close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#news

Strano ma vero: James Dean torna a recitare in Finding Jack

James Dean tornerà a recitare... a distanza di 64 anni anni della sua morte.

 

L'attore avrà un ruolo secondario in Finding Jack, pellicola sul Vietnam firmata dai registi Anton Ernst e Tati Golykh.

 

Al centro della trama ci sarà la triste vicenda di circa diecimila cani dell'esercito statunitense abbandonati in territorio nemico dopo la fine del conflitto.

Quello che sembra uno scherzo è invece realtà: James Dean sarà presente sullo schermo grazie alla CGI. 

 

I due registi, per poter sfruttare l'immagine del divo, hanno ottenuto i diritti d'immagine dalla sua famiglia, dichiarando:

"Siamo onorati del sostegno dei familiari, che considera questo come il quarto film di James Dean; sarà presa ogni precauzione per garantire che la sua eredità di star del cinema resti intatta".

 

Ernst e Golykh non intendono dunque deludere gli appassionati, ma il risultato è ancora tutto da vedere.

 

 



Per ricreare la recitazione di James Dean, sarà utilizzata la cosìddetta tecnica "Full Body", basata su video e foto originali dell'attore, mentre la voce gli sarà prestata da un altro interprete.

 

Da registrare le polemiche scoppiate a Hollywood dopo la diffusione della notizia: Zelda Williams, figlia di Robin Williams, ha definito il progetto Finding Jack come

"Una trovata pubblicitaria, un orribile precedente per il mondo dello spettacolo".

 

Certamente un'operazione del genere (che comunque può vantare dei precedenti, vedasi la "resurrezione" di Peter Cushing per Rogue One: A Star Wars Story), apre dibattiti etici e morali di non facile risoluzione. 

 

 

 

James Dean, uno degli ultimi divi hollywoodiani, morì il 30 settembre 1955 a seguito di un incidente automobilistico: la sua Porsche 550 Spyder si schiantò frontalmente contro un'altra automobile, guidata da uno studente universitario, sulle strade della California.

 

La sua carriera sul grande schermo conta - almeno fino ad oggi - solo tre interpretazioni, che però lo hanno reso un'icona immortale: La valle dell'Eden di Elia Kazan , Il Gigante di George Stevens e Gioventù bruciata di Nicholas Ray.

 

In conclusione, la domanda è legittima: siete favorevoli o contrari all'utilizzo delle nuove tecnologie per richiamare in vita attori da tempo scomparsi?

 

Può essere questo il futuro del cinema, o Finding Jack è soltanto una pellicola di cattivo gusto?

 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

news

news

news

Lascia un commento

9 commenti

Jambo

4 ore fa

A mio parere se si tratta di omaggio, la cosa mi va più che bene.
Altrimenti bisognerebbe togliere tutte le scene dai film usciti postumi alla morte di un attore. Come per esempio Luke Perry per C'era una volta ad Hollywood.
A mio parere come queste scene non vengono tagliate proprio per omaggiare il dipartito, il creare digitalmente un attore scomparso parecchi anni prima, lo vedo più come un omaggio.
Ovviamente non si deve esagerare creando "le nuove avventure di James Dean", altrimenti sì che diventa oltraggioso e speculativo.

Rispondi

Segnala

Giulio Scervino

2 giorni fa

Non mi convince molto questa manovra, anche perché farebbero tornare solo la sua figura, lasciando che qualcun altro reciti per lui. Boh, staremo a vedere, fatto sta che anche nel caso in cui uscisse un buon film, penso che ciò mi darebbe comunque una sensazione abbastanza strana.

Rispondi

Segnala

Claudio Bertelle

2 giorni fa

A mio avviso è una aberrazione !

Rispondi

Segnala

Nuriell

3 giorni fa

Sono molto curioso, apre prospettive decisamente interessanti per il futuro.

Rispondi

Segnala

Marco Natale

4 giorni fa

E' strano che la famiglia abbia dato il consenso. Boh vedremo

Rispondi

Segnala

Benito Sgarlato

4 giorni fa

La trovo una cosa insensata e di cattivo gusto; "considerano questo come il quarto film di James Dean"... ma dai, come si potrebbe considerare tale? Recitazione senz'anima, senza personalità

Rispondi

Segnala

Marco Natale

4 giorni fa

Benito Sgarlato
E' strano che la famiglia abbia dato il consenso

Rispondi

Segnala

Michelangelo Pollini

4 giorni fa

La cosa non mi fa né caldo né freddo. Spero solo non si crei troppa polemica.

Rispondi

Segnala

Filman

4 giorni fa

Sarà un interessante esperimento di riciclaggio cinematografico, per me. 
E sempre secondo me.......... questo modus operandi non avrà futuro!

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni