close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#articoli

Cinque buoni motivi per (ri)seguire Romanzo Criminale

Romanzo Criminale narra delle malefatte della Banda della Magliana: ispirata dal libro di Giancarlo De Cataldo - edito da Einaudi, 2002 - la serie TV prodotta da Cattleya e Sky Cinema è andata in onda dal 2008 al 2010. 

 

Attiva dal 1977 al 1992, la Banda della Magliana si mosse storicamente in un contesto particolarmente controverso per l’Italia e in particolare per la Roma caput mundi: dai crimini delle Brigate Rosse alla stagione dei rapimenti e delle stragi - in particolare il rapimento di Aldo Moro e la Strage di Bologna - fino ad arrivare al totale disfacimento della Banda. 

 

[Trailer della Stagione 1 di Romanzo Criminale]

 

 

Nel caso questi pochi elementi non siano abbastanza per accendere la vostra curiosità, vi elencherò cinque buoni motivi per iniziare la visione di Romanzo Criminale.

 

Il primo motivo che vi spingerà a seguire Romanzo Criminale è dato dal fatto che imparerete a empatizzare con il crimine e con le diverse sfumature del Male.

 

Non riuscirete a entrare in conflitto con la banda per supportare le forze dello Stato, ma diverrete anche voi un nuovo membro effettivo della Banda della Magliana.            

 

      
[Romanzo Criminale: il Dandi]

 

 

Il secondo motivo che spingerà ad avvicinarvi sempre più alla serie TV è dato dalla sapiente scelta delle colonne sonore che si avvicendano e rendono ancora più viva la suspense all’interno della narrazione seriale televisiva.

 

Conoscerete diversi generi musicali e ascolterete il cantautorato italiano del tempo - Franco Califano, Claudio Baglioni, Gabriella Ferri, Vasco Rossi - fino ad arrivare ai successi della Disco Music - Chic, KC & The Sunshine Band, Electric Light Orchestra.

 

Sicuramente amplierete i vostri orizzonti musicali e sarete accesi dalla curiosità di conoscere altri gruppi e cantautori che hanno vissuto quell’epoca. 

 

   
[Dietro le quinte di Romanzo Criminale]

 

 

Il terzo motivo che vi renderà attivi nella visione e ancor di più partecipi alle vicende della Banda è il continuo confronto e il labile confine tra realtà e finzione.

 

È opportuno ricordare che De Cataldo e il team di sceneggiatori, per sviare lo spettatore e per non creare conflitti con la realtà, costruiscono nomi, cammei e storie fittizie nella serie.

A questo punto diventa interessante scoprire quali siano i fatti e i personaggi fittizi e quelli realmente accaduti ed esistiti: la vera sfida dello spettatore sarà intersecare e distinguere il tempo della Storia italiana e il tempo della narrazione seriale.

 

Il quarto e penultimo motivo che vi spingerà a seguire con particolare interesse la serie è dato dalla rappresentazione del complicato universo femminile: c’è chi prova in tutti i modi di salvare un membro della banda per sradicarlo dalla vita e mentalità criminale e c’è chi approfitta dei loro malaffari, per costruire una nuova vita. 

C’è chi patteggia con gli antieroi e chi crea una forte alleanza in nome della legalità.

 

I personaggi femminili di Romanzo Criminale lottano per la sopravvivenza e lottano per ottenere la dignità perduta.

 

 

[Riunione della Banda della Magliana]

 

 

Infine, il quinto e ultimo motivo che vi farà finalmente accendere quella benedetta televisione e iniziare la visione di Romanzo Criminale è il seguente.  

 

Vi porterete nel cuore un bagaglio culturale e umano straordinario, conoscerete uno spaccato di Storia ancora poco conosciuto e potrete cantare con la Banda a squarciagola:

"Tutto il resto è noiaaa, non ho detto gioia ma noia, noia, noia.

Maledetta noia!"

 

E, per una volta, non sarete considerati folli.

Lo prometto.

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

News

News

News

Lascia un commento



close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni