close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#top8

8 cose che fino ad oggi non sapevi su Cast Away

Cast Away è uno di quei film che si potrebbero definire come One Man Show: la stragrande maggioranza del minutaggio del film vede il solo Tom Hanks interagire con l'ambiente che lo circonda e nel quale si trova costretto a sopravvivere. 

 

 

Film particolare all'interno della filmografia di Robert Zemeckis, che prosegue il discorso più riflessivo e meno divertito che il regista aveva iniziato con Contact, Cast Away ci regala una performance incredibile dell'attore californiano. 

 

Il film uscì nel periodo natalizio del 2000 negli Stati Uniti e pochi giorni dopo anche in Italia: il budget di circa 90 milioni venne ampiamente coperto dal quasi mezzo miliardo di dollari incassato nel mondo, che portò Cast Away ad essere il terzo film più redditizio di quell'anno dietro solo a Mission: Impossible II e Il Gladiatore

 

La storia è quella di un novello Robinson Crusoe. 

 

 

 

Tom Hanks interpreta un dirigente della FedEx con sede a Memphis, Chuck Noland: la sua vita piena di viaggi e di impegni lo tiene lontano spesso da casa e dalla fidanzata Kelly (Helen Hunt). 

 

Durante il Natale del 1995, proprio quando le cose sembrano andare per il verso giusto, Chuck deve allontanarsi per l'ennesima volta per un'emergenza e prendere immediatamente un volo che lo porterà in Malesia. 

Ma non ci arriverà mai, perché una tempesta farà sì che il suo aereo precipiti da qualche parte nell'Oceano Pacifico, rendendo Chuck naufrago su un'isola deserta. 

 

Sull'isola Chuck troverà anche i pacchi che erano sull'aereo con lui, che in qualche modo gli torneranno utili per la sopravvivenza: il fuoco, la pesca, un riparo, Chuck adesso ha priorità completamente diverse rispetto alla vita da dirigente FedEx. 

Come unico amico, un pallone da pallavolo. 

 

Cast Away fu un incredibile successo di pubblico, ma anche la critica lo salutò con entusiasmo: il film di Zemeckis può vantare un 88% su Rottentomatoes con una media voto del 7.36 e portò Tom Hanks a ricevere la sua quinta nomination agli Oscar in 13 anni. 

 

E quando un attore riesce a commuovere il pubblico parlando con un pallone, è evidente che il meccanismo sia riuscito alla perfezione.  

 

Prima di iniziare con le 8 cose che fino ad oggi non sapevate su Cast Away, vogliamo ricordarvi che il film potete trovarlo gratuitamente sulla piattaforma Infinity!

 

Se non siete ancora iscritti a Infinity andate a curiosare il suo vastissimo catalogo sfruttando il codice sconto "cinefacts": avrete così diritto a ben DUE MESI GRATIS!



Posizione 8

L'idea fu di Tom Hanks 

 

Siamo abituati a soggetti presi dai romanzi, o da pièce teatrali, oppure nati dalla fantasia di soggettisti e sceneggiatori. 

 

Nel caso di Cast Away l'idea invece nacque proprio dal protagonista. 

 

Tom Hanks stava leggendo un articolo sulla compagnia di spedizioni FedEx e si mise a pensare al fatto che i loro Boeing sorvolano l'oceano più volte al giorno. 

Da lì l'intuizione: e se uno di questi aerei dovesse cadere? 

 

L'attore ha raccontato che gli piaceva l'idea di vedere come un uomo potesse sopravvivere dovendosi procacciare i "cinque requisiti fondamentali" per la vita: cibo, acqua, fuoco, riparo e compagnia. 

 

Per qualche anno tenne l'idea in un cassetto e poi coinvolse prima William Broyles Jr, già sceneggiatore di Apollo 13, e poi Robert Zemeckis con il quale aveva fatto Forrest Gump

 

Posizione 7

I chili presi e i chili persi

 

Per la parte di Chuck Noland Tom Hanks si lasciò ingrassare parecchio prima delle riprese, fino a prendere ben 23 chili in più rispetto al suo peso forma. 

 

Una volta partita la produzione del film nel dicembre del 1998 vennero girate tutte le scene della vita "nella società civile", con un Tom Hanks cicciottello. 

 

Poi vennero sospese per dare modo all'attore di farsi crescere barba e capelli e soprattutto per dargli modo di dimagrire. 

 

Tredici mesi e 25 chili dopo le riprese ripartirono sull'Isola di Monuriki alle Figi, nell'Oceano Pacifico. 

 

Cosa fece Robert Zemeckis nel frattempo? 

Ne approfittò per girare un altro film: Le Verità Nascoste, con Harrison Ford e Michelle Pfeiffer. 

 

Dove però non dimagrisce nessuno. 

 

Posizione 6

La location 

 

Visto che è stata nominata... 

 

La location di Cast Away non è uno studio cinematografico. 

 

Non è green screen, non è computer e non è nemmeno un'isoletta a mezz'ora di motoscafo dagli studi della 20th Century Fox. 

 

È una vera isola e si trova nell'Oceano Pacifico: l'Isola di Monuriki fa parte dell'arcipelago delle Mamanuca, alle Figi. 

 

Ha una superficie di appena 0,4 chilometri quadrati: lunga poco più di un chilometro e larga 600 metri. 

 

Se volete vederla, copiaincollate queste coordinate in Google Maps: -17.609277, 177.0397. 

 

Però non provate a zoomare: la scritta HELP non c'è più da un bel po'! 

 

Posizione 5

La FedEx 

 

Contrariamente a quello che si potrebbe pensare la FedEx non ha fatto del product placement sul film, anzi. 

 

La famosa compagnia di spedizioni era inizialmente dubbiosa se dare l'ok alla produzione per poter utilizzare il loro brand nel film: il fatto che un loro aereo precipitasse nell'oceano e perdesse i pacchi destinati alla consegna veniva visto come cattiva pubblicità. 

 

Ma dopo aver letto la sceneggiatura completa si resero conto che il messaggio di fondo del film era positivo, che il protagonista si mostrava come gran lavoratore affezionato alla compagnia e che in ogni caso, nonostante il disastro aereo, Cast Away per FedEx poteva essere un ottimo veicolo promozionale. 

 

E infatti così fu: l'azienda comunicò che dopo l'uscita del film le richieste di assunzione crebbero del 30%! 

Non solo, perché FedEx produsse uno spot per il SuperBowl del 2003 con Tom Hanks protagonista: nello spot si vede l'attore che restituisce il pacco al mittente. 

La cosa divertente è la risposta della donna alla sua domanda, in merito a cosa contenesse quel pacco. 

 

"Un telefono satellitare, un localizzatore GPS, una canna da pesca, un depuratore d'acqua e dei semi... stupidaggini."

 

Ops. 

 

Posizione 4

Wilson 

 

Difficile emozionarsi e commuoversi con un pallone da pallavolo, eppure in Cast Away succede. 

 

La relazione tra Chuck e "Wilson" è sicuramente una delle cose meglio riuscite del film: complice la bravura di Tom Hanks, ovviamente, che però fu aiutato dal fatto che nella sceneggiatura originale Wilson... avesse delle battute! 

Proprio così: sullo script c'erano indicate le linee di dialogo del pallone per aiutare Hanks a interagirci meglio. 

 

Ma il rapporto di Tom Hanks con "Wilson" è qualcosa che dura da tempo... 

 

Il suo primo ruolo in televisione fu nella sit-com del 1980 Henry e Kip, dove interpretava il ruolo di Kip Wilson

Nel 2007 ha interpretato per il Cinema il protagonista del film La guerra di Charlie Wilson

 

E nel 1988 ha sposato quella che ancora oggi è sua moglie: Rita Wilson

 

Ecco forse perché in Cast Away gli viene così bene disperarsi nella famosa scena nell'oceano! 

 

Posizione 3

Lost 

 

Un'isola deserta, la sopravvivenza... Lost qualcosa in comune con Cast Away ce l'ha. 

 

Ed è normale, dato che la famosissima serie televisiva è nata proprio dal film! 

 

Già: nel 2003 Lloyd Braun, l'allora Presidente di ABC, incaricò lo sceneggiatore Jeffrey Lieber di scrivere una serie televisiva ispirata a Cast Away, il suo film preferito. 

Lieber scrisse un pilota intitolato Nowhere per la futura Cast Away - The Series, dove 10 personaggi naufragavano dopo un incidente aereo e si ritrovavano a dover sopravvivere su un'isola deserta. 

 

Braun allora passò lo script a J.J. Abrams per farglielo supervisionare e, nel caso, apportare qualche aggiunta. 

Il resto lo conosciamo tutti. 

 

Quando ancora faceva il manager, Lloyd Braun diede dei suggerimenti a David Chase per la stesura de I Soprano

E poi diede il via a Lost. 

 

Non male. 

 

Posizione 2

La luce e il sonoro

 

Cast Away è un film che mise a durissima prova non solo Toma Hanks, ma anche la stessa troupe del film. 

 

Tutte le scene ambientate sull'isola ad esempio sono frutto di un enorme lavoro di post-produzione che, guardando il film, è assolutamente invisibile. 

 

A causa del continuo infrangersi delle onde sulla spiaggia era pressoché impossibile registrare una presa diretta che andasse bene, anche perché tutte le scene di quando Chuck si trova in spiaggia sono senza musica di sottofondo e l'audio doveva necessariamente essere pulito. 

Il film è stato quindi interamente doppiato in post-produzione. 

 

Non solo: per lo stesso problema legato all'audio non si potevano nemmeno girare lunghe scene notturne, dato che non essendoci corrente elettrica sull'isola i generatori avrebbero fatto un rumore infernale. 

Quindi tutte le scene notturne che vediamo in Cast Away furono in realtà girate... di giorno, e poi modificate in post. 

 

Tranne una: la scena in cui Chuck riesce a fare il fuoco. 

Quella volta era davvero notte. 

 

Posizione 1

Il nome del protagonista 

 

Gli spettatori più smaliziati, e nel caso di spettatori italiani anche coloro che padroneggiano abbastanza la lingua inglese, potrebbero capire molte cose del film dalle primissime scene. 

Senza nemmeno conoscerne la trama. 

 

Il protagonista interpretato da Tom Hanks sappiamo fin da subito che si chiama Chuck Noland

 

Un nome apparentemente normalissimo, ma che in realtà nasconde un gustoso easter egg! 

 

Il nome si può tranquillamente abbreviare in C. Noland

 

Leggendolo in inglese la pronuncia diventa la stessa di See No Land, ovvero... "Non vedere terra"

 

Dato quello che racconta il film è un nome più che adatto, no? 

 



Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Top8

Articoli

Top8

Lascia un commento



2 commenti

Nuriell

5 mesi fa

Tom Hanks è un mostro, credo che questo sia il suo film migliore, lo preferisco di gran luna a Forrest Gump e a tutti gli altri.

Rispondi

Segnala

Giulio Bartali

5 mesi fa

Bellissimo film e Con tutte queste curiosità si arricchisce ancora di più. In particolare quella del nome e quella delle scene notturne sono inaspettate!

Rispondi

Segnala


close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni