close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#news

Sandman: il fumetto di Neil Gaiman diventa una serie tv Netflix di David Goyer

Sandman è una delle serie più segnanti dagli anni '90 in poi nonché uno dei massimi esponenti della produzione Vertigo Comics/DC e opera fondamentale per comprendere la poetica di uno scrittore quale Neil Gaiman.


Inutile dire che consigliamo caldamente di recuperare la serie attraverso una delle molteplici raccolte pubblicate nel corso del tempo.

 

L'adattamento di Sandman è altresì protagonista di una travagliata storia produttiva, desiderio non proibito quanto irrealizzabile di diverse major, tra le quali la New Line che recentemente ha visto deragliare il progetto di un lungometraggio live action.


Sandman al cinema non è cosa e quindi, tra la disperazione di Warner Bros., che ha fallito troppo spesso al cinema con i cinecomics, viene siglato quello che le fonti hanno definito come un enorme accordo finanziario per adattare la proprietà intellettuale in una serie tv live action.

 

Le medesime fonti hanno anticipato che questa sarà la più costosa serie tv mai prodotta da DC Entertainment. 

 

 

[Il Sandman visto in Rick e Morty... impossibile non ridere se lo si riconosce]

 

 

Allan Heinberg, conosciuto per le sceneggiature di Wonder Woman e Grey's Anatomy, sarà alla scrittura della serie, ricoprendo anche la figura di showrunner.


Neil Gaiman e David Goyer, già affiancati al naufragato progetto New Line, agiranno come produttori esecutivi dello show.

 

Hollywood Reporter, che ha fatto rimbalzare la notizia, non ha ricevuto risposta a successive richieste di dichiarazioni da parte di Netflix e Warner Bros., considerando che un accordo formale non è ancora stato siglato e che non c'è una conta degli episodi previsti/ordinati.

 

Warner lavora sin dagli anni '90 alla possibilità di adattare Sandman per il grande schermo e dopo che Gaiman aveva annunciato una collaborazione con l'attore e regista Joseph Gordon-Levitt per la produzione di un lungo sotto New Line - proprietà Warner.

 

Nel marzo del 2016 Levit abbandonava il progetto per divergenze creative, mentre Heric Heisserer, sceneggiatore accostato al progetto, avrebbe dichiarato nel novembre 2016 di non essere più coinvolto. 

 

"Io... sono giunto alla conclusione che la migliore versione possibile per questa proprietà [intellettuale] esista nella forma di serie HBO o serie limitata, non come lungometraggio e nemmeno come trilogia," ha dichiarato Heisser a iO9.

 

"La struttura del lungo non si presta davvero.

Quindi sono andato da loro e ho detto che quello era il lavoro che avevo portato a termine.

Non è il posto dove dovrebbe essere. Deve andare in TV."

 

 

[Ricordiamo che HBO sta per lanciare la sua serie dedicata a Watchmen]

 

Secondo le fonti, la Warner, che detiene i diritti della proprietà intellettuale, ha presentato il progetto anche a terze parti, come la HBO.


Pare che la HBO abbia rifiutato per via dello sforzo economico previsto, considerando anche gli show già in produzione all'epoca e quelli probabilmente previsti.


Netflix, invece, è il partner perfetto, considerando il recente distaccamento della Marvel e la costante ricerca di prodotti da poter utilizzare per combattere la guerra delle piattaforme streaming che si prospetta.

 

L'accordo Sandman garantirà a Warner un importante introito, un importante respiro economico considerando il prossimo accordo per un nuovo film del regista J.J. Abrams il cui investimento dovrebbe aggirarsi oltre i 500 milioni di dollari.

 

La fonte della notizia ha specificato che Warner ha preferito vendere a terze parti la IP e generare un grosso introito, piuttosto che ridirezionare il progetto come produzione della propria piattaforma streaming.

 

Cosa vi aspettate da Sandman?

 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

news

news

news

Lascia un commento



1 commento

Damiano

8 mesi fa

Una notizia così mi fa riflettere, Le opere di Nail Gaiman, uso la parola “opere”di proposito, sono talmente poco superficiali con ambientazioni e tematiche per nulla leggere e frivole, anche trattandosi di un comic, che farne una serie il rischio di “far pipì fuori dal vaso” è altissima.
Staremo a vedere se mai sarà

Rispondi

Segnala


close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni