close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#news

DGA Awards 2019: tutti i vincitori!

Si è svolta ieri sera la 71esima edizione dei Directors Guild of America Awards, ovvero i premi dell’associazione dei registi di Hollywood.

 

Il vincitore della sezione Lungometraggi è stato Alfonso Cuarón con il suo Roma, già vincitore del Leone d’Oro all'ultima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia e ormai quasi certo vincitore ai prossimi Oscar, dove ha ottenuto ben 10 nomination.

 

Dal 1949, primo anno dei DGA Awards, a oggi soltanto in sette occasioni il vincitore non ha vinto l'Oscar per la Miglior Regia: statistica prevedibile, dato che i membri del Directors Guild of America fanno anche parte dell'Academy ed è quindi facile pensare che non cambino idea in pochi giorni. 

 

Se come sembra Cuarón vincesse l'Oscar per Roma sarebbe la quinta volta in sei anni per un regista messicano: lo stesso Cuarón nel 2014 con Gravity, la doppietta nel 2015 e 2016 di Alejandro G. Inárritu con Birdman e Revenant, la parentesi a stelle e strisce di Damien Chazelle con La La Land nel 2017 e Guillermo del Toro l'anno scorso con La Forma dell'acqua.

 

Ecco tutti i vincitori dei DGA Awards 2019:

 

 



Lungometraggi

 

Alfonso Cuarón - Roma

Bradley Cooper - A Star Is Born

Peter Farrelly - Green Book

Spike Lee - BlacKkKlansman

Adam McKay - Vice - L'Uomo nell'Ombra

 

 



Documentari

 

Tim Wardle - Three Identical Strangers

Morgan Neville - Won’t You Be My Neighbor?

RaMell Ross - Hale County This Morning, This Evening

Elizabeth Chai Vasarhelyi e Jimmy Chin - Free Solo

Betsy West e Julie Cohen - RBG

 

 



Esordio alla Regia di un Lungometraggio

 

Bo Burnham - Eighth Grade

Bradley Cooper - A Star Is Born

Carlos López Estrada - Blindspotting

Matthew Heineman - A Private War

Boots Riley - Sorry to Bother You 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

news

film

news

Lascia un commento

8 commenti

Antonella

9 mesi fa

se la "tradizione" della vittoria collegata poi a quella degli oscar continua, allora cuaròn sa di aver già l'oscar in mano

Rispondi

Segnala

Yuri Palamini

10 mesi fa

Giù il cappello a questo periodo storico del cinema messicano! Una delle poche certezze agli Oscar di quest'anno, almeno per me!

Rispondi

Segnala

Billizful

10 mesi fa

Cuaròn continua a sbancare potente, è decisamente il suo anno!

Rispondi

Segnala

Elena Mercuri

10 mesi fa

Onestamente ero convinta che il premio per l’esordio alla regia lo avrebbe vinto Bradley Cooper!

Rispondi

Segnala

Federico Rossato

10 mesi fa

Fiero di Burnham come di un fratello maggiore laureato. Mi ricordo ancora di quando lo conobbi con "My whole family thinks I'm gay" e non posso che saltellare felice come una pasqua per questa sua conquista: lui è una nuova speranza! *Guarda in lontananza i due soli di Torino*

Rispondi

Segnala

Emanuele Sbrocchi

10 mesi fa

Ma che momento sta vivendo il cinema messicano!?

Rispondi

Segnala

Manuel Perin

10 mesi fa

meritatissimo per Cuarón, la scena dove Cleo e Fermin sono al cinema mi ha lasciato senza fiato, sarei voluto immergermi in quella scena e non uscirne più

Rispondi

Segnala

Miro Meli

10 mesi fa

Grandissimo Alfonso Cuarón. Meritatissimo a parer mio

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni