close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#top8

Gli 8 psicopatici più folli del Cinema

Il Disturbo Psicopatico (psicopatia) si caratterizza per un pattern durevole di comportamenti antisociali che iniziano in infanzia.

 

È il primo disturbo di personalità riconosciuto storicamente in psichiatria e vanta una lunga tradizione clinica.

La patologia si caratterizza in una serie di fattori interpersonali quali atteggiamento antisociale, deficit di empatia e rimorso, emozioni nascoste, egocentrismo.


Segnali che si traducono spesso in azioni ingannevoli e persino violente.

Da questa definizione clinica prende spunto questa classifica con lo scopo di individuare alcuni dei personaggi più controversi della Storia del Cinema.

 

[Anthony Perkins è Norman Bates in Psyco di Alfred Hitchcock]


Dal Dr. Caligari de Il gabinetto del Dottor Caligari e Norman Bates di Psyco, passando per Alex DeLarge di Arancia Meccanica e Frank di Velluto Blu, fino al serial killer ossessivo-compulsivo di La casa di Jack, il Cinema non si è mai fatto troppi problemi a rappresentare le manie, le violenze e i gesti inconsulti di individui affetti da psicopatia.

 

In parte per la necessità di consegnare allo spettatore una visione del mondo a 360° - comprensiva non solo di personaggi mossi da impulsi puramente razionali - in parte perché quelli citati, sono soggetti che esercitano un'estrema fascinazione sulla psiche dello spettatore.

 

[Matt Dillon in The house that Jack built di Lars Von Trier]


Detective psicotici, fan estremi e terroristi violenti... chi sono gli 8 psicopatici più squinternati della Storia del Cinema?


Noi vi proponiamo la nostra versione della faccenda, ma ovviamente accettiamo le vostre segnalazioni!



Posizione 8

 


Nicolas Cage/Castor Troy

Face Off (1997)

La classifica non poteva che aprirsi con lui, "The King of Overacting", sua maestà Nicolas Kim Coppola, in arte Cage.

 

Nell'action movie del maestro del Cinema d'azione John Woo il nostro beniamino interpreta Castor Troy, terrorista internazionale appassionato di f***, sostanze psicotrope e pistole placcate d'oro.


Tra sparatorie, battute a effetto e facce risucchiate, il buon Nicola riesce - nonostante impersoni "il cattivo" solo per metà del film - a caricare il suo personaggio di un'aura folle indimenticabile.

"Una patata... mi dà gusto mangiare la patata..."

Posizione 7

 


Gary Oldman/Detective Norman Stansfield

Léon (1994)


- Benny... Bring me everyone
- What do y'mean "everyone"?
- EEEEVERYOOOOONEEE! 

Scommetto la mia dose quotidiana di Prozac che, tra chi legge, c'è qualcuno che ha scandito quel "everyone" con la stessa folle, violenta energia di Gary Oldman in Léon.


Norman Stansfield è un personaggio rimasto nella storia per crudeltà e ferocia, oltre che per la capacità di completare perfettamente il trittico composto dall'innocenza di Mathilda (Natalie Portman) e la silenziosa risolutezza di Leon (Jean Reno).

E voi siete più tipi da Beethoven o da Mozart?


Posizione 6

 


Kathy Bates/Annie Wilkes

Misery non deve Morire (1987)

Se tutti i fan del mondo della serie letteraria di Game of Thrones fossero come Annie Wilkes, immagino che il buon George R.R. Martin dovrebbe cominciare a preoccuparsi.

E pure parecchio.

Kathy Bates, che per la sua interpretazione si aggiudicò Oscar e Golden Globe, riuscì a portare sul grande schermo la figura dell'infermiera psicopatica del libro di Stephen King in maniera eccezionale. 


Tra gambe spezzate, antidolorifici negati ed espressioni inquietanti e sinistre, il personaggio di Annie Wilkes resterà per sempre nell'Olimpo dei maniaci cinematografici.

"Sono la tua fan numero uno..."

Brrrrr. 

Posizione 5

 


Tadanobu Asano/Kakihara

Ichi the killer (2001)

Partendo dal presupposto che Ichi the killer (tratto dall'omonimo fumetto di Hideo Yamamoto) sia praticamente la rappresentazione cinematografica della sagra della malattia mentale - e quindi quasi ogni personaggio al suo interno sarebbe degno di una posizione nella nostra Top8 - al quinto posto troviamo il "buon" Kakihara.

L'antagonista animato dalla star nipponica Tadanobu Asano è un trionfo di follia e disturbo mentale.

Sadomasochista e affiliato yakuza, Kakihara ha una passione viscerale per gli spilli di grandi dimensioni che ama conficcare nei corpi altrui.


Apatico, soggetto a attacchi d'ira e eccitato (sessualmente e non) al pensiero della morte, il co-protagonista del film di Takashi Miike è decisamente uno sbarellato di prim'ordine. 

 

"There's no love in your violence..."

Posizione 4

 


Bette Davis/Jane Huston

Che fine ha fatto Baby Jane? (1962)

 

L'ex enfant prodige Jane Huston è il prototipo della psicolabile alcoolizzata violenta e malvagia.

Spodestata dalla sorella nel mondo dello star system, dopo anni passati sui palcoscenici americani, la sottoporrà alla peggiori angherie immaginabili - con tanto di pasti a base di ratti morti.

Il personaggio interpretato da Bette Davis è a dir poco agghiacciante e dotato di una vena di perversione in grado di penetrare sotto la pelle dello spettatore.

 

Il suo sorriso storto e la bambola Baby Jane sono - e resteranno per sempre - ben saldi nell'immaginario cinematografico collettivo.

 

"Edwin! You forgot your money!"

 

Posizione 3



Matthew McConaughey/Killer Joe

Killer Joe (2011)

 

Killer Joe è uno di quei personaggi in grado di suscitare inquietudine per tutta la durata del loro screen time, nonostante i toni pacati e gentili.

Il detective/killer interpretato da Matthew McConaughey è metodico, silenzioso e determinato ad avere tutto ciò che desidera - compresa una tranquilla cenetta in famiglia - fino all'allucinante esplosione finale. 

Consigliata la visione mentre mangiate delle coscette di pollo. 

 

"Tu sai che ti ucciderò..."

Posizione 2

 


Robert, il copertone assassino

Rubber (2010)   

 

Scritta e diretta da Quentin Dupieux - i musicofili forse lo ricorderanno come Mr. Oizo - la storia narra di uno pneumatico che prende vita nel deserto e uccide con i suoi poteri psichici le persone che incontra lungo il suo cammino.    

Forse è il film stesso ad essere per psicopatici... tuttavia, questo grottesco e allucinato divertissement ci consegnò uno dei protagonisti più feroci e deviati del cinema.

Il nostro copertone è animato da un semplice istinto: correre e uccidere!

"Oh mio dio, il ragazzo aveva ragione: il killer è una gomma!"

Posizione 1

 


Michael Parks/Howard Howe

Tusk (2011)

 

Lo psicopatico, lo abbiamo visto nella definizione clinica, soffre tendenzialmente di scarsa capacità empatica e ha difficoltà ad affezionarsi ad altri esseri viventi.

Il nostro Howard tuttavia fa eccezione: gentile vecchietto, anfitrione disponibile e cortese, con un amore viscerale per i mammiferi marini di grandi dimensioni.
Uno in particolare: il Signor Tusk...

 

Se per caso vi capitasse di trovarvi in una grande casa con un signore distinto che vi racconta di incontri con Ernest Hemingway e grandi amicizie zoofile... Fuggite, sciocchi! 

 

"Su, su... andrà tutto bene! Andrà tutto bene, Signor Tusk..."



Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

News

CineFacts

Kineneumatica

Lascia un commento

9 commenti

Riccardo De Fusco

1 mese fa

Bella classifica però mi aspettavo di trovare il personaggio di Bardem in "Non è un paese per vecchi"

Rispondi

Segnala

Marco Dal Canto

1 mese fa

Classifica condivisibile

Rispondi

Segnala

Nicolò Murru

3 mesi fa

Che personaggio McCounaghey in Killer Joe, incredibile.

Rispondi

Segnala

Lorenzo Casarini

3 mesi fa

Eh beh, un personaggio psicotico o deviato carpisce sempre interesse! Anche se nella maggior parte dei casi vengono spesso descritti con poco sforzo

Rispondi

Segnala

RogueMar

3 mesi fa

Ramsey Bolton 😂

Rispondi

Segnala

Angela

3 mesi fa

Articolo molto interessante, adoro questo tipo di personaggi nei film, mi sarei aspettata di trovare Hannibal Lecter oppure Joker (oppure personaggi di Nicholson in generale 😂), e invece ci sono personaggi che non conosco e che recupererò, grazie mille 😁

Rispondi

Segnala

Adriano Meis

3 mesi fa

Angela
Cerco sempre (se possibile) di far diventare le Top8 una scusa per parlare di film meno "battuti"...I primi tre, per quanto conosciutissimi, erano irrinunciabili...

Rispondi

Segnala

Benito Sgarlato

3 mesi fa

E io che pensavo di saperla lunga sull'argomento... e invece conosco (e amo follemente) solo le i personaggi delle ultime tre posizioni.
Ichi the Killer è nella watchlist da un po', mi sa che è ora di recuperarlo.
Killer Joe non lo conosco proprio 😕 l'ho messo in lista e ho pure letto la tua recensione a riguardo 😂
E trovare Robert, il copertone assassino in seconda posizione mi ha fatto andare il caffellatte di traverso 😂

Rispondi

Segnala

Adriano Meis

3 mesi fa

Benito Sgarlato
Ichi ❤️

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni