close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#news

Chinatown: David Fincher lavora alla serie TV per Netflix

Variety ha riportato la notizia secondo la quale Netflix avrebbe messo in produzione una serie prequel dedicata a Chinatown, film del 1974 con Jack Nicholson diretto da Roman Polanski 

 

 

David Fincher e Robert Towne, autore della sceneggiatura del film, stanno lavorando all'adattamento che si dovrebbe focalizzare sulle vicende del giovane Jake “J.J.” Gittes come investigatore privato.

 

Netflix non ha commentato la notizia e nemmeno David Fincher, già collaboratore della piattaforma streaming per House of Cards, Mindhunters e Love, Death & Robots.

 

 

 

 

La notizia appare alquanto gustosa, tenendo in considerazione il materiale originale.


Qualora non aveste mai visto Chinatown, vi consigliamo di farvi un favore e recuperare il film di
Roman Polanski che, oltre a Jack Nicholson e Faye Dunaway, è passato alla storia come uno dei più intriganti ed eleganti noir e film di mistero mai realizzati.

 

Nel 1937 a Los Angeles, l'investigatore privato Jake 'J.J.' Gittes è specializzato in casi di infedeltà coniugale.

Il suo obiettivo attuale è Hollis Mulwray, ingegnere capo di alto profilo del Dipartimento Acqua ed Energia di Los Angeles, la cui moglie sospetta che sia infedele.

 

Nel seguire Mulwray, Gittes assiste ad alcuni consueti rapporti commerciali, come un incontro pubblico per la costruzione di una nuova diga per creare ulteriore approvvigionamento idrico per Los Angeles, poiché l'acqua dolce è vitale per la crescente comunità durante la siccità cronica; Mulwray si oppone alla diga.

Alla fine Gittes vede Mulwray incontrarsi con una giovane donna sconosciuta che non è sua moglie.

 

[Trailer di Chinatown]

 

 

 

Una volta che la notizia della presunta relazione tra Mulwray e questa donna colpisce i media, vengono alla luce ulteriori informazioni che fanno credere a Gittes che Mulwray sia stato incastrato per qualcosa e che lui stesso sia stato ingannato.

 

Vedremo cosa vorrà fare Netflix, come potrà essere una serie su Chinatown e soprattutto chi verrà scritturato per interpretare un giovane Jack Nicholson. 

 

Di certo c'è che la guerra dei flussi sta continuando la sua corsa e la competizione sta sicuramente favorendo la creazione di molti contenuti interessanti: Chinatown è solo l'ultima delle novità.

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

news

news

news

Lascia un commento

9 commenti

Marco Natale

16 giorni fa

Fincher ha lavorato a serie di qualità su Netflix e boh trasporre Chinatown è difficile

Rispondi

Segnala

Elena Raffaele

16 giorni fa

Chiunque prenderà il posto di Jack auguri e figli maschi.

Rispondi

Segnala

Claudio Bertelle

17 giorni fa

Però a forza di farmi favori non ho più una vita sociale 😂😂😂

Rispondi

Segnala

Benito Sgarlato

17 giorni fa

Ottima notizia! Spero si concretizzi

Rispondi

Segnala

Filman

17 giorni fa

David Fincher è una garanzia, ma Netflix no.

Rispondi

Segnala

Marco Natale

16 giorni fa

Filman
Beh sia Mindhunter che Love, Death + Robots, serie ideate da Fincher per Netflix, sono una bomba

Rispondi

Segnala

Filman

15 giorni fa

Marco Natale
Una bomba inesplosa a mio parere. E la colpa dei loro pochi aspetti negativi derivano tutti da Netflix, son convinto.

Rispondi

Segnala

Marco Natale

13 giorni fa

Filman
Uhm non saprei dirti. Di questo potevo essere d'accordo con te su Black Mirror. C'è Bojack Horseman che è la miglior serie su Netflix ma non ha limitazioni a parte il fatto che ora finisce sotto richiesta di Netflix quando poteva perfettamente continuare ancora

Rispondi

Segnala

Filman

12 giorni fa

Marco Natale
Bojack Horseman è stato il capolavoro "inaugurale" di Netflix, ma col tempo la piattaforma ha iniziato a produrre tantissima roba low budget e low quality pensando che il proprio marchio sarebbe bastato a vendere i propri miseri prodotti e sottovalutando i gusti o mal interpretando le esigenze del pubblico televisivo di oggi. Ora, sia santificato Netflix per aver prodotto quei capolavori dei Coen e di Scorsese, ma oggi come oggi mi viene da dire che sono solo operazioni di questo tipo ad essere delle garanzie.

Quando esce una serie TV su Netflix al 99% sarà brutta e allo 0% sarà un capolavoro di serie.
Mindhunter è bellissima ma soffre di molteplici timidezze e L,D+R ha metà degli episodi che sono dimenticabili. Dai queste serie alla HBO e vedi come le avrebbe trasformate in oro.

Il mio timore è che questa politica FALLIMENTARE di Netflix li porterà ben presto ad una crisi tempestosa, useranno Fincher come salvagente, ma credo che finirà per esserne coinvolto.

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni