close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#articoli

I migliori libri sul Cinema che non potete perdervi - 1

Nelle community cinefile quella sui consigli in merito ai ''Libri sul Cinema'' è una delle domande più quotate in assoluto: da dove cominciare, cosa leggere, quale comprare... 

__________________

 

 

Abbiamo quindi pensato di raccogliere un po' di suggerimenti da parte della redazione di CineFacts.it, sperando che questi consigli possano soddisfare la vostra fame di libri sul cinema, e proporveli ragionati per tema e per difficoltà: li trovate suddivisi in 12 categorie - qui le prime 6, nella Parte II trovate le altre 6 - per provare a soddisfare tutti i palati, da quello di chi per la prima volta si approccia ai libri sul cinema a quello di chi ne ha già letti e cerca qualcosa di particolare. 

 

I suggerimenti arrivano da letture personali, da libri di testo di chi ha studiato cinema e dai consigli che la redazione stessa ha ricevuto nel tempo e ha poi ritenuto essere ottimi volumi da... consigliare a sua volta.  

 

Troverete libri sul cinema in generale, libri sul cinema per appassionati e libri sul cinema di autori nel dettaglio: buona ricerca! 

_________________________ 

_________________________ 

 

Per chi vuole iniziare da zero 

 

 

 

Il Cinema secondo Hitchcock 

di François Truffaut

 

Quando si parla di libri sul Cinema è indubbiamente uno dei più famosi in assoluto - ne hanno anche tratto un documentario nel 2015 - e ancora oggi resta uno di quelli fondamentali.

 

Frutto di una chiacchierata durata anni con varie interruzioni, il libro racconta l'approccio al Cinema del grandissimo Sir Alfred Hitchcock, impreziosito dalle domande di Truffaut che veste i panni a volte del regista e molto spesso del fan accanito e ammirato. 

 

Pieno zeppo di curiosità, aneddoti (per i curiosi: è probabilmente colpa di questo libro e del famoso "bicchiere di latte" de Il Sospetto se sono nati i Cinefacts!) e riflessioni sulla Settima Arte: una sorta di manifesto e manuale allo stesso tempo, scorrevolissimo e interessante. 

Obbligatorio.

Lo trovate qui.

_________________________ 

 

 

 

Il Cinema secondo Orson Welles 

di Peter Bogdanovich

 

Il 'gemello diverso' del precedente: ancora un regista, ancora una lunghissima chiacchierata con un Gigante del Cinema. 

 

Nella vostra biblioteca di libri sul Cinema non può mancare il tomo dove Welles si svela e si racconta: dagli inizi in radio e a teatro fino al difficile rapporto con Hollywood, passando ovviamente per la genesi e la realizzazione di quel capolavoro che è Quarto Potere, film ancora oggi ritenuto tra i più grandi di sempre - e per molti è "il" più grande di sempre - che il cineasta pensò, produsse, scrisse, girò, interpretò e montò ad appena 25 anni. 

 

Bogdanovich approccia l'ingombrante personalità di Welles in modo da metterlo a proprio agio e riesce a carpire da lui decine e decine di punti di vista sul Cinema e sull'arte, sui suoi colleghi e sugli attori e le attrici con i quali ha lavorato. 

 

Obbligatorio, parte II. 

Lo trovate qui.

_________________________ 

 

 

 

L'occhio del regista. 25 lezioni dei maestri del cinema contemporaneo

di Laurent Tirard 

 

Se finora abbiamo ascoltato il pensiero di Hitchcock e Welles, preparatevi adesso a leggere le riflessioni sul Cinema di 25 grandi registi, molto diversi tra loro e provenienti da tutto il mondo. 

 

Impossibile non trovarne almeno uno che abbia diretto un film che avete amato: ve li elenchiamo in ordine alfabetico, nel libro troverete

Woody Allen, Pedro Almodóvar, Bernardo Bertolucci, Tim Burton, Joel ed Ethan Coen, David Cronenberg, Miloš Forman, Jean-Luc Godard, Alejandro Iñárritu, Jim Jarmusch, Wong Kar-wai, Mathieu Kassovitz, Takeshi Kitano, Emir Kusturica, David Lynch, Michael Mann, Arthur Penn, Roman Polanski, Sydney Pollack, Martin Scorsese, Steven Soderbergh, Oliver Stone, Lars von Trier, Wim Wenders, John Woo.  

 

Tra i libri sul cinema più adatti a chi non ha mai letto nulla del genere questo è sicuramente tra i più adatti: il libro di Tirard è una raccolta di interviste focalizzate sul senso che il Cinema assume per ognuno di questi registi, ed è davvero molto interessante notare quante cose si assomiglino nonostante i paesi distanti e le diverse generazioni, ma al contempo quante cose vengono invece vissute agli antipodi. 

 

Immancabile. 

Lo trovate qui.

_________________________ 

 

 

 

Che cosa è il cinema

di Mario Sesti

 

Altra lettura semplice e interessante: stavolta si gioca molto in casa. 

Tra i fondatori e direttori artistici della Festa del Cinema di Roma, il regista, giornalista e critico cinematografico Mario Sesti raccoglie le conversazioni effettuate con lo star system nostrano e mondiale. 

 

Questa volta a cercare di rispondere alla domanda posta nel titolo del libro ci sono nomi come Giuseppe Tornatore, Carlo Verdone, Toni Servillo, Valeria Golino, Gianni Canova e Fulvia Caprara ma anche Al Pacino, Meryl Streep, Terrence Malick, Nicolas Winding Refn... 

 

Un volume interessante ma allo stesso tempo leggero nonostante le sue 200 pagine, che non può mancare nella vostra collezione di libri sul cinema. 

 

Consigliatissimo. 

Lo trovate qui.

_________________________ 

 

 

 

Analizzare i film

di Augusto Sainati, Massimiliano Gaudiosi

 

Se oltre a conoscere il punto di vista di autori e registi voleste iniziare a guardare i film con un occhio diverso, ecco uno dei libri sul cinema che farà al caso vostro. 

 

Il volume analizza tutti gli aspetti di un'opera cinematografica, dall'inquadratura al montaggio alla colonna sonora, con un linguaggio accessibile anche a coloro che per la prima volta decidessero di affrontare l'argomento. 

 

Chiaro, preciso e molto buono come "entry level".

Lo trovate qui.

_________________________ 

 

 

 

Manuale del film. Linguaggio, racconto, analisi

di Gianni Rondolino, Dario Tomasi

 

Se poi doveste scoprire che l'analisi dei film vi piace particolarmente, allora tra i tanti libri sul cinema che trattano l'argomento questo diventa il consiglio numero 1.

 

Il "Manuale del Rondolino" è arrivato alla 4ª edizione ed è sopravvissuto al suo compianto autore - il grandissimo critico e storico del Cinema Rondolino ci ha lasciati nel 2016 - ma fin dalla sua prima uscita nel 1995 si impose come punto di riferimento per tutti gli appassionati, i cinefili e addirittura gli insegnanti di Cinema. 

 

L'approccio riesce ad essere al tempo stesso semplice ma approfondito, toccando tutti gli aspetti di un'opera cinematografica nel dettaglio, dalla pre-produzione alla post, con anche una sezione dedicata alla professioni del Cinema per chi avesse dubbi in merito o volesse chiarirsi le idee per intraprendere poi una carriera nel mondo della Settima Arte (I Mestieri del Cinema troveranno anche uno spazio dedicato molto speciale qui su CineFacts.it, ma non spoileriamo oltre). 

 

Must Have. 

Lo trovate qui.

_________________________

 

 

 

Saper vedere il Cinema

di Antonio Costa

 

Che cos'è il cinema? Cosa è stato e cosa sarà?

Come funziona dal punto di vista tecnico ed economico, narrativo e comunicativo? 

 

Costa prova a rispondere a queste domande mescolando il racconto storico della Settima Arte con i cenni tecnici, con tantissimi esempi e riferimenti dai primordi al digitale.

 

Antonio Costa è uno storico del Cinema, ha insegnato all'Università di Bologna, è stato visiting professor a Montréal e Parigi e nel Comitato Scientifico della Storia del Cinema Italiano al Centro Sperimentale di Roma: i suoi saggi sono praticamente sempre libri di testo per chi studia la materia ed è autore di libri sul cinema tra i più autorevoli in assoluto. 

 

Didattico. 

Lo trovate qui. 

_________________________ 

_________________________ 

 

Per chi vuole approfondire la Storia del Cinema

 

 

 

L'avventura del cinematografo. Storia di un'arte e di un linguaggio.

di Sandro Bernardi

 

Tra i tanti libri sul cinema e la sua Storia, probabilmente questo è il migliore con cui iniziare. 

L'avventura del titolo è reale: si inizia addirittura dal '500, secoli prima del Cinema delle Attrazioni quando ancora non esisteva nemmeno il Cinema stesso, e si arriva fino all'avvento del digitale che ha cambiato tutto. 

 

Avanguardie e Nouvelle Vague, Espressionismo e New Hollywood, Cinema Muto e Neorealismo, lo Spaghetti Western e il Surrealismo: tutto confluisce in un racconto scorrevole adatto a tutti, concepito come un romanzo e che racconta non solo la Storia ma le tante storie che il Cinema porta con sé, sia davanti che dietro alla macchina da presa. 

 

Affascinante. 

Lo trovate qui.

_________________________

 

 

 

Manuale di Storia del Cinema 

di Gianni Rondolino, Dario Tomasi

 

Il naturale proseguimento del Manuale del Film visto poco più sopra: lo stile di Rondolino è impeccabile, e attraverso una cavalcata che va dai fratelli Lumière ai giorni nostri spiega e racconta la Storia del Cinema anche facendo leva sull'analisi di una quarantina di film. 

 

Nozioni, spiegazioni, racconti, riflessioni, collegamenti tra un periodo e l'altro e pagina dopo pagina diventa chiaro a tutti come le correnti artistiche nel Cinema si siano influenzate a vicenda e come si è arrivati al Cinema di oggi partendo da quello di ieri: l'evoluzione degli stili e le numerose rivoluzioni ci appaiono chiare e lampanti, non è un caso che tra i vari libri sul cinema questo venga utilizzato anche nelle scuole e nelle università. 

 

Unica nota: fate attenzione perché sembra di sfogliare carta velina! 

 

700 splendide pagine. 

Lo trovate qui.

_________________________  

 

 

 

Storia del Cinema. Un'introduzione.

di Kristin Thompson e David Bordwell

 

Volume diventato fondamentale in breve tempo. 

Si inizia dal fenachistoscopio dei primi dell'800 e si prosegue, toccando pressoché tutte le aree geografiche e le correnti esistite ed esistenti. 

 

Probabilmente il più completo, approfondito e analitico tra i libri sul cinema che vogliono raccontarne la Storia: in questo volume si parla anche della cinematografia dei paesi minori, non sempre considerata, e le tante pagine a colori con i frame dei film che hanno fatto la Storia sono una piacevole aggiunta. 

 

Da considerare che data la sua pubblicazione è forse il volume che arriva più vicino al cinema attuale, e la possibilità di 'digitalizzare' e personalizzare il libro è un qualcosa che gli altri non hanno. 

 

Imprescindibile.

Lo trovate qui.

_________________________  

  

 

 

 

Guida alla Storia del Cinema Italiano

di Gian Piero Brunetta

 

Chi studia Cinema a qualunque livello puntualmente sbatte il muso contro "il Brunetta": una volta era diviso in due tomi, ma per le edizioni più recenti si è scelto di unirli in un volume unico.

 

Libro indispensabile per comprendere a fondo la nostra cinematografia, il Brunetta analizza e racconta tutti i passaggi del Cinema Italiano senza mai dimenticare di contestualizzare l'arte all'interno del periodo storico, sottolineando i cambiamenti politici e sociali che andavano di pari passo con le innovazioni o le nuove correnti cinematografiche. 

 

Se cercate dei libri sul Cinema che raccontino come si è evoluto il nostro Cinema, il Brunetta è il titolo per voi. 

 

Basilare.

Lo trovate qui.

_________________________ 

_________________________ 

 

Dizionari ed Enciclopedie

 

 

 

Enciclopedia del Cinema  

a cura di Gianni Canova

 

Rettore dell'Università IULM di Milano, già professore di Storia del Cinema e Filmologia, ha insegnato al CSC di Roma, ha organizzato e presieduto festival, ha fondato la mitica rivista Duel divenuta poi duellanti, da oltre 10 anni critico cinematografico per Sky: Gianni Canova è uno dei più noti critici italiani. 

 

La sua Enciclopedia del Cinema raccoglie un'infinità di nomi, personaggi, correnti artistiche, mezzi tecnici, insomma tutto ciò che nel Cinema è a tutti gli effetti enciclopedico: uno di quei libri sul cinema che non si può non avere in casa. 

 

1578 pagine. 

La trovate qui.

_________________________

 

 

 

Il Morandini 2020 - Dizionario dei film e delle serie TV

a cura di Morando Morandini, Laura Morandini, Luisa Morandini

 

Nella scelta di libri sul Cinema, quando si parla di dizionari si va solitamente... a simpatia, che può riguardare l'autore o il suo modo di valutare i film, oppure ancora si può scegliere un dizionario cinematografico perché ci si sente in linea con i giudizi dell'autore sui film che amiamo di più e di meno. 
Oppure proprio perché la pensa diversamente da noi, o banalmente si sceglie per la sua completezza. 

 

Il Morandini 2020 ha all'interno 27000 film distribuiti in Italia dal 1902 al 2019 e 1100 serie televisive. 

L'edizione 2020 permette di scaricare altre informazioni. 

 

2080 pagine.

Lo trovate qui.

_________________________

 

 

 

Il Mereghetti - Dizionario dei film 2019

a cura di Paolo Mereghetti

 

Negli anni è divenuto una sorta di istituzione: c'è chi li colleziona e ne prende uno nuovo ogni anno perché i colori forti del dorso del volume fanno un bell'effetto in libreria, e capita che si trovi un Mereghetti anche nelle case di chi non ha libri sul cinema che questo. 

 

Dodicesimo anno per "Il Mereghetti", che nell'edizione 2019 presenta 35000 film e gli indici per ritrovare titoli, registi e attori: oltre 4000 le schede nuove rispetto all'edizione precedente. 

 

Il numero di pagine non è un refuso: è quello vero. 

 

10755 pagine. 

Lo trovate qui. 

_________________________

 

 

 

Il Farinotti 2019 - Dizionario di tutti i film

a cura di Pino Farinotti

 

Il principale competitor del Mereghetti - anche per come si pone nel nome - che negli anni ha ricevuto feroci critiche ma anche pareri entusiasti da parte degli amanti dei libri sul cinema. 

 

Chi lo ama sostiene che non ci siano solo giudizi ma anche qualche accenno di contestualizzazione, chi lo detesta invece sottolinea che per molti dei film presenti nel dizionario appaiono refusi, errori e omissioni che spesso nascono da un'evidente mancanza di visione del film stesso. 

 

Il prezzo però è invitante, ed è quello che lo fa rimanere a galla contro Morandini e Mereghetti. 

 

2837 pagine.

Lo trovate qui.

_________________________

 

 

 

1001 Film. I grandi capolavori del Cinema

di S.J. Schneider e I.H. Smith

 

Non accomunabile ai dizionari appena visti, 1001 Film è ciò che dice il titolo: un elencone di film che vale effettivamente la pena vedere. 

Oltre all'elenco però c'è poco, non aspettatevi lunghe critiche né dissertazioni sui titoli in questione, non è uno dei libri sul cinema che abbiamo visto finora. 

 

Divertente per fare "la conta" di quanti se ne sono visti e quanti ne mancano - ma se facessimo anche noi qui su CineFacts.it un super elenco di questo tipo? - il libro è aggiornato a qualche mese fa, sono presenti i film del 2018, ma non aspettatevi quelli di quest'anno. 

 

Listone. 

Lo trovate qui.

_________________________ 

_________________________ 

 

I libri sul cinema scritti dai registi 

 

 

 

Non ho risposte semplici. Il genio del Cinema si racconta

di Stanley Kubrick

 

Il nome non ha bisogno di presentazioni: se siete alla ricerca di libri sul Cinema che siano una sorta di autobiografia, questo è quello che ci va più vicino. 

 

Da sempre schivo e riservato, in questo volume troverete una raccolta di intervista a Stanley Kubrick che coprono quasi tutto l'arco della sua spettacolare carriera: onesto, puro, schietto e umile, Kubrick si racconta e tra le righe riusciamo a conoscere anche l'uomo oltre al personaggio diventato leggenda. 

 

Spaziale. 

Lo trovate qui.

_________________________

 

 

 

Fare un Film

di Federico Fellini

 

Il cineasta italiano più noto e più premiato all'estero, la mente sognatrice dietro a capolavori assoluti come 8½, La Dolce Vita, Amarcord...

 

In Fare un Film Federico Fellini racconta se stesso e gli incontri che lo hanno cambiato, le dinamiche che lo hanno portato a fare del Cinema, gli aneddoti dietro ai suoi grandi film, con uno stile che ricorda molto le sue stesse opere, profondo e leggero allo stesso tempo, trasognato, bizzarro e divertente, con tantissime cose da dire. 

 

Nella vostra libreria di libri sul cinema non può mancare un titolo del Maestro. 

 

Dolcissimo.

Lo trovate qui.

_________________________

 

 

 

Io vedo me stesso. La mia arte, il Cinema, la vita

di David Lynch

 

Più di un decennio di interviste e incontri con il cineasta del Montana che ha portato sul grande schermo sogno e incubo come pochi altri hanno fatto nella Storia del Cinema. 

 

Le sue ossessioni, le sue paure, le sue influenze artistiche e le sue scelte, le sue passioni extra-cinema e le sue manie, il suo lavoro di fotografo, la musica con Angelo Badalamenti: David Lynch, in tutto e per tutto: molti libri sul cinema di Lynch non arrivano a raccontare l'uomo come succede qui. 

 

Meditativo.

Lo trovate qui.

_________________________

 

 

 

La mia autobiografia

di Charles Chaplin

 

Il titolo anche in questo caso dice tutto: l'autobiografia di uno dei più grandi artisti dell'umanità. 

Più di un regista, più di un attore: Charles Chaplin ha saputo imprimere al Cinema un'impronta che ancora oggi resta e rimane immutata; nel libro racconta tutto ciò che lo riguarda, dagli inizi a come è nato - per caso - il personaggio di Charlot, come sono nati i suoi film e perché ha deciso di farli, i suoi incontri con personalità gigantesche come Albert Einstein e Gandhi.

 

Scritto tra il 1959 e il 1963, periodo tra il penultimo e l'ultimo lungometraggio, La mia autobiografia di Chaplin è uno dei libri sul Cinema che apre gli occhi e mostra dall'interno un periodo fondamentale per la Settima Arte: il passaggio dal muto al sonoro, i grandi studios e le grandi star che dovettero adattarsi e le lotte che l'artista affrontò per portare sul grande schermo le storie che voleva, come voleva. 

 

Sorridente. 

Lo trovate qui.

_________________________

 

 

 

Lanterna Magica

di Ingmar Bergman 

 

L'autobiografia del regista di meraviglie come Persona, Il Settimo Sigillo, Sussurri e Grida, Fanny e Alexander. 

 

Ingmar Bergman si racconta senza filtri, toccando temi personalissimi e 'vietati', come la sua iniziale passione nei confronti del nazismo e le sue esperienze amorose: ovviamente tutto il suo Cinema viene toccato ed è un'occasione per leggere e comprendere come viveva la Settima Arte il grandissimo autore svedese. 

 

Scritto come un film, con tanto di invenzioni di personaggi e situazioni che corredano i fatti reali, Lanterna Magica è uno di quei libri sul Cinema che affascina e rapisce fin dalle prime pagine. 

 

Appassionante.

Lo trovate qui.

_________________________ 

 

 

 

C'era una volta il Cinema. I miei film, la mia vita. 

di Sergio Leone

 

Tra i registi più influenti della Storia del Cinema, Sergio Leone in poche opere è riuscito a lasciare un'indelebile tratto distintivo che ha ispirato decine e decine di cineasti nel mondo. 

 

Nel libro racconta se stesso e la sua visione del mondo e del Cinema, e chi non lo conosceva si stupirà nel leggere le parole di un uomo che va ben oltre la schiettezza e diventa a volte perfino offensivo, tanta è la sincerità con la quale esprime pareri su cose e persone. 

 

Tra i tanti libri sul cinema di Sergio Leone, questo è molto probabilmente quello più sensato. 

 

Duellante. 

Lo trovate qui.

_________________________ 

_________________________ 

 

Per chi vuole approfondire un regista in particolare 

 

 

 

Kubrick

di Michael Ciment 

 

Di libri sul Cinema di Kubrick ce ne sono molti, ma questo di Ciment è senza dubbio il più completo sull'opera omnia del regista.

 

Interviste, analisi, filmografia, fotogrammi, biografia: più di 300 pagine fitte in un volume dalle dimensioni gigantesche, come si confà alla personalità e all'importanza di Stanley Kubrick stesso. 

 

Monumentale. 

Lo trovate qui.

_________________________

 

 

 

Stanley Kubrick e me. Trent'anni accanto a lui. Rivelazioni e cronache inedite dell'assistente personale di un genio

di Emilio D'Alessandro, Filippo Ulivieri

 

Ancora Kubrick? Sì, perché stavolta la parola passa a Emilio D'Alessandro, il suo autista personale che divenne poi factotum, amico e confidente. 

 

Il lato personale del personaggio Kubrick qui esce in tutte le sue sfaccettature, dall'incredibile precisione e mania di perfezionismo al suo sconfinato amore per gli animali - soprattutto gatti - dai bigliettini che lasciava ovunque per qualunque motivo ai piccoli tic che solo chi lo ha conosciuto davvero può riportare. 

Un rapporto nato quasi per per caso ai tempi di Arancia Meccanica e che si è trasformato in un'amicizia sincera. 

 

Uno dei libri sul Cinema che è diventato documentario: S is for Stanley, di Alex Infascelli, è tratto da qui. 

 

Maniacale. 

Lo trovate qui.

_________________________

 

 

 

Conversazioni con Billy Wilder

di Cameron Crowe

 

Come per Hitchcock/Truffaut e Welles/Bogdanovich, anche qui abbiamo un regista che si racconta a un altro regista. 

 

In questo caso abbiamo di fronte il grandissimo Billy Wilder, regista di film come Viale del Tramonto, A Qualcuno piace Caldo, L'appartamento, Sabrina, Prima Pagina, Irma la Dolce, La Fiamma del Peccato: 7 Oscar vinti e 21 nomination, una carriera iniziata come sceneggiatore quando il sonoro era appena arrivato e che si è conclusa mezzo secolo dopo. 

Non essendoci molti libri sul cinema di Wilder, questo diventa un titolo da segnarsi assolutamente. 

 

Da sempre senza nessun tipo di remora nel dire le cose in faccia, qui Wilder ne ha davvero per chiunque: si sgretolano miti e leggende, si scoprono altarini e segreti, il regista distrugge il dorato mondo di Hollywood ma allo stesso tempo ammette il profondo amore provato per quello che fa, e non mancano molte indicazioni date a chi ha voglia di approcciarsi al mestiere. 

 

Caustico. 

Lo trovate qui.

_________________________

 

 

 

Christopher Nolan. Il tempo, la maschera, il labirinto.

di Massimo Zanichelli

 

Il più completo e analitico volume dedicato al regista britannico e tra i più interessanti libri sul cinema nolaniano. 

 

Dall'esordio fino a Dunkirk, Zanichelli analizza e spiega i temi ricorrenti della cinematografia di Nolan, sviscerando quelli più palesi e facendo luce su quelli più nascosti.

 

Presente anche una sorta di "analisi nell'analisi" esclusivamente dedicata alla trilogia di Batman

 

Cronometrico. 

Lo trovate qui.

_________________________

 

 

 

Perdersi è meraviglioso

di R.A. Barney, David Lynch

 

Ventiquattro interviste dal 1977 di Eraserhead al 2006 di INLAND EMPIRE: se volete conoscere il David Lynch regista e notare come sia cambiato - pochissimo - in trent'anni dietro la macchina da presa, questo è uno dei libri sul cinema che fa per voi. 

 

Affascinante notare come la sua poetica sia sempre stata la stessa mentre cambiano il tono e la predisposizione a rispondere a ciò che gli viene chiesto: un viaggio nel tempo e nei tempi di un artista straordinario. 

 

Onirico.

Lo trovate qui.

_________________________

 

 

 

Quentin Tarantino

di Alberto Morsiani

 

Da quando è esploso con Pulp Fiction i libri sul cinema di Quentin Tarantino sono usciti moltiplicandosi con una velocità imbarazzante: moltissimi non valgono la pena di essere letti e sono più che altro degli instant book atti a raccogliere i fan distratti che vogliono solo leggere qualcosa in merito al loro nuovo regista preferito. 

 

Questo volume di Alberto Morsiani, saggista e direttore artistico del Circuito Cinema di Modena da quasi trent'anni, riesce dove tanti hanno fallito proprio perché mette da parte l'entusiasmo da fanboy e affronta la vita e lo stile di Tarantino in maniera seria.

 

Da prima del folgorante esordio con Le Iene fino a lambire la pre-produzione di C'era una volta a... Hollywood, il Cinema e l'arte di Quentin Tarantino vengono raccontate con dovizia di particolari e riflessioni, corredate da foto sui set dei film e da punti di vista nuovi e non banali su film che sono entrati di prepotenza nell'immaginario collettivo mondiale e che hanno reso Tarantino un regista di culto, amato dallo spettatore casuale tanto quanto dal critico più esigente. 

 

Esplosivo. 

Lo trovate qui.

_________________________ 

 

 

 

Il Castoro Cinema - Collana registi

di autori vari

 

Nata nel 1993 come casa editrice di Cinema, negli anni i "Castori" sono diventati oggetto di culto e da collezione tra i cinefili appassionati di libri sul cinema. 

 

Qui sopra vedete qualche esempio ma i titoli sono tantissimi: si va dal più famoso e blasonato regista hollywoodiano al regista meno conosciuto, tutti però sono autori che hanno fatto la storia del Cinema e tutti ricevono lo stesso trattamento dai "Castori". 

 

Bibliografia, filmografia, analisi, recensioni, fotogrammi e cenni biografici: ogni volumetto quadrato è un piccolo tesoro per chiunque volesse approfondire vita e opere di un regista nello specifico.

Prendetene uno e vi troverete ben presto anche voi a collezionarne il più possibile! 

 

Roditori.

Li trovate qui. 

_________________________ 

_________________________ 

 

Per chi vuole approfondire il mondo della recitazione 

 

 

 

Il lavoro dell'attore su se stesso

Il lavoro dell'attore sul personaggio 

di Konstantin S. Stanislavskij

 

Basta il nome: Stanislavskij. 

Colui che inventò il cosiddetto "metodo" che è divenuto poi la base per chiunque si approcci all'arte della recitazione, che sia essa teatrale o cinematografica. 

 

I due volumi sono inseparabili, se nel primo l'autore racconta cosa e come l'attore deve affrontare per essere poi in grado di esprimersi, nel secondo viene spiegato il lavoro pratico da attuare dopo avere assimilato i concetti del primo volume. 

 

Senza tempo, senza rivali, un totale di 1000 pagine per due libri sul Cinema che vanno oltre e diventano libri per la riscoperta di se stessi, utili e preziosi anche per chi non ha affatto intenzione di diventare attore.

 

Fondamentali.

Trovate qui il primo.

Trovate qui il secondo.

_________________________ 

 

 

 

La tecnica dell'attore

di Michail Cechov

 

Dopo Stanislavskij, è una naturale evoluzione proporre Cechov: l'allievo del Maestro che lui stesso riteneva uno dei suoi più brillanti e attivi, sviluppa il Metodo e lo porta su un altro piano emotivo. 

 

Molta più attenzione alla psicologia per un volume non solo riservato agli attori ma utile a chiunque debba approcciarsi a un pubblico: più immediato dei precedenti anche grazie all'approccio di Cechov e al minore numero di pagine - qui non si raggiungono le 200 - La tecnica dell'attore è un libro appassionante per tutti coloro che vogliono scoprire cosa si celi dietro i volti che vedono sul grande schermo. 

 

Rivelatorio. 

Lo trovate qui. 

_________________________ 

 

 

 

L'arte della Recitazione

di Stella Adler

 

Quarto volume immancabile per aspiranti attrici e attori, da sempre obbligatorio in tutte le accademie di recitazione. 

 

Raccolta di lezioni di Stella Adler, attrice e insegnante di recitazione che lavorò con Stanislavskij e portò il Metodo negli USA, formando poi stelle internazionali come Marlon Brando, Robert De Niro, Harvey Keitel, Warren Beatty...

 

Formativo. 

Lo trovate qui.

_________________________ 

_________________________ 

 

Nella seconda parte di questo articolo dedicato ai libri sul Cinema troverete altri consigli suddivisi in altre 6 categorie.

 

Cercheremo di consigliare un po' di libri sul Cinema a chi vuole approfondire il mondo della regia, della sceneggiatura, della fotografia, del montaggio, a chi ha già iniziato a leggere di Cinema ma vuole andare più a fondo, e altri consigli vari per libri sul Cinema che non rientrano specificatamente in nessuna delle precedenti 11 categorie, ma che per un motivo o per un altro sentiamo di consigliarvi. 

 

Fateci sapere se questa carrellata di libri sul cinema vi ha interessati e magari se avete libri sul cinema a casa che vi aspettavate di trovare qui. 

Nel caso, potrebbero diventare libri sul cinema consigliati e magari, perché no, con il vostro nome in evidenza.

 

Non perdete di vista CineFacts.it, il prossimo articolo sui libri sul cinema - I migliori libri sul Cinema che non potete perdervi 2 - uscirà tra pochi giorni! 

 

Pronti a farvi sommergere ancora dai libri sul cinema? 

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Articoli

Articoli

Articoli

Lascia un commento

14 commenti

Fabrizio Boni

3 giorni fa

Grazie al commento di un vostro fan su FB, ho scoperto la bellissima biografia "Chi tocca muore - La breve delirante vita di John Belushi" scritta da Bob Woodward.
Il libro è bellissimo (reperibile solo in ebook o usato), ma se guardate il mio profilo potrete intuire che sono di parte.

Detto questo, e visto che siamo a Natale, sarebbe possibile aggiungere alla lista la categoria Biografie belle?

Vi adoro!!!

Rispondi

Segnala

Alessandro Borgia

6 giorni fa

Aggiungerei lumière- la scoperta del cinematografo della cineteca di Bologna

Rispondi

Segnala

Filippo Barbanti

6 giorni fa

Fatelo davvero un mega quiz su cinefacts, sarebbe interessante

Rispondi

Segnala

Claudio Serena

6 giorni fa

prendo appunti!

Rispondi

Segnala

Federico Dell'Aquila

6 giorni fa

Alcuni di questi li devo studiare per l'università

Rispondi

Segnala

Matteo Mazzuto

7 giorni fa

Eccezionale come sempre. Grazie!!!

Rispondi

Segnala

Claudio Bertelle

7 giorni fa

Sono senza parole ... tranne una ... GRAZIE !!!

Rispondi

Segnala

Greta Soncin

7 giorni fa

Alcuni li ho studiati all'università ma me ne mancano tantissimi che segno sicuramente, grazie mille per l'articolo molto interessante!

Rispondi

Segnala

Jaimy

7 giorni fa

bellissimo articolo

Rispondi

Segnala

Fabrizio Boni

7 giorni fa

Grazie redazione! Nel commentare uno degli ultimi podcast avevo espresso il desiderio di una rubrica o un articolo che recensisse libri sul tema cinema. Ed eccolo esaudito. Siete meglio di Babbo Natale!

Rispondi

Segnala

Francesco Broccoli

7 giorni fa

Fantastica lista!! ho appena finito di leggere il Manuale del film. Linguaggio, racconto, analisi e cercavo proprio qualcosa di nuovo!

Rispondi

Segnala

Davide Montalto

7 giorni fa

Grazie Teo, questo articolo per me è oro, mi serviva qualche dritta su che libri acquistare nell'oceano di scelta che c'è.

Rispondi

Segnala

Valerio Dp

8 giorni fa

amo i castorini e molti degli altri libri citati, aggiungerei Che cos'è il cinema di A.Bazin e il trittico edito da Dino Audino: Il viaggio dell'eroe (C.Vogler), L'arco di trasformazione del personaggio (D.Marks) e L'abc del linguaggio cinematografico (A.Mazzoleni)

Rispondi

Segnala

Teo Youssoufian

7 giorni fa

Valerio Dp
se hai letto quali saranno le categorie della parte 2, sai già qualcosa 😉

Rispondi

Segnala

close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni