close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#articoli

Quando Sergio Leone stava per essere vittima di Charles Manson

L'incredibile aneddoto della morte scampata per un pelo fu raccontato dallo sceneggiatore Luciano Vincenzoni: lui e Sergio Leone si trovavano negli Stati Uniti per cercare dei costumi per Giù la testa e uno scrittore li invitò ad andare il sabato sera di quella settimana a casa di Sharon Tate, attrice e moglie di Roman Polanski, con altri invitati.

 

L'allora proprietario della United Artists, nel frattempo, seppe che Vincenzoni era a Los Angeles e gli chiese di passare il weekend da lui e la moglie a San Francisco: Vincenzoni, data l'amicizia che correva tra i due, accettò lasciando quindi Sergio Leone da solo per l'invito dalla Tate. 

 

 

[Lo sceneggiatore Luciano Vincenzoni, scomparso il 22 settembre 2013]

 

 

Il giorno dopo Vincenzoni seppe al telegiornale del tremendo massacro perpetrato dalla "Family" di Charles Manson: 5 morti, 6 se contiamo il bimbo che l'attrice portava in grembo all'ottavo mese di gravidanza, scritte sui muri fatte con il sangue delle vittime... i dettagli non furono resi pubblici immediatamente, le notizie dicevano soltanto che "non c'erano sopravvissuti". 

Spaventato e convinto che fosse stato ucciso anche Sergio Leone, lo sceneggiatore cercò di mettersi in contatto con lui. 

 

 

[Sergio Leone sul set di Giù la Testa con, da sinistra: Rod Steiger, Luciano Vincenzoni - se ne vede solo la punta del cappello - Sergio Donati e James Coburn]

 

 

Il regista però rispose subito al telefono, dicendogli che aveva preferito declinare l'invito a passare da Sharon Tate

"Ah Lucia', non so parlare l'inglese, dovevo andare là senza di te, mi son rotto... 

Faceva pure caldo, me ne sono andato a dormire".

 

Nel 1971 uscì al cinema Giù la Testa, nel 1984 C'era Una Volta in America.

 

Meno male che Sergio Leone nel 1969 non sapeva parlare inglese...

 

 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Lascia un commento

53 commenti

Jaimy

3 mesi fa

Brividi, assurdo davvero

Rispondi

Segnala

Lucrezia Bariselli

9 mesi fa

Essere asociali a volte ripaga

Rispondi

Segnala

Mic88

10 mesi fa

Meglio non sapere altre lingue. :)

Rispondi

Segnala

Melancholia

10 mesi fa

Madonna mi vengono i brividi solo a pensarci :(

Rispondi

Segnala

Joe Riga

10 mesi fa

L'ignoranza a volte aiuta😂

Rispondi

Segnala

YoudbettercallWise

11 mesi fa

Scampato pericolo... Proprio per un soffio😨

Rispondi

Segnala

Nicolò Murru

11 mesi fa

Spero che Tarantino legga questo Cinefacts. Una scena con Manson che invita Leone sarebbe incredibile.

Rispondi

Segnala

Joe Riga

10 mesi fa

Nicolò Murru
Sarebbe fatalmente esilarante

Rispondi

Segnala

Baxter

11 mesi fa

Se la Family toccava Leone, non avremmo avuto quel grandissimo capolavoro de 'C'era una Volta in America' e neanche il mio Nickname

Rispondi

Segnala

Lorenzo Nuccio

11 mesi fa

E meno male!

Rispondi

Segnala

Simone Antonino

11 mesi fa

Tra l'altro la motivazione è validissima: sapete che noia andar ad una cena dove tutti parlano in una lingua sconosciuta?

Rispondi

Segnala

Kenji Endo

11 mesi fa

Meno male che almeno Leone riuscì a non essere vittima di quella tragedia.

Rispondi

Segnala

Samuele Monzani

11 mesi fa

Mamma mia, chissà lui come si sentì quando seppe la notizia...

Rispondi

Segnala

RayRJJackson

11 mesi fa

Ha sfiorato la tragedia.

Rispondi

Segnala

Gigi Dag

11 mesi fa

Altrimenti avremmo perso c’era una volta in America.

Rispondi

Segnala

Drugo

11 mesi fa

Gigi Dag
Mi fa paura solo pensarci.😱

Rispondi

Segnala

Gigi Dag

11 mesi fa

Drugo
Non oso immaginare un mondo senza c’era una volta in America

Rispondi

Segnala

Drugo

11 mesi fa

Gigi Dag
É in assoluto uno dei miei film preferiti

Rispondi

Segnala

Andrea Rutolini

11 mesi fa

E fu così che Leone decise che l’inglese non era per lui...

Rispondi

Segnala

Sandra Bullock

11 mesi fa

Sarebbe stato meglio se ci fosse andato a quella festa. Avrebbe fatto un favore alla Settima Arte di cui io, modestamente, sono una celeberrima rappresentatrice.

Rispondi

Segnala

Charlie Shield

11 mesi fa

Sandra Bullock
Stavo per segnalarti, ma poi ho visto che sei la grande Sandra Bullock. Mi perdoni

Rispondi

Segnala

Sandra Bullock

11 mesi fa

Charlie Shield
Non la perdonerò finché non vedrò la mia filmografia completa tra i suoi film visti.

Rispondi

Segnala

Charlie Shield

11 mesi fa

Sandra Bullock
Io credo che Speed sia proprio uno dei film più belli suoi. Grazie per tutto quello che fa

Rispondi

Segnala

Non era decisamente il suo momento, aveva troppi capolavori da sfornare

Rispondi

Segnala

Mediograve

11 mesi fa

Dio mio Brividi!

Rispondi

Segnala

Stefano Grimaldi

11 mesi fa

Una storia davvero incredibile, sarebbe di per sé degna di un film (chissà, magari in Once upon a time in Hollywood).

Tra l'altro, sono sempre stato affascinato dall'idea che delle piccole variabili possano influenzarci in maniere imprevedibili, potreste consigliarmi dei bei film a riguardo?

Rispondi

Segnala

Morena Falcone

11 mesi fa

Stefano Grimaldi
Sliding Doors, un (anzi tre) banale ma immancabile Ritorno al Futuro, Cambia la Tua Vita con un Click...se me ne vengono in mente altri te li suggerisco! :)

Rispondi

Segnala

Marilena Saporito

11 mesi fa

Stefano Grimaldi
'Sliding Doors' è il primo che mi vene in mente.

Rispondi

Segnala

Alberto Cipolla

3 mesi fa

Stefano Grimaldi
Aggiungo, assolutamente, anche Mr. Nobody di Jaco Van Dormael che fonda tutta la sua trama proprio sulle diverse e potenzialmente infinite variabili.

Rispondi

Segnala

Morena Falcone

11 mesi fa

E da lì la battuta di Noodles: “Sono andato a letto presto.”.

Rispondi

Segnala

Drugo

11 mesi fa

la prova che l' inglese non è poi così utile

Rispondi

Segnala

Maatz

11 mesi fa

Gran fortuna, a volte non sapere qualcosa torna utile 😂

Rispondi

Segnala

Enrico Macchiarella

11 mesi fa

ahahah ah lucià! incredibile 😂

Rispondi

Segnala

iena plinsky

11 mesi fa

Che fortuna

Rispondi

Segnala

Antonio Vincenti

11 mesi fa

menomale, che fortuna

Rispondi

Segnala

Tony S.

11 mesi fa

Se c'era Sergio glie le dava a quei coglioni

Rispondi

Segnala

Alessandro

11 mesi fa

Quando qualcuno da oggi in poi mi dirà "devi imparare l'inglese, ne vale il tuo futuro nel mondo del lavoro" io risponderò con questo cinefact

Rispondi

Segnala

Donca

11 mesi fa

Chissà se lo vedremo in una scena del prossimo film di Tarantino😏

Rispondi

Segnala

Francesco Amodeo

11 mesi fa

E questo è ufficialmente il #CineFact che racconto più spesso. 

... okay forse insieme alla coca in The Blues Brothers.

Rispondi

Segnala

Miriam Ricciardi

11 mesi fa

Quando si dice che uno non deve morire.

Rispondi

Segnala

Michele Brandanu

11 mesi fa

Che fortuna

Rispondi

Segnala

Davide Sciacca

11 mesi fa

Un manifesto a non sapere le lingue ahahah.

Rispondi

Segnala

Carlo Padova

11 mesi fa

Fortunato Leone

Rispondi

Segnala

Carlo Padova

11 mesi fa

Fortunato Leone

Rispondi

Segnala

Alex Fanelli

11 mesi fa

E se Leone ci fosse andato? io mi immagino Sergione prendere in mano una pistola e via con gli sguardi

Rispondi

Segnala

Drugo

11 mesi fa

Alex Fanelli
ahahahahah😂

Rispondi

Segnala

Joaquin Phoenix

11 mesi fa

wow😱      -

Rispondi

Segnala

LeoGuerra

11 mesi fa

La trama di un film, invece tutto vero.

Rispondi

Segnala

FedericoD17

11 mesi fa

Che storia ragazzi .. 😱

Rispondi

Segnala

Matteo Usai

11 mesi fa

Sarebbe stata una dura perdita per il cinema

Rispondi

Segnala

Tommaso

11 mesi fa

Teo Docet 🧐

Rispondi

Segnala

Molto interessante. Non lo sapevo. Teo non smette mai di sorprendere ;)

Rispondi

Segnala

Mario Di Capua

11 mesi fa

Si può dire che per un contrattempo è uscito "C'era una volta in America"...

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni