close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#Good&Bad

Jonah Hill

Nel corso della sua carriera, Jonah Hill ha vissuto una doppia evoluzione ai limiti dell'incredibile.

 

La prima evoluzione è quella che concerne la maturità dei propri lavori e dei ruoli che si è visto assegnare, la seconda è una trasformazione fisica, se possibile ancor più evidente di quella artistica.

 

Ai tempi dei suoi lavori di debutto, in I Heart Huckabees, 40 anni vergine, Cambia la tua vita con un click, Molto incinta e Un'impresa da Dio sembrava destinato al type-casting, costretto a interpretare il simpatico ragazzo in sovrappeso nelle commedie ai limiti del demenziale senza poter realmente brillare nel firmamento hollywoodiano.

 

 

[Quanto è cambiato Jonah Hill?]

 

Il suo primo ruolo da co-protagonista è stato quello in Suxbad - Tre menti sopra il pelo, pellicola che oltre a lui ha lanciato diversi attori tra i quali Seth Rogen, Michael Cera, Bill Hader, Christopher Mintz-Plasse e, soprattutto, Emma Stone.

 

In seguito ha continuato a lavorare prevalentemente in commedie senza grosse pretese come Non mi scaricare, Una notte al museo 2, Funny People e In viaggio con una Rock Star.

 

La vera svolta per Jonah Hill è arrivata, dunque, nel 2011 con L'arte di vincere, pellicola che gli è valsa la prima nomination agli Oscar come Miglior Attore non Protagonista.

  

Da quel momento in poi la sua carriera è stata un gran crescendo: un ruolo da protagonista nel reboot di 21 Jump Street (con annesso sequel) è stato il giusto viatico per il suo piccolo ruolo in Django Unchained e quelli decisamente più grandi in Non buttiamoci giù e, soprattutto, The Wolf of Wall Street.

 

[Il meglio di Jonah Hill in The Wolf of Wall Street]

 

 

Se il film di Martin Scorsese gli è valso la seconda nomination agli Oscar, è la pellicola di Quentin Tarantino a nascondere il più gustoso retroscena a lui legato: sembra, infatti, che il regista di Knoxville abbia deciso di tagliare in maniera massiccia il personaggio di Jonah Hill in fase di montaggio, non permettendoci di godere della sottotrama a lui legata.

 

Poco male, però: il nativo di Los Angeles ha avuto modo di impressionare al fianco di James Franco in True Story, prima di recitare sotto l'egida dei Fratelli Coen che lo hanno diretto in Ave, Cesare! 

 

Inoltre Todd Phillips lo ha voluto come protagonista in TrafficantiGus Van Sant lo ha scelto per Don't WorryHarmony Korine lo ha scelto per un ruolo minore in The Beach Bum.

 

 



Nel frattempo, poi, ha anche avuto modo di sbarcare sul piccolo schermo, in Maniac, serie TV che lo ha visto affiancare nuovamente Emma Stone.

 

Chiaramente al momento è un attore richiestissimo a Hollywood: nel suo futuro potrebbe esserci una reunion con Leonardo DiCaprio per il prossimo lavoro di Clint Eastwood

 

E chi lo avrebbe mai detto, all'inizio della sua carriera, che quell'attore cicciottello sarebbe stato un personaggio "da film di Clint Eastwood"?

Forse nemmeno lui stesso.

 

Jonah Hill è l'ennesima dimostrazione vivente che, a Hollywood, tutto è possibile.

 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Lascia un commento

4 commenti

Manuel Perin

4 mesi fa

Dispiace che in questo articolo non sia stato neanche citato Mid90, film che ha girato e con quale ha deciso di dare una svolta definitiva alla sua carriera

Rispondi

Segnala

fabiocake

4 mesi fa

Ho visto un film su teenager skater prodotto e girato da lui. Molto carino inedito in Italia. Ma non ricordo il titolo

Rispondi

Segnala

Manuel Perin

4 mesi fa

fabiocake
mid90

Rispondi

Segnala

fabiocake

4 mesi fa

Manuel Perin
eccolo! si, bellissimo!!!

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni