Falcone
Non ero a conoscenza di queste sue affermazioni, grazie per avermi fatto sapere! Infatti guarda, io ho visto molti dei suoi filmetti di questi ultimi anni, e alcuni li ho anche apprezzati ("Lo stagista inaspettato" mi piace un sacco), però cavolo non vedo l'ora di vederlo tornare in qualche Filmone dei suoi, perchè è un attore che merita un sacco, davvero (io poi sono di parte perchè amo la New Hollywood più di ogni altra cosa 😂)

Rispondi

Segnala

Morena Falcone

8 mesi fa

Mattia Fiorio
Be’ inutile dire che da parte mia l’attesa per “The Irishman” sta diventando snervante! :)
De Niro è tra i miei preferiti, “Il Cacciatore” per me è IL film, dunque puoi capire quanto anche io attenda con ansia un suo nuovo super ruolo...ma intanto che si diverta pure! :)

Rispondi

Segnala

Mattia Fiorio

8 mesi fa

Morena Falcone
Non dirlo a me! Per me il massimo (sia per De Niro che per il film) è Taxi Driver, uno dei miei 5 film preferiti in assoluto😍!

Rispondi

Segnala

Gigi Dag

8 mesi fa

Grandi attori che pur di immedesimarsi fino alla fine in personaggio rischiano gravi problemi fisici e un forte stress, molti li giudicano esagerati nel calarsi così estremamente in un personaggio (sopratutto veramente esistito) ma io credo,che la prova di un attore si dimostri anche nel impegno di mettersi in gioco e di risultare più fedele possibile nella prova attoriale.

Rispondi

Segnala

Kelevra

8 mesi fa

Non poteva non esserci Daniel Day-Lewis al primo posto, ma ogni numero che leggevo l'ansia di non trovarlo cresceva, hahahah. 
Credo che anche se gli chiedessero di interpretare un ciottolo di fiume, riuscirebbe a fare la migliore interpretazione di ciottolo di fiume mai realizzabile anche da un sasso. Non c'è film che abbia visto in cui compariva che non mi sia piaciuto, anche ai tempi in cui ero troppo giovane per avere idea di chi diavolo fosse.

Rispondi

Segnala

Paul Bickle

8 mesi fa

Tutti mitici... E geniali nella loro pazzia.

Rispondi

Segnala

Pietro Tuveri

8 mesi fa

Li amo tutti, semplicemente fantastici. Grandissimi attori

Rispondi

Segnala

Michele Brandanu

8 mesi fa

Geniali, davvero immensi

Rispondi

Segnala

Francesca Tantalo

8 mesi fa

Non a caso sono tra i più grandi attori di sempre

Rispondi

Segnala

Drugo

8 mesi fa

tutti incredibili

Rispondi

Segnala

Andrea Rolli

8 mesi fa

Tutti grandissimi attori effettivamente

Rispondi

Segnala

FedericoD17

8 mesi fa

Uno dei miei attori preferiti ovvero Bale sempre ammirato per i continui sforzi fisici per entrare nel personaggio

Rispondi

Segnala

Francesca Tantalo

8 mesi fa

FedericoD17
Amore ssh ahah sei ovunque

Rispondi

Segnala

FedericoD17

8 mesi fa

Francesca Tantalo
Ma che vuoi ahaha

Rispondi

Segnala

Francesca Tantalo

8 mesi fa

FedericoD17
Ma tu cosa vuoi ahahah piuttosto siccome è il tuo attore preferito scrivigli su instagram di rifarsi le labbra che non le ha

Rispondi

Segnala

Pauls

8 mesi fa

Bella classifica, Bale tra i primi era a dir poco scontato, però non so, ha così tanto senso sacrificare se stessi al punto di ottenere seri danni fisico-psichici per il solo obbiettivo del realismo assoluto? Penso che la cosa diventi più terrificante nel momento in cui è il regista ad imporre il metodo, forse un esempio lo conosciamo tutti...

Rispondi

Segnala

Dedina83

8 mesi fa

Cavolo Bale è un pazzo... wow quante cose interessanti. Comunque tra loro De Niro è il top, si è preso pure la licenza da tassista 😂

Rispondi

Segnala

Claudio Serena

8 mesi fa

mettere così a repentaglio la propria salute fisica e psichica...forse hanno più ragione gli attori che non seguono il metodo

Rispondi

Segnala

Davide Bertolotti

8 mesi fa

Mi sono sempre chiesto chi fosse il "vero attore" (ovviamente lo sono entrambi) tra chi fa uso del metodo e chi semplicemente inizia a recitare come se nulla fosse quando il regista dà l'azione. Fa riflettere come due scuole di pensiero così diverse possano portare risultati grandiosi in entrambi i casi

Rispondi

Segnala

Dave

8 mesi fa

Davide Bertolotti
Credo che sia una cosa molto soggettiva, non esiste un meglio o peggio a mio modo di vedere, l'importante è il risultato 😉

Rispondi

Segnala

Davide Bertolotti

8 mesi fa

Dave
Sì sì è ciò che volevo dire anche io. Non esiste meglio o peggio. La riflessione (se così vogliamo chiamarla) che volevo tirare in ballo era: il vero attore è colui che si immedesima a tal punto da diventare lui stesso il personaggio o colui che senza sforzo apparente inizia a recitare repentinamente?

Rispondi

Segnala

Dave

8 mesi fa

Davide Bertolotti
Sisi, avevo colto il tuo interrogativo. Quello che intendevo io era: non credo che solo uno dei due possa essere considerato come "vero attore". L'attore interpreta un ruolo, e indipendentemente dal modo in cui decide di immedesimarsi nel personaggio l'importante è che riesca a trasmettere le giuste emozioni. Personalmente ritengo il Metodo semplicemente uno strumento di cui gli attori possono servirsi se ritengono che li possa aiutare a interpretare meglio la loro parte. C'è da dire chi sfrutta il Metodo dimostra grandissima dedizione e passione per il proprio lavoro (oltre ad un pizzico di follia 😆), ma questo non significa che chi non lo usa sia meno professionale, così come non si può dire che chi ha bisogno/voglia di trasformarsi completamente nel proprio personaggio abbia meno talento di chi si presenta sul set soltanto con il copione. E' un discorso su cui potremmo stare veramente delle ore, ma non voglio annoiare oltre, spero di aver reso la mia idea, chiedo venia per il papiro. 😁

Rispondi

Segnala

Rossella D'Introno

8 mesi fa

Davide Bertolotti
E' una bella riflessione ed è vero che entrambi i modi di recitare conducono a risultati eccezionali. A tal proposito ti riporto un pensiero che mi ha colpito molto di uno dei miei attori preferiti, Marcello Mastroianni sosteneva: "Non capisco perchè questi americani devono soffrire così tanto da identificarsi con i loro personaggi. Io recito. E' molto divertente. Non c'è sofferenza."

Rispondi

Segnala

Yuri Palamini

8 mesi fa

Bè 8 attori a caso proprio... il podio non poteva essere altrimenti, alcuni aneddoti di DDL sono incredibili

Rispondi

Segnala

Joaquin Phoenix

8 mesi fa

joaquin che grande

Rispondi

Segnala

Samuel De Checchi

8 mesi fa

Infatti tutti hanno segnato la storia del cinema. Leto ha ancora tempo ma potrebbe farcela.

Rispondi

Segnala

FedericoD17

8 mesi fa

Samuel De Checchi
A Leto manca quel film che riesce a consacrarlo

Rispondi

Segnala

Samuele Monzani

8 mesi fa

E in effetti son tutti dei fenomeni...

Rispondi

Segnala

Maatz

8 mesi fa

Non a caso sono tutti grandissimi attori

Rispondi

Segnala

Roberta

8 mesi fa

Quando gli attori recitano per passione si vede (e si sente, nel caso Hoffman😷)

Rispondi

Segnala

Josephin Overwood

8 mesi fa

Anche Gary Oldman sa il fatto suo.⚡️

Rispondi

Segnala

Alessandro Cavallo

8 mesi fa

Josephin Overwood
Uno dei miei attori preferiti!

Rispondi

Segnala

Mario Di Capua

8 mesi fa

Più che i cambiamenti di ruolo (che trovo comunque incredibili e frutto di un duro lavoro), mi impressionano molto di più i cambiamenti psicologici e abitudinari; riuscire a cambiare il proprio modo di essere per interpretare un ruolo e dare allo spettatore i massimo del realismo è un lavoro incredibile che merita di essere riconosciuto ogni volta.

Rispondi

Segnala

Marco Romano

8 mesi fa

Se regali grandi interpretazioni, un motivo deve pure esserci.

Rispondi

Segnala

Barbara G.

8 mesi fa

Piccola menzione per Matt Damon in The Martian

Rispondi

Segnala

LeoGuerra

8 mesi fa

Sembra nato per il ruolo di Lincoln

Rispondi

Segnala

Guido Vaccari

8 mesi fa

LeoGuerra
Si davvero, spettacolare

Rispondi

Segnala

Matteo Bonanni

8 mesi fa

Avrei bisogno di un certo tipo di motivazione per diminuire le mie calorie in questo periodo 😂

Rispondi

Segnala

Marinella

8 mesi fa

Non oso immaginare gli attori che hanno recitato con Dustin Hoffman, che non si lavava da 72 ore 😷

Rispondi

Segnala