Caricamento...

Caricamento...

close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#StandByMe-UnCinemapercrescere

Pulp-teen

Primo passo: sporcarsi le mani con il diario cinematografico di una teenager dei primi anni 2000.

Poche e semplici parole per rendere gloria al cinema che fa crescere (nel bene e nel male).

Quali altri ricordi portiamo dentro di noi?

 

Forse quelli di un’adolescenza turbolenta e segnata da emozioni forti e passeggere?

Quali film ne traggono la forza dinamica e cinetica?

 

Forse per alcuni sono i primi film vietati ai minori di 18 anni. Per me fu così.

Un film che mi fece crescere di 3 cm in una notte fu Pulp Fiction: ricordo perfino l’odore di quel VHS e ben nascosto nella terza fila in fondo al mobile color nocciola. Lì, in quella collezione per soli adulti di casa Baroni-Cislaghi.

Hai 16 anni e sei una star del cinema riflessa allo specchio nella camera dei tuoi (classe ’87),  o allo schermo del tuo ultimo mobile (classe ’02). 

Il taglio di capelli di Uma Thurman e una sigaretta sporca rosso fuoco. 

Così per qualche giorno sognai di essere Mia Wallace e a piedi scalzi accennavo un ballo twist-core. Una cultrice Pulp nasconde una cicatrice che solo ora rivela la fretta nell'agganciarsi ad un mondo fiction. 

 

 

Ma quel film fu fondamentale... Il proibito che ci attrae, il male fisico che vogliamo provare per sentirci vivi e vividi, la malalingua delle parole più cattive, la genialità dell’incompreso.

Tarantino e Pulp Fiction mi diedero quello schiaffo morale che spazzò via per un istante l’idilliaco mondo del cinema d’avventura anni 80. 

Una lacrima e una voglia matta di vedere Le Iene (mai avuto il coraggio di assistere alla tortura in falsetto). 

 

 

A scuola vantavo l'esperienza del cinema di cassetta e scoprii che non ero la sola che in classe amava il sangue, la droga e la violenza verbale; anche la tua compagna di banco condivide con te la stessa passione. E così le notti, dopo una serata in discoteca a ballare il crossover, si avvia play Tarantino. 

Comincia, senza soluzione di continuità, la lunga serie del vietato ai minori di 18, della violenza gratuita e del degrado morale: Arancia Meccanica, Ultimo tango a Parigi, Noi ragazzi dello zoo di Berlino, Clerks, Eyes Wide Shut...

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Top8

CineFacts

StandByMe-UnCinemapercrescere

Lascia un commento

35 commenti

Angela

24 giorni fa

Bellissimo articolo, io "Pulp Fiction" (e in generale Tarantino) l'ho scoperto molto tardi, peccato perchè quando lo vidi rimasi affascinata, un film che davvero ha un magnetismo assurdo.
Però adoro i cult dell'horror e ricordo che i primi film che vidi su quel genere furono "Arancia Meccanica" e "Shining", non ho potuto più fare a meno di quel genere che riguardo adesso con molto piacere😄

Rispondi

Segnala

Samuel De Checchi

1 mese fa

Se giustificata la violenza va bene

Rispondi

Segnala

Jacopo

2 mesi fa

"Il rovere è bello!"

Rispondi

Segnala

Nibbio

2 mesi fa

Credo di aver avuto meno di 10 quando vidi Pulp Fiction la prima volta. Un fascino indescrivibile, uno dei film che mi fece appassionare alla settima arte

Rispondi

Segnala

A svezzarmi alla violenza è stato il trono di spade, ma con Tarantino raggiunge un altro livello (e anche un altro significato)

Rispondi

Segnala

Emanuele Antolini

2 mesi fa

La prima volta che vidi Pulp fiction ne rimasi folgorato, e soprattutto come te, rimasi attratto in maniera quasi ossessiva dal personaggio di Mia Wallace (che ho tatuato), enigmatica, seducente, debole e da tutto il mondo che la circonda. Ma il mio primo film violento non fu Pulp fiction ma C'era una volta in America, film preferito di mio padre, poetico e crudo allo stesso tempo, tutte opere senza tempo .

Rispondi

Segnala

Luca Pacifico

2 mesi fa

Credo che chiunque ami il cinema di Tarantino, ami il mondo Pulp. Violenza, droga, personaggi con più vizi che virtù. Io ho conosciuto Tarantino, come molti, recuperando (sono '98) Pulp Fiction.  Da lì, ho ripreso tutto, amando ogni singolo personaggio. E adesso attendo la sua prossima opera

Rispondi

Segnala

Marco Batelli

2 mesi fa

Ho letto questo e un altro articolo della rubrica, mi sono piaciuti molto! Complimenti! Comunque, mi sa che un po' tutti, ai tempi della scuola, abbiamo amato sangue, droga e violenza verbale, o meglio: abbiamo amato film che parlassero di queste cose! E ci piacciono tuttora! E' un modo di trasgredire pur non essendo direttamente coinvolti!

Rispondi

Segnala

Mattia Malaspina

2 mesi fa

il primo film violento é stato qualcosa di molto esagerato...Cannibal Holocaust...a 14 anni, 12 anni fa

Rispondi

Segnala

Sebastiano Miotti

2 mesi fa

Rubrica fantastica!

Rispondi

Segnala

Luca Buratta

2 mesi fa

Io forse sono un caso a parte... da bambino uno dei miei film preferiti era Robocop. DIciamo che la violenza non mi ha mai scalfito più di tanto 😁

Tarantino comunque è il regista che più di tutti, attualmente, ti fa amare il cinema.

Rispondi

Segnala

Wolvering

2 mesi fa

Io invece iniziai con Scarface, un primo passo altrettanto forte per violenza e linguaggio non adatto a minori

Rispondi

Segnala

Angelo Di Domenico

2 mesi fa

Tarantino è il Re del Cult.

Rispondi

Segnala

Greta

2 mesi fa

Vidi “Pulp Fiction” per la prima volta all'età di 15 anni, circa. Ero a casa malata e rimasi affascinata dalla sua anteprima.
Schiacciai play e vidi così il mio primo film “da adulti”. 
2 ore e 58 minuti dopo mi ritrovai a fissare lo schermo nero affascinata e confusa. Sapevo di non aver compreso a pieno quanto avevo visto ma sapevo anche che l'adrenalina che mi aveva trasmesso quella pellicola non me la sarei più scordata. 

In questo 2018 decisi di riprenderla in mano.
Risultato?
Maggior consapevolezza, stessa adrenalina. 
È proprio vero che “certi amori regalano un emozione per sempre”

Rispondi

Segnala

Roberto Rotondo

2 mesi fa

Io ho incominciato ad amare i film di Tarantino dopo aver visto "Bastardi senza Gloria"
Da quel momento ho dovuto recuperare tutti i film precedenti, ed è stato subito amore!

Rispondi

Segnala

Piero Crea

2 mesi fa

A me è capitato di ''trasgredire'' con Arancia Meccanica...forse sono passato da un eccesso all'altro e questo non me l'ha fatto apprezzare (giustamente, avevo 12 anni) a pieno. Credo che Tarantino e Bertolucci siano proprio i più adatti in queste situazioni!

Rispondi

Segnala

Pfepfer

2 mesi fa

La mia TOP3 dei film di Tarantino:

1. Pulp Fiction ❤️
2. Jackie Brown
3. The Hateful Eight

Rispondi

Segnala

Dav 9000

2 mesi fa

E' difficile non iniziare ad amare il cinema con Tarantino: ti attrae, ti insegna e ti fa pensare.

Rispondi

Segnala

Simone Antonino

2 mesi fa

Io guardavo solo film moderni seguendo la moda, convinto che quelli "vecchi" fossero ormai superati. Poi iniziai a studiare storia del cinema e decisi di cambiare...ma non volevo farlo con leggerezza. Partii subito "Shining" e mi cambiò la vita. Amai l'inquietudine che mi mise addosso, poi passai ai vari horror cult (come si vede dalla mia foto profilo) e, successivamente, arrivò Tarantino. 
Comunque, come già commentato nell'altro tuo articolo, hai ufficialmente un nuovo fan. Complimenti!

Rispondi

Segnala

Sebastiano Miotti

2 mesi fa

Simone Antonino
Idem per Shining! Partito tutto da lì.
In principio, invece, era il verbo e il verbo erano Tarantino e Nolan

Rispondi

Segnala

Yuri Palamini

2 mesi fa

Articolo molto simpatico, chi di noi non ha trasgredito con qualche film "vietato" in tenera età? 😉

Rispondi

Segnala

IlBuonVecchioNick

2 mesi fa

Per me un film che mi ha portato a guardare in maniera diversa il cinema è stato Avatar.  Tutti lo  hanno osannato,  coda kilometrica che attraversava tutta la piazza eppure io bastian contrario l'ho sempre e solo visto come un bel film e nulla più.  Ecco forse da quella volta ho iniziato a crearmi le mie opinioni sui vari film che guardavo in maniera più soggettiva senza seguire per forza la massa

Rispondi

Segnala

Il film che mi ha svoltato la vita è stato Grease  🙂sembra stupido ma è così 😂

Rispondi

Segnala

Marilena Saporito

2 mesi fa

Anche per me Pulp fiction è stato il film che ha cambiato completamente il mio modo di guardare al Cinema. Da lì in poi niente è stato più lo stesso.

Rispondi

Segnala

stefano marino

2 mesi fa

Un articolo molto divertente brava, un mio ricordo simile riguarda kick-ass (per niente paragonabile a pulp fiction macosa posso farci), era vietato ai 16, e io e i iei amici avevamo 12, implorammo il commesso del cinema di farci entrare, ma era fermo nello svolgere il suo lavoro, all'improvviso arrivò un suo superiore che era amico di mia madre e ci fece entrare in sala, quella sensazione, seppur iniqua, di trasgressione mi fa ricordare quel film appena sufficiente come un vero capolavoro.

Rispondi

Segnala

Mattia Fiorio

2 mesi fa

Esisterà qualcuno che non abbia iniziato ad amare il Cinema con Tarantino? Ne dubito 😍

Rispondi

Segnala

stefano marino

2 mesi fa

Mattia Fiorio
Io ho cominciato con Tinto Brass

Rispondi

Segnala

Barbara G.

2 mesi fa

Il mio film di svolta invece non è stato Pulp Fiction ma Le Iene, forse il primo che ho adorato come opera cinematografica e che mi ha spinta ad approfondire

Rispondi

Segnala

Marilena Saporito

2 mesi fa

Barbara G.
Le Iene è il  mio preferito del buon Quentin. Il secondo Tarantino che ho visto dopo il 'battesimo' di Pulp fiction

Rispondi

Segnala

Mia resterà sempre nel cuore di tutti, bell'articolo e i complimenti per Tarantino non basterebbero mai

Rispondi

Segnala

Joaquin Phoenix

2 mesi fa

tarantino è sempre forte

Rispondi

Segnala

Roberta

2 mesi fa

Credo che la Thurman col suo carisma abbia incantato le adolescenti di tutto il mondo. Non importa in che anno siamo nate, tutte abbiamo segretamente (ma neanche tanto) sperato di diventare Mia Wallace per un giorno.

Rispondi

Segnala

Lucaluigimanfredi

2 mesi fa

bell'articolo!

Rispondi

Segnala

Drugo

2 mesi fa

un articolo molto simpatico, complimenti.

Rispondi

Segnala