close

NUOVO LIVELLO

COMPLIMENTI !

nuovo livello

Hai raggiunto il livello:

livello

#CineFacts. Curiosità, recensioni, news sul cinema e serie tv

#articoli

Special Delivery - Recensione: l'autista misteriosa e il bambino - FEFF 2022

Special Delivery è un film action sudcoreano diretto da Park Dae-min

 

La protagonista Eun-ha è interpretata da Park So-dam, conosciuta in tutto il mondo per aver interpretato Ki-jung in Parasite

 

Il lungometraggio ruota intorno proprio a Eun-ha, che inizialmente rientra perfettamente nello stereotipo dell'autista silenzioso e misterioso; l'archetipo conta nella Storia del Cinema illustri precedenti molto diversificati nel genere e nei toni, dal neo-noir Driver, l'imprendibile (1979) di Walter Hill al dramma dal sapore letterario Drive my car (2021) di Ryūsuke Hamaguchi, passando per la testosteronica saga di Transporter

 

[Il trailer di Special Delivery]

 

 

Se dovessimo però riassumere Special Delivery tramite le sue ispirazioni principali dovremmo guardare a Drive di Nicolas Winding Refn e a Baby Driver di Edgar Wright: il primo per l'umanità che che Eun-ha riesce a esprimere tramite la sua fisicità e le micro-espressioni del volto grazie anche alle capacità interpretative di Park So-Dam; il secondo per i toni scanzonati, la caratterizzazione dei personaggi secondari, il ritmo incalzante e il tentativo - non ugualmente riuscito - di ribaltare i cliché del genere. 

 

Ovviamente, come in entrambi i film sopracitati, la colonna sonora svolge un ruolo fondamentale; d'altra parte questo elemento purtroppo risulta sempre meno curato con il progredire della trama. 

 

La nostra burbera antieroina dal triste passato e con il cuore d'oro bazzica ai confini della legalità, ma a un certo punto l'incontro e il salvataggio di un bambino la renderà più sensibile e meno invincibile.

Questo sviluppo di trama è indubbiamente prevedibile, un ricorrente stereotipo narrativo che prevede una crescita del protagonista in relazione all'incontro con un personaggio più debole, in serio pericolo di vita.

 

D'altra parte a volte è preferibile sacrificare l'originalità della trama in favore di una maggiore cura dei dettagli, esattamente come accade in Special Delivery

  

 

[La protagonista di Special Delivery e il suo "carico speciale"]

 

L'antagonista del film è un poliziotto corrotto, avido e crudele; il capo di Eun-ha non si sorprende del suo mestiere, facendoci intuire che la polizia e la malavita non siano che due facce della stessa medaglia. 

 

Il Cinema sudcoreano è solito rimarcare la mancanza di fiducia nelle istituzioni - basti pensare di nuovo a Bong Joon-ho e al suo Memorie di un assassino - e nelle forze dell'ordine: Special Delivery non fa eccezione. 

 

Senza scendere in dettagli di trama che possano inficiare la visione si può dire che se fosse adeguatamente distribuito nelle sale nostrane Special Delivery non sfigurerebbe al botteghino di fronte ai suoi analoghi occidentali. 

 

Become a Patron!

 

CineFacts segue tantissimi festival, dal più piccolo al più grande, dal più istituzionale al più strano, per parlarvi sempre di nuovi film da scoprire, perché amiamo il Cinema in ogni sua forma.

Vuoi sostenerci in questa battaglia a difesa della Settima Arte?

Chi lo ha scritto

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Articoli

Articoli

Articoli

Lascia un commento



close

LIVELLO

NOME LIVELLO

livello
  • Ecco cosa puoi fare:
  • levelCommentare gli articoli
  • levelScegliere un'immagine per il tuo profilo
  • levelMettere "like" alle recensioni