close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#news

Mad Max: cosa si sa dei sequel di George Miller

Durante la lunga fase di sviluppo e produzione di Mad Max: Fury Road, il creatore del franchise George Miller aveva rivelato di aver pensato a due ulteriori sceneggiature per dei sequel, intitolati Mad Max: Furiosa e Mad Max: The Wasteland.  

 

Una disputa legale nel 2017 tra Miller e la Warner Bros. però bloccò tutti i lavori. 

 

 



 

Di base, la causa accusa la Warner Bros. di aver agito in modo "sbrigativo, insultante o riprovevole" e di "aver distrutto" i rapporti con la Kennedy Miller Mitchell - la casa di produzione australiana di George Miller e Byron Kennedy dietro a tutti i film di Mad Max - rifiutando di pagare alla società il bonus previsto per la consegna del film sotto il budget preventivato.

 

La Kennedy Miller Mitchell sostiene di aver speso 9 milioni di dollari in meno rispetto al budget concordato di 157 milioni, affermando che il budget finale di Mad Max: Fury Road è stato di 154,6 milioni.

La Warner sostiene invece che il film sia andato oltre il budget e sia costato 185,1 milioni di dollari.

 

 

 

 

Non solo: la Warner afferma che la casa di produzione di George Miller avesse firmato un contratto per consegnare un film di 100 minuti con una valutazione PG-13.

Fury Road invece ha una durata di 120 minuti e ottenne inizialmente dalla MPAA il rating R.

 

 

La compagnia di produzione sostiene che la Warner Bros. abbia insistito affinché Miller non girasse alcune delle scene che aveva sceneggiato, incluse quelle ambientate nella Cittadella di Immortan Joe.

 

La Kennedy Miller Mitchell sostiene invece che lo studio abbia preso una serie di decisioni che hanno causato "sostanziali cambiamenti e ritardi" alla produzione, tra cui il taglio di alcune scene e la forzatura di riprese successive dopo aver visto il primo montaggio non definitvo di Miller. 

 

 

 

 

I reshoots di Mad Max: Fury Road sono un altro punto di contesa tra lo studio e la compagnia di produzione: la Kennedy Miller Mitchell afferma che la Warner Bros. approvò un piano da 31 milioni di dollari per girare alcune scene del film e che tale costo doveva essere escluso dal costo netto del film.

 

 

Tuttavia, Warner afferma che la società accettò di finanziare alcune delle riprese aggiuntive e che apportò modifiche senza l'approvazione dello studio, il che ritardò il piano di produzione aumentando il budget.

 

Forse, però, potremmo essere vicini a una risoluzione.

 

 



Kevin Tsujihara, il Ceo di Warner Bros, pochi giorni fa ha risposto così dopo essere stato pungolato sulla questione del prequel di Matrix e dei sequel di Mad Max

 

 

"Abbiamo dalla nostra incredibili franchise come The Matrix.
E ci piacerebbe lavorare con George Miller per promuovere il franchise di Mad Max."  

 

 

Se uno come Tsujihara si lascia andare a una dichiarazione ufficiale del genere, forse le parti in causa stanno lentamente raggiungendo un accordo.  

 

 



 

Mad Max: Fury Road è uscito a maggio 2015, ha incassato 378 milioni di dollari in tutto il mondo e ha ottenuto 10 nomination all'Oscar, tra cui Miglior Film e Miglior Regia, e vinse ben 6 Oscar denominati "tecnici": Montaggio, Costumi, Trucco e Parrucco, Sonoro, Montaggio Sonoro e Scenografia. 

 

 

Dato il successo ottenuto, è presumibile pensare che Warner voglia sbloccare la disputa legale per assicurarsi altri due successi.

George Miller è intanto impegnato nella pre-produzione di Three Thousand Years of Longing, film del quale si sa solo che sarà un dramma fantasy con nel cast Idris Elba e Tilda Swinton, scritto e prodotto dallo stesso regista. 

 

Ma Wasteland e Furiosa per Warner non sono cancellati, anzi: restano in lista tra i film in pre-produzione. 

 

 



Quindi è molto probabile che dopo la dichiarazione di Tsujihara - che potrebbe anche esser vista come una sorta di messaggio velato di apertura nei confronti di Miller e del suo studio - presto sapremo qualcosa di più. 

Siete pronti a tornare nel deserto? 

 

 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

news

news

news

Lascia un commento

4 commenti

DOGMAN

4 mesi fa

Se il sequel sarà al livello del primo allora ne vale senz’altro la pena di tutta questa disputa

Rispondi

Segnala

Non vedo l'ora

Rispondi

Segnala

Billizful

10 mesi fa

Se mantengono la qualità del primo, ben vengano! Per me è stata una dolce sorpresa in quanto son partito senza aspettative. Mi ha fatto impazzire!

Rispondi

Segnala

Alessandro Vacca

10 mesi fa

IL film d'azione del 21 secolo. Speriamo che vengano approvati i sequel e che siano al livello del primo.

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni