close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#articoli

Possession - L'appartamento del Diavolo: dal 29 ottobre al cinema

Arriva nelle sale italiane dal 29 ottobre Possession - L'appartamento del Diavolo, il nuovo horror spagnolo firmato Albert Pintó

 

Madrid, 1976.

La famiglia Olmedo si è da poco trasferita in città in cerca di un futuro migliore.

Ma il sogno di una nuova vita si trasformerà ben presto nel loro peggiore incubo: nella casa che con tanti sacrifici hanno comprato scopriranno di non essere soli.

 

Oscure forze e presenze maligne aleggiano nell'appartamento, tormentando tutta la famiglia e in particolare il piccolo Pepe. 

 

[Trailer italiano di Possession - L'appartamento del Diavolo]

 

 

Tratto da una terribile e inquietante storia vera avvenuta in Spagna nell’antico quartiere di Malasaña, Possession - L'appartamento del Diavolo è uno dei più grandi successi cinematografici spagnoli dell’ultimo periodo.

 

Firmato da Albert Pintó, uno dei maestri dell’Horror, il film ha incassato oltre 4 milioni di dollari in patria. 

Per il regista si tratta del secondo lungometraggio, dopo una gavetta nei cortometraggi e dopo l'esordio con Matar a Dios nel 2017, film che gli ha fatto vincere il premio come Miglior Regista a Buenos Aires. 

 

In occasione dell'uscita di Possession - L'appartamento del Diavolo Pintò è stato intervistato da Zona Negativa, leggete le sue risposte dopo la gallery del film. 


[Clicca la prima foto per vedere tutta la gallery]

 

 

Come è nato il progetto del film?

La Warner Bros Spagna dietro al progetto ti ha offerto maggiore tranquillità o ti sei sentito più limitato nel prendere decisioni?

 

AP: Tramite l'ESCAC, l'Università del Cinema in cui insegno da anni, mi hanno offerto la possibilità di contattare il produttore Ramón Campos.

Stavano cercando un regista di fiducia per un progetto horror a cui stavano lavorando, ed è così che sono entrato ssul progetto. 

Lavorare con la Warner ti dà la tranquillità di sapere che venderanno il film come nessun altro.

E questo è un bene, speri sempre di raggiungere il massimo pubblico possibile e la Warner ti dà quella possibilità.

 

Quali sono stati i tuoi riferimenti cinematografici per dirigere Possession - L'appartamento del Diavolo?

 

AP: Sono sempre stato un grande fan del genere, quindi ho visto molti film e incontrato vari autori interessanti.

Quando mi sono avvicinato al progetto non ho pensato a nessuno in particolare, penso sia stato un processo di filtraggio di tutto quello che sapevo e di digerirlo a modo mio.

Ma ovviamente non posso dimenticare geni come Stanley Kubrick, Roman Polanski, Hideo Nakata, Takashi Shimizu o James Wan.

 

 

[Poster italiano di Possession - L'appartamento del diavolo]

 

 

Cosa puoi dirci della vera storia dietro il film?

Hai preso molte licenze per adattarlo?

 

AP: Possession - L'appartamento del Diavolo si ispira a un compendio di storie terrificanti accadute a Madrid e nel quartiere di Malasaña.

Ma perché il film funzionasse ci siamo presi qualche libertà. 

 

Sul set dei film dell'orrore ci sono spesso situazioni inquietanti.

Hai qualche aneddoto a riguardo?

 

AP: All'interno dell'edificio Malasaña, durante le riprese, la troupe ha detto che le cose si spostavano da un posto all'altro senza che le toccassero.

Io ad esempio non trovavo mai il mio monitor portatile.

Compariva in posti diversi ogni giorno... (ride).

 

Possession - L'appartamento del Diavolo è distribuito in Italia da Lucky Red, dal 29 ottobre nelle migliori sale italiane. 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Lascia un commento



close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni