close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#news

Honey Boy: il biopic su Shia Labeouf promette di essere uno dei film dell'anno

Quando la primavera scorsa uscì la notizia di un film autobiografico scritto da Shia Labeouf, con l'attore nei panni del proprio padre, le reazioni furono le più svariate. 

 

Shia Labeouf è uno degli attori che Hollywood non ha mai abbracciato fino in fondo e la cosa è sempre stata reciproca. 

 

Antidivo, eccessivo, mezzo criminale, strafottente, artistoide: Labeouf è stato apostrofato in tanti modi grazie alle sue attività extra cinematografiche che lo hanno visto spesso arrestato dalle Forze dell'ordine così come spesso al centro di performance artistiche originali e fuori dagli schemi.  

 

 



 

Dalla volta in cui si presentò sul red carpet della premiere berlinese di Nymphomaniac con un sacchetto in testa e la scritta "Non sono più famoso" a quando occupò con due suoi collaboratori un ascensore di Oxford per 24 ore parlando con chiunque sarebbe entrato... 

 

 

 

Fino alla personale maratona di tutti i suoi film (e serie TV) proiettati in un cinema di Los Angeles senza pause, dal più recente al più lontano nel tempo.  

 

Ovviamente con una telecamera che trasmetteva l'evento live su YouTube mentre stava puntata addosso a Shia Labeouf.  

 

Ma senza audio.

 

 

 

La vita di Shia Labeouf, oltre alle performance, è indubbiamente qualcosa che vale la pena raccontare, tra i problemi con il padre e quelli affrontati da una giovane stella di Hollywood all'interno di un sistema che non condivide, e un film scritto da lui stesso è forse la summa del Labeouf-pensiero che mette al primo posto se stesso ma sempre con un occhio obliquo che guarda attentamente la società che gli gira attorno.

 

È uscito pochi giorni fa il primo trailer di Honey Boy, che ha la regia dell'israeliana Alma Har'al al debutto nel lungometraggio ma già apprezzata e premiata regista di documentari e videoclip.

 

Honey Boy è stato presentato al Sundance quest'inverno e Alma Har'al ha vinto il Premio Speciale della Giuria "for Vision and Craft", e dal trailer si può capire perché i giurati siano stati rapiti dal film.

 

 

 

Lucas Hedges - 23enne che può già vantare una nomination ai BAFTA, ai Golden Globe e una agli Oscar per Manchester by the Sea - interpreta una giovane versione adulta di Shia LaBeouf, che all'inizio del trailer viene tirato indietro da un cavo durante uno stunt per un film d'azione.

 

Labeouf bambino è invece interpretato da Noah Jupe - che a soli 14 anni è stato candidato come Giovane Attore dell'anno ai London Critics Circle Film Awards due anni di fila per le sue performance in 7 film - che ha a che fare con lo stesso Shia Labeouf nei panni del proprio padre.  

 

 



Il film al momento su RottenTomatoes vanta un 100% di recensioni positive: le critiche aggregate sono finora 39, il film ha una media voto di 7,81 su 10 e i giudizi sono per la maggior parte entusiasti, molti sottolineano che si tratta di una sorta di seduta di terapia per lo sceneggiatore/attore e lodano la messa in scena della Har'al. 

 

Honey Boy uscirà nei cinema di USA e Canada l'8 novembre 2019, e ancora non si sa che tipo di distribuzione avrà al di fuori del continente nordamericano. 

 

Noi speriamo di vederlo in Italia, perché tutto fa pensare di avere davanti uno dei film più originali, personali e meritevoli dell'anno. 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

news

news

news

Lascia un commento

1 commento

Hanza

6 giorni fa

Quando scoprì che avrebbero fatto questo film, e conoscendo Shia Labeouf, ero già molto curioso. Vedendo il trailer lo sono ancora di più!
Spero che esca anche in Italia perché lo vorrei molto vedere.

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni