close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#news

Il 15 giugno si torna al cinema senza la mascherina

Finalmente ci siamo: dopo più di tre mesi, le sale cinematografiche italiane sono pronte a riaprire da lunedì 15 giugno.

 

 

Naturalmente, affinché il pubblico possa godere dell’esperienza in sala in tutta sicurezza, dovranno essere rispettate alcune misure atte a prevenire il contagio da Coronavirus.

 

Col nuovo decreto legge innanzitutto cade parzialmente l’obbligo di uso della mascherina; essa dovrà essere utilizzata dagli spettatori solo quando dovranno raggiungere il loro posto o quando si allontaneranno da esso.

 

 

[Per un po' di tempo non potremo vedere simili assembramenti nei cinema]

 

 

All’ingresso, potrebbe essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso qualora essa superi i 37,5°.

 

Si segnala anche che eventuali indumenti e oggetti dovranno essere riposti nei guardaroba, protetti da sacchetti porta abiti.

 

Sarà inoltre possibile consumare cibo acquistato negli adeguati punti ristoro offerti dal cinema.

Dovrà poi essere osservata la norma - in sala e fuori - del distanziamento sociale: l’occupazione delle poltrone dovrà garantire fra gli spettatori almeno almeno un metro di distanza (fatta eccezione per persone di uno stesso nucleo familiare o conviventi).

 

Per gli spettacoli al chiuso, il pubblico potrà contare fino a un massimo di 200 persone, 1000 se ci si trova all’aperto.

Tutti gli ambienti, inoltre, dovranno essere frequentemente sanificati, (con la disponibilità in più punti di gel disinfettante per gli spettatori), favorendo anche il ricambio d’aria nelle zone chiuse.

 

 

[Mario Lorini, presidente dell'ANEC]

 

 

Grande soddisfazione è stata espressa dall’ANEC (Associazione Nazionale Esercenti Cinema), in una nota da poco diramata, e da Mario Lorini, presidente dell’associazione stessa:

 

"I protocolli definiti con validità fino al 14 luglio accolgono le osservazioni presentate dall’Associazione Nazionale Esercenti Cinema che richiedeva un allineamento con altre attività aperte al pubblico.

 

Un ringraziamento e un plauso all’intervento del ministro Franceschini e dei suoi più stretti collaboratori, Lorenzo Casini e Salvatore Nastasi, per il sostegno dimostrato al cinema e alla determinante azione della Conferenza delle Regioni che ha recepito le istanze degli esercenti.

Un passo importante per consentire la ripartenza del settore di spettacolo, fermo da quasi 4 mesi con oltre 30 milioni di presenze perdute e con un percorso di ripartenza che sarà graduale e porterà entro poche settimane ad un ritorno a regime con nuovi titoli in arrivo nelle sale”.

 

Allora, siete pronti a tornare al cinema dopo tre mesi di astinenza?  

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

news

news

news

Lascia un commento



4 commenti

Tati23

4 mesi fa

Menon male queste linee guida sono nettamente più funzionali alla ripresa rispetto a quelle precedenti per una riapertura efficace.

Rispondi

Segnala

Nuriell

4 mesi fa

Ora possiamo chiamarla riapertura, prima sarebbe stata una rimessa, soprattutto a causa della, finalmente rimossa, impossibilità di vendere cibo.

Rispondi

Segnala

Yuri Palamini

4 mesi fa

Assolutamente sì! Finalmente ci siamo!!

Rispondi

Segnala

Mike

4 mesi fa

Prontissimi!

Rispondi

Segnala


close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni