close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#news

Disney perde 5 miliardi di dollari per la pandemia e sperimenta: Mulan su Disney+ a settembre per 30 dollari

La pandemia da Coronavirus sta colpendo Disney più di altre major: quasi paralizzati i parchi a tema, ferme le produzioni dal vivo, immobili le linee di crociera e ovviamente cinema chiusi e produzioni ferme; per Disney l'unica salvezza in questo periodo era lo streaming e pare che d'ora in poi verrà fatto ancora più affidamento su quella linea.

 

 

Nelle ultime ore Disney ha riferito di una performance finanziaria deprimente, che ha incluso una perdita trimestrale di quasi 5 miliardi di dollari a causa della Covid-19: la società ha registrato ricavi per 11,8 miliardi nel terzo trimestre, con un calo del 42% rispetto ai 20,3 miliardi che la società registrò nello stesso trimestre dell'anno scorso.

 

L'unico segmento della Casa del Topo a crescere in mezzo alla pandemia include Disney+, il servizio di streaming della società lanciato alla fine dell'anno scorso negli USA e in primavera anche da noi, che ha già sorpassato la cifra di 60 milioni di abbonati. 

 

Il nuovo amministratore delegato della Disney Bob Chapek ha delineato un piano che farà leva su Disney+ e tenterà di replicare il suo successo.

 

 

 

Disney sbloccherà leggermente la linea di film in pausa a causa della pandemia, presentando in anteprima il blockbuster Mulan live-action su Disney+ dal 4 settembre per gli USA, il Canada, la Nuova Zelanda e altre regioni che verranno comunicate in seeguito. 

 

Mulan sarà in opzione pay-per-view per la cifra di 29,99 dollari, cifra che ovviamente gli abbonati al servizio streaming dovranno pagare oltre alla rata dell'abbonamento base. 

 

A prima vista la cifra sembra esagerata, ma bisogna tener conto che il prezzo medio di un biglietto cinematografico negli Stati Uniti era di 9,26 dollari nella seconda metà del 2019: Disney+ è un servizio streaming principalmente rivolto alle famiglie, se alla cifra del biglietto si aggiungono le spese di trasporto è facile fare il conto e constatare che un nucleo di tre persone spenderebbe la stessa cifra andandolo a vedere in sala. 

Dalle quattro persone in su, invece, si spende addirittura meno. 

 

"La vediamo come un'opportunità per portare questo incredibile film a un vasto pubblico, che al momento non è in grado di andare al cinema, migliorando ulteriormente il valore e l'attrattiva di un abbonamento Disney+", ha detto Bob Chapek in una conference call. 

 

Chapek ha inoltre chiarito che Mulan su Disney+ va inteso come una tantum e che altri grandi film della major, come ad esempio Vedova Nera con Scarlett Johannson e Florence Pugh, restano previsti al cinema per novembre. 

 

 

 

Disney inoltre non abbandonerà l'idea di distribuire Mulan in sala, a partire dal mercato esterno agli USA, dato che il film verrà distribuito al cinema in tutti i paesi in cui non ci sono piani di lancio per Disney+. 

 

Adesso però la palla passa agli abbonati: se il film registrerà delle buone vendite è molto probabile che Disney riproporrà la formula pay-per-view, un po' come il servizio Sky Prima Fila da noi. 

E magari anche altre major seguiranno quella strada, cambiando davvero la fruizione dei grandi blockbuster per sempre. 

 

Se invece Mulan in streaming non dovesse funzionare, allora faremo ancora più il tifo affinché tutta questa situazione si possa risolvere al più presto possibile. 

 

Per poter tornare, anche, al cinema. 

 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

news

news

news

Lascia un commento



5 commenti

Valerio Dp

3 mesi fa

Scelta sicuramente saggia da parte della Disney e prezzo motivato, ma credo che una buona fetta di spettatori aspetteranno il passaggio a D+ gratuito del film, dato che la fruizione non cambierebbe se non per i tempi d'attesa

Rispondi

Segnala

Gabriele Vaudano

3 mesi fa

Beh ma per Mulan non ho fretta, aspetterò che esca gratuitamente. Ma se dovessero fare così anche per altri film a cui sono più interessato, tipo Black Widow, allora spenderò sicuramente quei 30 dollari

Rispondi

Segnala

Stefano Mojo

3 mesi fa

Il proprietario di una qualche sala in francia,dopo la notizia, ha ben pensato di bastonare il cartellone con tanta rabbia.

Rispondi

Segnala

Riccardo Perina

3 mesi fa

Egoisticamente spero che l’approdo nelle sale italiane venga rimandato ancora un po’, così avrò tempo di rientrare e vederlo al cinema, Pierfrancesco Favirus permettendo 😅

Rispondi

Segnala

Damiano

3 mesi fa

Credo sia anche l’unica casa di produzione che non lascia il primo periodo di prova in modalità gratuita della sua piattaforma streaming

Rispondi

Segnala


close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni