close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#Oscar2019

Come funzionano gli Oscar: chi fa parte dell'Academy?

L'Academy of Motion Pictures Arts and Sciences è un'associazione di professionisti del Cinema. 

 

Nata nel 1927 per volere di Louis B. Mayer - l'allora capo della Metro Goldwin Mayer - il suo scopo iniziale era quello di mediare i problemi tra gli studios e i lavoratori dell'industra cinematografica senza per forza dover passare dai sindacati. 

 

 



In seguito si pensò che lo scopo potesse essere anche quello di promuovere la cinematografia: nacquero quindi gli Academy Awards of Merit, più noti come "Oscar".

 

I fondatori erano 36: attori, produttori, registi, sceneggiatori, tecnici e due avvocati: tra i nomi noti, oltre ovviamente a quello di Mayer, c'erano Mary Pickford, Douglas Fairbanks, Harold Lloyd, Cecil B. DeMille, Harry e Jack L. Warner, ovvero i "Warner Bros".  

 

La prima cerimonia si svolse nel 1929 durante una cena privata presentata da Fairbanks, presso l'Hollywood Roosevelt Hotel, dall'anno successivo i Premi Oscar vennero trasmessi alla radio e dal 1953 la premiazione viene immancabilmente trasmessa in televisione.   

 

I membri dell'Academy sono tutti professionisti del cinema: all'inizio dell'anno scorso il numero accertato era di 7258 persone, ma nel giugno 2018 ne sono stati invitati ben 928 e, anche se non si sa se abbiano accettato tutti, la cifra è da considerarsi quindi approssimata per difetto. 

 

 

[Questi sono gli invitati del 2017. Non si sa chi abbia accettato, quindi oggi ognuno di loro potrebbe essere un membro dell'Academy: li riconoscete tutti?]


I nomi dei membri sono coperti da un segreto pari a quello dei codici per il lancio degli ordigni nucleari anche se, complici gli annunci delle investiture dei Presidenti delle varie aree e gli inviti resi pubblici negli ultimi anni, qualche nome nel tempo è saltato fuori.   

 

Ma come si fa a far parte dell'Academy?

Chi può diventare uno dei temibili e criticatissimi membri che ogni anno detengono il potere di vita o di morte sul successo dei film?   

 

Le aree principali (Branchs) dell'Academy sono oggi 17, e ognuna di queste ha un proprio Board of Governors (Consiglio dei Governatori) formato da 3 persone, che si occupa della gestione di membri e regole e delle politiche generali interne all'Academy stessa.

Le aree sono 

Attori

Cortometraggi e Film di Animazione

Costumisti

Direttori del Casting

Direttori della Fotografia

Documentaristi

Effetti Visivi

Executive

Montatori

Musicisti

Produttori 

Pubbliche Relazioni

Registi

Sceneggiatori

Scenografi

Tecnici del Suono

Truccatori e Parrucchieri 

 

Più le aree Associati, Associati (Rappresentanti degli Artisti) e Members-at-Large: le prime due non hanno un Board of Governors, l'ultima è un'area anomala e vedremo poi di cosa si tratta. 

 

Per entrare a far parte dei membri le regole cambiano in base alla professione svolta nell'ambito cinematografico, l'unica regola generale è che si entra per invito del Board of Governors della professione: l'autocandidatura o le richieste non vengono prese in considerazione. 

 

Vediamo quindi come si entra nell'Academy per alcune delle aree principali.

 

 

 [Gary Oldman e l'Oscar vinto nel 2018 per il suo Winston Churchill ne L'Ora più Buia: nonostante l'incredibile carriera, per l'attore britannico è la prima statuetta, su appena due nomination]

 

 

Attori: 

Governors: Alfred Molina, Laura Dern, Whoopi Goldberg

 

Oltre alla regola base dell'invito da parte del BoG, per diventare un membro dell'Academy nella sezione attori le regole sono le seguenti: 

L'invito a diventare membri attivi deve essere limitato alle persone attive nel campo delle arti e delle scienze cinematografiche, o che siano state accreditate in un prodotto cinematografico, o che si siano altrimenti distinte nelle arti e scienze cinematografiche e che, secondo il parere del Consiglio, sono qualificate per l'adesione.

 

Questa è la regola generale valida per tutte le aree, che d'ora in poi troverete abbreviata con [RG] 

 

Per essere considerato per l'invito a diventare membro dell'Actors Branch dell'Academy, un individuo deve:   

1) avere almeno tre crediti cinematografici in film usciti in sala, dove i ruoli interpretati erano tutti ruoli derivanti da una sceneggiatura scritta, con almeno uno dei quali negli ultimi cinque anni, e tutti di un calibro che rispecchi gli elevati standard dell'Academy,

e/o   

2) deve essere stato nominato per un Academy Award in una delle categorie di recitazione,

oppure

3) deve altrimenti, a giudizio del Comitato Esecutivo dell'Actors Branch, essersi distinto in maniera unica, guadagnato meriti speciali o dato un contributo eccezionale come attore cinematografico.

 

________________________

 

 

[Guillermo del Toro e i suoi due Oscar del 2018: con La Forma dell'acqua ha vinto Miglior Film e Miglior Regia]

 

 

Registi:

Governors: Susanne Bier, Kimberly Pierce, Steven Spielberg

 

[RG]

1) avere almeno due crediti come regista, di cui almeno uno negli ultimi dieci anni, di lungometraggi cinematografici di un calibro che, secondo il parere del comitato esecutivo, rispecchino gli elevati standard dell'Academy,

e/o   

2) essere stato accreditato come regista di un film candidato agli Oscar per la Miglior Regia, per il Miglior Film e/o per il Miglior Film in Lingua Straniera

oppure 

3) deve altrimenti, a giudizio del Comitato Esecutivo del Directors Branch, essersi distinto in maniera unica, avere ottenuto un merito speciale o fornito un contributo eccezionale come regista di un film.

 

________________________

 

 

[Jordan Peele è diventato l'anno scorso il primo afroamericano vincitore dell'Oscar per la Migliore Sceneggiatura Originale, grazie a Get Out]

 

 

Sceneggiatori:

Governors: Larry Karaszewski, Robin Swicord, Billy Ray 

 

[RG] 

1) avere almeno due crediti cinematografici come sceneggiatore di lungometraggi di un calibro che, secondo il parere del comitato esecutivo, rispecchino gli elevati standard dell'Academy,

e/o

2) essere stato candidato agli Oscar per la Miglior Sceneggiatura e/o accreditato come sceneggiatore in un film candidato per il premio Oscar al Miglior Film in Lingua Straniera

oppure 

3) deve altrimenti, a giudizio del Comitato Esecutivo del Directors Branch, essersi distinto in maniera unica, avere ottenuto un merito speciale o fornito un contributo eccezionale come sceneggiatore di un film. 

 

________________________

 

 

[Roger Deakins con il tanto sudato Oscar del 2018: per lui è arrivato dopo ben 13 nomination andate a vuoto, grazie al suo lavoro su Blade Runner 2049]

 

Direttori della Fotografia:

Governors: John Bailey, Darkyn Okada, Mandy Walker

 

[RG]

1) avere due crediti cinematografici in film usciti in sala, di cui almeno uno negli ultimi tre anni, come direttore della fotografia di lungometraggi di un calibro che, secondo il parere del comitato esecutivo, rispecchino gli elevati standard dell'Academy, 

oppure 

2) essere stato accreditato come direttore della fotografia di un film candidato agli Oscar per la Miglior Fotografia

e/o

3) deve altrimenti, a giudizio del Comitato Esecutivo del Cinematographers Branch, essersi distinto in maniera unica, avere ottenuto un merito speciale o fornito un contributo eccezionale come direttore della fotografia di un film. 

 

________________________

 

 

[Lee Smith, assiduo collaboratore di Christopher Nolan, alla terza nomination nel 2018 ha vinto per il Miglior Montaggio grazie a Dunkirk]

 

 

Montatori:

Governors: Mark Goldblatt, Carol Littleton, Michael Tronick

 

[RG] 

1) avere un minimo di quattro crediti cinematografici di lungometraggi di un calibro che, secondo il parere del comitato esecutivo, rispecchino gli elevati standard dell'Academy. 

Questi crediti devono comparire nei titoli indicando il montatore tra i principali montatori del film, con almeno due crediti come nome singolo.

I crediti condivisi valgono 1/2 credito.

Anche i crediti per la supervisione al montaggio di un film vengono considerati come 1/2 credito.

Ogni candidato, compresi coloro che hanno montato film candidati agli Oscar nelle categorie Miglior film, Miglior Documentario, Miglior Film di Animazione e Miglior Film in Lingua Straniera, deve soddisfare questi requisiti minimi,

oppure 

2) deve avere il ruolo principale nei titoli di testa come montatore di un film candidato agli Oscar per il Miglior Montaggio 

oppure

3) deve altrimenti, a giudizio del Comitato Esecutivo dell'Editors Branch, essersi distinto in maniera unica, avere ottenuto un merito speciale o fornito un contributo eccezionale come montatore di un film.  

 

________________________

 

 

[Guillermo del Toro e J. Miles Dale, produttori de La Forma dell'acqua, Miglior Film nel 2018]

 

Produttori:

Governors: Albert Berger, Mark Johnson, Jennifer Todd 

 

[RG]

1) avere l'equivalente di due crediti come produttore (non produttore esecutivo, co-produttore, produttore associato, line producer, "prodotto in associazione con" o qualsiasi altro credito), e aver svolto la maggior parte delle funzioni di un produttore su lungometraggi di un calibro che, secondo il parere del comitato esecutivo, rispecchino gli elevati standard dell'Academy.

- In generale, i candidati devono svolgere un ruolo importante nell'iniziare i progetti su cui hanno il credito come produttori.

Quando più di una persona riceve un credito come produttore o "prodotto da", tale credito varrà ai fini dell'ammissibilità delle aree per l'area appropriata;

ad esempio, un credito da produttore condiviso da due individui è calcolato come 0,5 per ciascuno, verso il minimo richiesto di 2.

 

Se uno o più produttori accreditati ottengono il "marchio" PGA, questi individui ricevono un credito completo (se solo un produttore ha ottenuto il "marchio") o una frazione (se due o più produttori hanno ottenuto il "marchio", ad esempio, se due produttori hanno ottenuto il "marchio" ognuno riceve 0,5 credito). 

I produttori accreditati (ma senza ottenere il "marchio") ricevono la frazione di credito in base al numero totale di produttori accreditati.

 

- Per le persone che lavorano principalmente come talent manager, i crediti di produzione per il film in cui il cliente è coinvolto in modo prominente non sarà conteggiato verso il minimo richiesto di 2.

 

- Normalmente, almeno uno dei crediti deve essere per film rilasciato entro gli ultimi dieci anni.

 

2) Un candidato può anche qualificarsi per diventare membro nel caso in cui abbia ricevuto una candidatura agli Oscar come produttore di un film candiadto a Miglior Film.

 

3) Un candidato che soddisfi i criteri di (1) e delle sue sottovoci, ad eccezione del fatto che lui o lei non diano abitualmente origine a progetti cinematografici, può tuttavia essere invitato all'adesione se lui o lei si sono distinti in maniera unica.

 

4) Un candidato che si è distinto in maniera unica, che ha ottenuto un merito speciale o che ha dato un contributo eccezionale in quanto produttore cinematografico, può essere invitato a diventare membro.

 

________________________

 

 

[Alexandre Desplat, vincitore nel 2018 per la colonna sonora de La Forma dell'Acqua: per lui è il 2° Oscar su 10 nomination]

 

Musicisti:

Governors: Charles Bernstein, Michael Giacchino, Laura Karpman

 

[RG]

1) avere almeno tre crediti cinematografici, di cui uno negli ultimi sei anni, su lungometraggi in cui gli aspetti compositivi, di scrittura di testi o di montaggio musicale si siano distinti e che siano di un calibro che, secondo il parere del comitato esecutivo del Music Branch, rispecchino gli elevati standard dell'Academy

oppure

2) avere almeno tre crediti cinematografici su lungometraggi che, dal punto di vista del comitato esecutivo, hanno apportato un eccezionale contributo musicale nel campo della musica cinematografica (i paragrafi precedenti escludono espressamente i crediti per musica concessa in licenza non scritta direttamente per il film per la quale il candidato riceve un credito nei titoli, oltre ai crediti per i compiti di produttore musicale, supervisore musicale, orchestratore o esecutore)

oppure

3) sia stato candidato agli Oscar per la Miglior Colonna Sonora o Miglior Canzone. 

 

________________________

 

Queste erano le categorie principali, ma si può diventare membro dell'Academy anche se non si è un attore o un regista o un musicista eccezionale.

 

Le aree anomale funzionano in maniera leggermente diversa:

 

Associati: 

Gli inviti ad associarsi possono essere estesi a coloro che:

1) si siano distinti nei rispettivi campi di impegno dell'industria cinematografica negli ultimi 8 anni, ma che non hanno i requisiti per l'appartenenza a una filiale o per i Members-at-Large

oppure

2) siano stati proprietari o dirigenti, per almeno otto anni, di organizzazioni le cui attività primarie hanno contribuito all'arte o alla scienza dei film, 

oppure

3) abbiano dato contributi straordinari o prestato servizi unici all'arte o alla scienza dei film.

 

Le proposte devono essere accompagnate da una lettera di ogni sponsor che illustri, nel modo più specifico possibile, in che modo il candidato soddisfi uno o l'altro dei requisiti di cui sopra. 

 

Gli associati, in conformità con il regolamento dell'Academy, hanno diritto a tutti i benefici derivanti dall'appartenenza all'Academy, inclusa la partecipazione a proiezioni di film e tutti gli eventi speciali. 

 

Non partecipano al voto per gli Academy Awards e non hanno una rappresentanza diretta nel Board of Governors.

Il Consiglio dei Governatori può trasferire membri attivi allo status di Associati.

 

Associati rappresentanti: 

Per essere considerato come membro associato, un individuo deve avere almeno dieci anni di esperienza come agente, principalmente nel campo del cinema, immediatamente prima della considerazione per l'adesione.

 

Members at Large:

1) siano stati attivamente impegnati negli ultimi 8 anni nelle arti cinematografiche e nelle scienze cinematografiche in una posizione creativa chiave per la quale l'Academy non ha alcuna area dedicata,

e/o

2) abbiano almeno 8 anni di esperienza come coordinatore degli stunt, accreditati come principale coordinatore stunt su almeno 8 lungometraggi cinematografici di un calibro che rispecchi gli elevati standard dell'Academy,

oppure

aver lavorato in una delle seguenti posizioni per 5 anni consecutivi: Responsabile della produzione fisica o Responsabile della produzione di effetti visivi o Responsabile della post-produzione o Direttore tecnico principale, 

oppure

hanno apportato contributi scientifici e/o tecnologici che hanno prodotto importanti strumentazioni e/o sistemi creativi per l'artigianato coinvolto nella creazione dell'esperienza cinematografica,

oppure

aver avuto un coinvolgimento diretto negli ultimi 8 anni, non solo in una posizione amministrativa, nella conservazione e/o nel ripristino di un contenuto cinematografico e/o del sonoro cinematografico registrato,

oppure

3) a giudizio dei 2/3 del Comitato Esecutivo Members-At-Large, essersi distinti in maniera unica, ottenuto un merito speciale, o apportato un contributo eccezionale all'arte o alla scienza dei film.

 

Le proposte devono essere accompagnate da una lettera di ogni sponsor che illustri, nel modo più specifico possibile, in che modo il candidato soddisfi uno o l'altro dei requisiti di cui sopra.  

 

 

[John Bailey, direttore della fotografia e attuale Presidente dell'Academy]

 

 

Come ho scritto prima, i nomi dei membri sono segreti in modo da evitare ingerenze e pressioni esterne al momento delle nomination o del voto o in generale sulle politiche dell'Academy, ma oltre ai nomi indicati che fanno parte dei vari Boards of Governors sappiamo che alcuni nomi illustri e conosciuti sono membri: attori come Leonardo DiCaprio, Tom Hanks, Meryl Streep, Christoph Waltz, Jake Gyllenhaal, Julianne Moore, registi come Ron Howard e Michael Bay, direttori della fotografia come Emmanuel Lubezki...

 

Nel 2017 l'invito arrivò anche al nostro Luca Bigazzi, direttore della fotografia de La Grande Bellezza, ma non si sa se abbia accettato o meno, così come Luca Guadagnino che fu invitato nel 2018 dopo che il suo Chiamami col tuo Nome fu tra i candidati a Miglior Film. 

 

Ma ci sono anche nomi inaspettati come Lorenzo Lamas, che recentemente ha detto di vergognarsi di farne parte perché non lo merita, Erik Estrada, il Poncherello dei Chips e... una suora. 


Già: Dolores Hart recitò a cavallo tra gli anni '50 e gli anni '60 accanto a stelle come Elvis Presley, Anthony Quinn e Karl Malden, per registi come George Cukor e Michael Curtiz, ma poi sentì la chiamata... e abbandonò la recitazione per prendere il velo. 

Ma fa ancora parte dell'Academy. 
Chissà quali film voterà quest'anno. 

 

E voi? 
Rientrate nei termini per diventare un membro?  

 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Stortod'autore

AlcinemaconCineFacts

ImpressionidalSottosuolo

Lascia un commento

22 commenti

Antonella

5 mesi fa

penso che le regole di inclusione siano giuste, è il cinema che vota il cinema, tranne qualche eccezione

Rispondi

Segnala

Davide Sciacca

6 mesi fa

"dove i ruoli interpretati erano tutti ruoli derivanti da una sceneggiatura scritta" significa che non contano le comparsate sullo sfondo, o che film improvvisati come i primi di Jarmusch non vengono considerati?
Molto molto interessante l'articolo!

Rispondi

Segnala

Gloria Peluzzi

6 mesi fa

C'è mai stato qualcuno all'interno della giuria che non non facesse parte di nessuna di queste categorie? del tipo "membro onorario" o simili?

Rispondi

Segnala

matsod

6 mesi fa

La curiosita' riguardo la suora e' praticamente il riassunto del perche' seguiamo Cinefacts.
Comunque articolo molto molto interessante!

Rispondi

Segnala

Alberto Bresolin

6 mesi fa

Articolo interessantissimo!

Rispondi

Segnala

Angela

6 mesi fa

Articolo bellissimo e molto esaustivo, un altro dubbio invece è sui film, "che requisiti devono avere per entrare a far parte della cerimonia degli Oscar?" spero in un articolo del genere🤩

Rispondi

Segnala

Andrea Pitossi

6 mesi fa

Finalmente l'articolo che fa chiarezza su un dubbio che mi porto dietro da sempre.🔝

Rispondi

Segnala

Sebastiano Miotti

6 mesi fa

Grazie per il lavoro su questo articolo!
Giacchino presidente, interessante

Rispondi

Segnala

Grazia173

6 mesi fa

Tempismo perfetto: proprio pochi giorni fa, parlando con un amico, era saltato fuori l'argomento Accademy e il suo funzionamento.
Articolo davvero interessante

Rispondi

Segnala

Jaimy

6 mesi fa

articolo molto interessante!

Rispondi

Segnala

ThePoleMan

6 mesi fa

Articolo a mio parere molto interessante. Più volte mi sono chiesto come funzionava la macchina dell’Academy Awards. Non sapevo che i nomi erano segretissimi, ma mi sembra anche giusto. Unica domanda che mi sorge è cosa succede quando la persona che fa parte dell’Academy deve votare sulla propria candidatura o se deve votare per l’assegnazione dell’Oscar in una categoria dove figura anche lui. Il voto rimane sospeso per lui? Come funziona?

Rispondi

Segnala

Benito Sgarlato

6 mesi fa

ThePoleMan
"non è espressamente vietato dal regolamento votare per se stessi, ma se tieni conto che si tratta di un voto singolo tra migliaia… fa poca differenza!"

-cit. Teo un paio di commenti dopo.

Rispondi

Segnala

ThePoleMan

6 mesi fa

Benito Sgarlato
Grazie per la segnalazione

Rispondi

Segnala

Federico Rossato

6 mesi fa

In tutto ciò, io m'immagino Daniel Day Lewis seduto sul suo trono d'Oscar fusi insieme. Scherzi a parte, ottimo approfondimento per fare un po' di chiarezza su uno spettacolo di cui tutti conoscono la fine ma non le fondamenta principali.

Rispondi

Segnala

Daniele Farina

6 mesi fa

Ma se si è nominati in una categoria e allo stesso tempo fai parte dell’Academy, puoi votare per te stesso o no? Articolo molto interessante, mi sono sempre chiesto come funzionasse il mondo degli Oscar. Sarei anche interessato a sapere come si ottiene una candidatura e come funzionano le votazioni

Rispondi

Segnala

Teo Youssoufian

6 mesi fa

Daniele Farina
non è espressamente vietato dal regolamento votare per se stessi, ma se tieni conto che si tratta di un voto singolo tra migliaia… fa poca differenza! 

per nomination e votazioni non perdere di vista il sito, questo è solo il primo di una serie di articoli che dedicherò all'approfondimento sugli Oscar 😉

Rispondi

Segnala

Nuriell

6 mesi fa

Articolo molto bello, completo e interessante.

Purtroppo io ODIO l'Academy, che troppo spesso da premi "politici" e non al "vero" migliore di quell'anno, magari perché un attore è troppo giovane, o perché ci sono state polemiche e per sfatarle bisogna dare qualche premio ad una certa categoria di persone anche se nell'edizone lo meriterebbe più qualcun altro e così via.

Inoltre le candidature sono troppo poche e si lasciano fuori troppi film di alto grado.

Io vorrei davvero che o gli oscar cambiassero completamente diventando più "giusti" e coprendo un maggior numero di film (anche 10-12 per categoria, con un minimo di 3) o che un differente premio prendesse piede e lo sopiantasse come premio più ambito nell'ambito cinematografico.

Rispondi

Segnala

Federico Rossato

6 mesi fa

Nuriell
Premessa: questo mio commento non vuole essere di polemica o accusa, bensì per aprire una discussione il più possibile di ampio respiro. 
Dunque, partiamo dal fatto che sia abbastanza ovvia la natura prettamente commerciale degli Oscar (Cfr. Kubrick o Hitchcock senza Oscar alla regia). Detto questo, però, mi viene da porre la domanda: come definire quale sia il film "giusto" da premiare? Come fare a definire quale sia "vera" bellezza e quale no? Come scegliere chi meriti e chi no? Perché non dovrebbe essere premiato anche ciò che ben vende al botteghino? Dopotutto, anche quello è un merito, nel bene o nel male (Cfr. Mio odio viscerale per "Avatar"). Siamo sicuri di non desiderare qualcosa di differente perché desiderosi del diverso e non per reali motivazioni? “La verità si raggiunge attraverso la sfiducia e lo scetticismo, non attraverso un infantile desiderio che le cose stiano in un certo modo" cit. Yalom, "Le lacrime di Nietzsche"

Rispondi

Segnala

Sebastiano Miotti

6 mesi fa

Nuriell
Peraltro gli altri premi prestigiosissimi spalmati nel resto dell'anno restano dove stavano. E vedere la Palma in locandina sta cominciando a essere notato anche dal grande pubblico anche grazie al nostro lavoro sui socials

Rispondi

Segnala

RayRJJackson

6 mesi fa

Attendevo questo articolo da quando avevo visto il tuo speciale sugli Oscar (Molto dopo la sua uscita originale, ma comunque lo attendevo da tantissimo).

Rispondi

Segnala

scarbo

6 mesi fa

Ma il dilemma più grande rimane uno: i crediti del celeberrimo montatore Roderick Jaynes valgono per intero o la metà? 😏

Rispondi

Segnala

Miro Meli

6 mesi fa

Articolo bellissimo e molto interessante

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni