close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#cinefacts

#articoli

Lucio Dalla: una vita tra la musica, il cinema e... le luci rosse

Cantautore di nascita e cuore bolognese, nato il 4 marzo 1943 come dice il titolo di una sua famosissima canzone, Lucio Dalla ha lasciato un profondo segno nella musica italiana.

 

Grande non solo nell'ambito della musica ma appassionato di arte in generale, diversi aneddoti lo legano anche al mondo del Cinema.

 

 

 

 

Lucio Dalla non ha mai saputo leggere neanche una nota sul pentagramma, eppure suonava clarinetto, sassofono, fisarmonica con cui aveva imparato a destreggiarsi da autodidatta.


Nel 1960, a Bologna, ancora diciassettenne si unisce alla Doctor Dixie Jazz Band, gruppo in cui suonava il clarinetto un Pupi Avati ventiduenne, non ancora noto come regista e desideroso di diventare un jazzista di successo.


Avati ha raccontato che guardando Dalla e la facilità che aveva nel suonare quegli strumenti, tra l'altro senza che nessuno gliel’avesse mai insegnato, capì che fare musica non sarebbe mai diventato il suo mestiere.

Decise così di intraprendere la carriera cinematografica.

 

 

[La Doctor Dixie Jazz Band]

 

Se ci sono arrivati film come La Casa dalle Finestre che Ridono, Il Cuore Altrove, La Seconda Notte di Nozze, Il Papà di Giovanna e tanti altri del regista bolognese, forse un po' lo dobbiamo anche al cantautore bolognese!

 

 



Lucio Dalla amava i gladiatori.

 

Quando gli si parlava de Il Gladiatore di Ridley Scott, uno tra i suoi film preferiti, era solito dire:

“L’ho visto 19 volte… forse 20!”

 

Negli anni ha continuato a guardarlo, ma il numero delle volte che diceva di averlo visto non cambiava mai!

 

 



Lucio Dalla diceva sempre di voler dirigere un film, aggiungendo che, del resto, lui di sceneggiature ne aveva sempre scritte in forma di canzoni.

 

Poi faceva sempre l'esempio della sua Anna e Marco.

 

È una classica storia d'amore di cui si raccontano gli inizi e a metterla in scena non sarebbe certo mancata la caratterizzazione dei personaggi:

 

"Anna come sono tante

Anna permalosa

Anna bello sguardo

Sguardo che ogni giorno perde qualcosa

Se chiude gli occhi lei lo sa

Stella di periferia

Anna con le amiche

Anna che vorrebbe andar via

 

Marco grosse scarpe e poca carne

Marco cuore in allarme

Con sua madre e una sorella

Poca vita, sempre quella

Se chiude gli occhi lui lo sa

Lupo di periferia

Marco con gli amici

Marco che vorrebbe andar via"

 

 

Lo stesso si può dire per le indicazioni sulla scenografia:

 

"E la luna è una palla ed il cielo un biliardo
Quante stelle nei flipper sono più di un miliardo [...]

 

E la luna in silenzio ora si avvicina

Con un mucchio di stelle cade per strada

Luna che cammina

Luna di città

Poi passa un cane che sente qualcosa

Li guarda, abbaia e se ne va"

 

 

Come dargli torto?

Se non è un film questo...

 

 

[Sala-cinema in casa di Lucio Dalla]



La casa-museo di Lucio Dalla si trova in Via D’Azeglio, 15 a Bologna.


È un edificio di 650 metri quadri in cui, in una delle camere (relativamente) più piccole, è allestita una saletta cinematografica con proiettore, telo ed una coloratissima raccolta di oggetti sempre in movimento come giostrine colorate, trenini, pupazzetti.

 

Tutt'intorno librerie piene di dvd esposti.

L'impressione è quella di entrare nel Paese dei Balocchi!


Ma la cosa davvero bizzarra è che le poltroncine di questa saletta cinematografica sono dei sedili in legno di un ex cinema bolognese…a luci rosse!

 

Hai capito Lucio!

Biricchino biriccò!

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

CineFactsPodcast

CineFacts

CineFacts

Lascia un commento

9 commenti

Marcello Strano

1 mese fa

Grande Lucio ❤️

Rispondi

Segnala

Yuri Pennacchi

2 mesi fa

In più interviste Dalla ha sempre ricordato la sua passione per la settima arte: disse che fra i vari registi moderni amava i Coen e tutti i loro film e di non commuoversi per i vari eventi della vita ma di fronte a un buon film di fantascienza

Rispondi

Segnala

Vera De Masi

2 mesi fa

Lucio uno di noi!

Rispondi

Segnala

Yuri Palamini

2 mesi fa

Qualcuno dica a Pupo Avati di dirigere un film intitolato Anna e Marco! 😍

Rispondi

Segnala

Morena Falcone

2 mesi fa

Yuri Palamini
Speriamo non lo intitoli Un Gelato al Cioccolato per Anna e Marco! ;)

Rispondi

Segnala

Arkantos

2 mesi fa

Wow, quante info inedite su Dalla! E molto bella anche la saletta cinematografica (uno dei desideri che vorrei esaudire, se avessi i soldi...).

Rispondi

Segnala

Peter from Space

2 mesi fa

Lucio Dalla nel cuore

Rispondi

Segnala

Nuriell

2 mesi fa

Ok, così tante info su un cantautore come Dalla non credevo di trovarle qui, ottimo... e grazie. :)

Rispondi

Segnala

Benito Sgarlato

2 mesi fa

Mitico Lucio e bellissima saletta cinematografica... in definitiva, uno di noi ❤️

Rispondi

Segnala