close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#articoli

Interstellar doveva essere diretto da Steven Spielberg

L'idea di partenza per Interstellar è stata concepita dalla produttrice Lynda Obst e dal fisico teorico Kip Thorne, che avevano collaborato per Contact e si conoscevano da quando il noto astronomo Carl Sagan aveva organizzato per loro un appuntamento al buio.

 

I due concepirono un soggetto basato sul lavoro di Thorne, sugli "eventi più esotici dell'universo che diventano improvvisamente accessibili agli umani", e attirarono l'interesse di Steven Spielberg che da subito si rese disponibile per curarne la regia.

 

Lo sviluppo di Interstellar iniziò quindi nel giugno 2006, quando Spielberg era in piena pre-produzione su Indiana Jones e il Regno del Teschio di Cristallo: con un comunicato ufficiale lui e Paramount Pictures annunciarono di aver messo in moto la produzione di un film di fantascienza basato su un trattamento di 8 pagine scritto da Obst e Thorne. 

 

Nel marzo dell'anno successivo venne coinvolto Jonathan Nolan per la sceneggiatura. 

 

Nolan ai tempi aveva all'attivo una sola sceneggiatura completa, quella di The Prestige scritta con il fratello; oltre a quella c'era stato qualche anno prima il racconto Memento Mori da cui Christopher trasse la sceneggiatura di Memento

 

"Ora capisco meglio come si sentono gli astronauti della NASA mentre stanno per essere lanciati nello spazio: mi sentivo così mentre aspettavo di presentare le mie idee a Lynda Obst e Steven Spielberg", raccontò Jonathan Nolan in un'intervista del 2007 al Los Angeles Times.

 

“Non sono nemmeno sicuro di ricordare quello che ho detto loro, ma devono aver apprezzato qualcosa.

È stata un'esperienza piuttosto intensa."

 

 

 

La pre-produzione di Interstellar prosegue spedita, ma a fine 2008 l'accordo tra Paramount e Dreamworks - la società di Steven Spielberg - scade e a febbraio 2009 lo studio trova un accordo con la The Walt Disney Company. 

 

Spielberg quindi abbandona il progetto di Interstellar e Paramount deve trovare un nuovo regista. 

 

Jonathan Nolan a quel punto consigliò suo fratello Christopher, che in quel periodo aveva da poco chiuso un accordo con Warner per Inception.

 

Christopher Nolan si è unito ufficialmente al progetto Interstellar nel 2012, e a quanto pare la prima cosa che fece fu assicurarsi che ci fosse anche il suo nome tra gli sceneggiatori dato che lo script del fratello gli piaceva, ma voleva aggiungere parecchie altre cose. 

 

"Penso che la prima cosa che gli ho detto sia stata: 'Ti rendi conto che lo riscriverò, giusto?'", ha raccontato Nolan a Entertainment Weekly nel 2014.

 

 

 

Nolan risistemò la sezione centrale del film e l'esplorazione dei pianeti, introdusse la contrapposizione dell'uomo alla natura e inserì in Interstellar le tempeste di polvere sulla Terra e i maremoti nella famosa scena sul pianeta acquatico, con il risultato che tutti conosciamo. 

 

Per Interstellar Christopher Nolan ottenne un compenso di 20 milioni di dollari oltre a una grossa percentuale sugli incassi del film: chissà se Chris ha mai ringraziato Spielberg per essersene andato e il fratello per averlo chiamato! 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

News

Articoli

Top8

Lascia un commento



close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni