close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#Good&Bad

Jeremy Irons: Good gone Bad

Un Premio Oscar che vive un tramonto poco luminoso in relazione al suo talento.

 

 

Ricostruiamo assieme la storia professionale di uno degli attori simbolo degli anni '90, ingiustamente trovatosi a interpretare ruoli decisamente poco adatti a lui negli ultimi anni di una carriera che resta, in ogni caso, di altissimo livello.

 

Dotato di un talento cristallino, Jeremy Irons si è mostrato, sin dai primi passi del proprio percorso artistico, un interprete sensibilissimo, un attore dalla finissima formazione e dalla classe innata.

 

Dopo un'ottima carriera a teatro, infatti, l'attore britannico si è guadagnato ben presto lo status da protagonista ne La donna del tenente francese e in Moonlighting, recitando da leading actor praticamente in ogni apparizione cinematografica fino a Mission di Roland Joffè, in cui mette in piedi un meraviglioso duetto con Robert De Niro.

 

Successivamente ha inaugurato la sua collaborazione con David Cronenberg con Inseparabili e ha annullato ogni tipo di concorrenza a livello mondiale sui premi più prestigiosi nell'annata cinematografica 1991: la sua trasformazione fisica e la sua voce profonda e suadente, pervasa da una punta di aristocratica indecifrabilità ne Il mistero Von Bulow gli vale i maggiori premi anche l'Oscar come Miglior Attore Protagonista.

 

 

 


Successivamente è stato autore di tante altre grandissime prove, tra le quali è impossibile non citare Il Danno, La casa degli spiriti, Die Hard-Duri a morire, Io ballo da sola, il doppiaggio di Scar ne Il re leone e il delicatissimo Lolita di Adrian Lyne.

 

La maschera di ferro e Dungeons & Dragons hanno fatto segnare una piccola inversione di tendenza: meno autoriale, più di natura.

 

La sua filmografia negli anni successivi si annacqua, i ruoli di spessore diminuiscono: così Il mercante di Venezia, INLAND EMPIRE e la sua presenza imperiosa ne I Borgia si perdono nel mare di film un po' rivedibili.


Negli anni ha accettato di essere parte di tanti progetti poco riusciti: da Eragon ad Assassin's Creed, diventando anche l'Alfred di un Batman che non ha necessariamente fatto breccia nel cuore dei fan dei cinecomic.


Peccato, vero, ma a 70 anni ormai suonati Jeremy Irons resta un simbolo di classe, sia dentro che fuori dai set di tutto il mondo.

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Lascia un commento



20 commenti

lorenzo caiazzo

9 mesi fa

Sono d’accordo, ma devo ammettere però, che la sua interpretazione nella serie tv watchmen è davvero fantastica, credo che abbia ancora qualcosa da dire il ragazzo ;)

Rispondi

Segnala

Samuel De Checchi

1 anno fa

Un gran peccato

Rispondi

Segnala

Peccato per Eragon solo

Rispondi

Segnala

Josephin Overwood

2 anni fa

"Brisinger.."

Rispondi

Segnala

Emanuele Antolini

2 anni fa

Peccato non vederlo da un po' di tempo in un film di spessore... Resta sempre un Lord.

Rispondi

Segnala

Rossella

2 anni fa

Uno degli attori che non mi stanco mai di vedere al cinema... L'ho adorato perfino nei panni di Alfred, in realtà. Sagace, pungente e, come sempre, molto affascinante. ❤️

Rispondi

Segnala

OldBoy

2 anni fa

Tra gli ultimi film poco riusciti citerei anche "The Correspondence", spero che sia lui che Tornatore dopo quello possano tornare ai loro livelli.

Rispondi

Segnala

Rossella D'Introno

2 anni fa

OldBoy
Non l’ho visto proprio perché ero scettica sul film, anche se speravo di sbagliarmi...

Rispondi

Segnala

Adriano Meis

2 anni fa

Rossella D'Introno
Io amo sia Tornatore che Irons, ma quel film è agghiacciante (come sempre IMHO)

Rispondi

Segnala

OldBoy

2 anni fa

Rossella D'Introno
oddio, io una chance se non l'hai visto gliela darei, il soggetto se fosse stato sviluppato degnamente avrebbe anche avuto il suo perchè, poi certo, il resto è un disastro

Rispondi

Segnala


close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni